Ultima modifica: 21 luglio 2017

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 23 APRILE 2015

Il giorno 23 aprile 2015, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l’I.C. “Via dei Sesami”, in Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

  1. Resoconto della riunione dei docenti referenti (relazionano Cortellessa o Falsetti) e problematiche relative ai docenti referenti
  2. RAV e primo momento di riflessione sugli interventi a supporto dei processi di Autovalutazione
  3. Prospettive e problematiche relative al DDL Scuola: stato dei lavori
  4. Riflessioni e valutazioni sul funzionamento della Rete (verifica intermedia e del protocollo triennale)
  5. Iscrizioni e organici
  6. Varie su proposta dei presenti

Sono presenti i DD.SS.: D.Patrizio (I.C. “Via P.R.Pirotta”), T.Santoro (I.C. “Via Olcese”), M. Pintus (I.C. “Via dei Sesami”), C.Dore (IISS “Di Vittorio-Lattanzio”), C.Simoncini (I.C. “Via Tor de’ Schiavi”),  D.Gentilini (I.C. “Via Aretusa”), A.Simonelli (I.C. “A. Manzi”), C. Scipioni (Liceo Scientifico “T. Levi Civita”), M.Fiorani (I.C. “Via Laparelli”), B.Vallefuoco (Istituto “Minerva”), M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), W.Giacomini (I.C. “Largo Cocconi”), F.Conte (I.C. “Viale Venezia Giulia”), su delega del D.S. De Paolis professori Vittoria L., Fabiano R., Mori P. (I.I.S.S. “G. Ambrosoli”); sono presenti inoltre i referenti dei docenti: M. Cortellessa (I.C. “A. Manzi”), C.Falsetti (I.C. “Via Tor de’ Schiavi”)

            In apertura di seduta si condivide l’ipotesi di lavorare come rete alla presentazione di un progetto relativo ai PON; a tale riguardo si concorda di avvalersi della professionalità del progettista Leone, che ha già lavorato con la rete, evidenziando la difficoltà di gestire altrimenti le complessità relative ai bandi del PON. Le tematiche saranno successivamente individuate all’interno delle priorità e dei bisogni della Rete stessa.
            Il presidente dell’Asal, D.S. Andrea Caroni, è presente per un breve saluto ai colleghi; con l’occasione illustra l’audizione alla Camera sul DDL “La Buona Scuola” delle Associazioni Regionali delle Scuole Autonome e il documento dalle stesse presentato.

            Il D.S. Pintus comunica di aver dato la sua disponibilità al coordinamento dei lavori dell’Osservatorio Integrato territoriale per l’inclusione scolastica, vista anche la richiesta concordata dalla Rete per la costituzione di un CTS presso l’I.C. “Via dei Sesami”; per tale ragione parteciperà alla prossima riunione dell’Osservatorio durante la quale riferirà ai docenti alcune perplessità emerse negli ultimi mesi durante le riunioni di rete e relative alla necessità che ci sia un Dirigente della Rete punto di riferimento dell’Osservatorio per il territorio e per il Municipio; i presenti ringraziano il collega e concordano pienamente sulla posizione che verrà portata nel gruppo di lavoro.

            Si passa quindi alla discussione del primo punto all’o.d.g. Prende la parola l’insegnante referente Falsetti che riferisce dell’avvenuto incontro con l’Assessore Castello, incontro durante il quale è stato evidenziato che non ci sono al momento i tempi per poter organizzare una iniziativa di fine anno che coinvolga tutte le scuole; per tale ragione si è pensato invece di dare alle diverse iniziative delle scuole una cornice istituzionale definendo un manifesto/calendario territoriale nel quale saranno pubblicizzate le diverse iniziative; l’Assessore Castello sarà quindi invitato a presenziare i momenti più significativi. Inoltre è stato concordato di organizzare una Conferenza di servizio all’inizio del prossimo anno scolastico.
            Viene nuovamente richiesto ai DD.SS. di organizzare momenti collegiali che coinvolgano tutte le scuole, il DS Santoro evidenzia la difficoltà di riunire in un unico momento tutti i collegi dei 22 istituti della rete, il DS Pintus propone microgruppi di rete su tematiche specifiche, si ipotizza altresì la possibilità di organizzare nuovamente un incontro ad inizio anno fra tutti i DD.SS. e tutti i referenti delle scuole. Durante la discussione emergono diverse problematicità, in particolare la difficoltà di dare maggiore rappresentatività alla Rete all’interno dei diversi collegi. Si evidenzia inoltre come sia necessario superare le posizioni di conflittualità che in questo particolare clima politico si potrebbero creare fra docenti e dirigenti scolastici e che non è motivato da situazioni oggettive all’interno di una rete che si è sempre caratterizzata come rete progettuale con forti sinergie docenti/dirigenti; Falsetti rappresenta il diverso clima nel quale si sta lavorando ultimamente ed in particolare la mancanza di finanziamenti che consentano una progettualità condivisa.
            Alla fine dell’ampio dibattito si rilancia ai docenti la seguente proposta: organizzare nel mese di settembre una giornata comune a tutte le scuole e dedicata alla Rete: si propone di organizzare gruppi misti delle diverse scuole su tematiche condivise e/o una riunione che coinvolga tutti i docenti referenti e tutti i DD.SS. I referenti porteranno la proposta ai colleghi e riferiranno in merito ai DD.SS. nella riunione prevista per la fine di maggio.

            Si passa quindi alla discussione del secondo punto all’o.d.g.; i presenti si confrontano sullo stato dei lavori ed esprimono soddisfazione per la modalità di lavoro scelta (due incontri con gli ispettori e due incontri per microreti di confronto sui contenuti del RAV).
            Vengono comunque espresse numerose riserve sul RAV stesso e sui tempi di lavoro dati alle scuole, si esprimono perplessità in particolare in relazione all’utilizzo successivo del RAV una volta pubblicato. I DD.SS. ritengono che le scuole fino ad ora si sono sempre adoperate per attuare processi di miglioramento e che spesso è stata proprio la mancanza di risorse, economiche – professionali – di sistema, che hanno reso difficile proseguire nei percorsi individuati, si auspica che questo possa essere un momento di svolta e che il ruolo degli ispettori sia quello di supportare le scuole nei processi di miglioramento e non diventi, in alcuni casi, un ruolo di controllo e sanzione.
           
            Si discute quindi del terzo punto all’o.d.g.
            Si continuano ad esprimere forti perplessità sul DDL Scuola e su alcuni aspetti delle novità che lo stesso introdurrà; si evidenziano tutte le difficoltà che dovranno essere affrontate nel prossimo anno scolastico se sarà imposto il cambiamento senza una fase di transizione; si esprime inoltre profondo malessere sulla modalità di assegnazione degli organici alla scuola primaria che ancora una volta vedono tagli alle compresenze che pregiudicano in maniera irreversibile l’intero modello organizzativo del tempo pieno; inoltre in molte scuole non sono state autorizzate tutte le classi di tempo pieno richieste dalle famiglie. Si esprimono timori anche in relazione agli organici delle scuole secondarie per l’aumentato numero di alunni nelle classi prime.

            In relazione al quarto punto all’o.d.g. le principali problematiche sono state già affrontate all’inizio della riunione.

            In chiusura di seduta, sentiti gli impegni di chiusura anno dei presenti, si concorda che l’ultima riunione di rete si svolgerà mercoledì 27 maggio alle ore 9.00; seguirà il consueto pranzo di saluto di fine anno scolastico. L’o.d.g. sarà definito successivamente.

            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.00.

               Ha verbalizzato il DS Santoro