logo
I prodotti delle classi                           anno scolastico 2004-2005

index

Questa è la storia di Mariselda che un giorno, presa dai suoi pensieri, cominciò a sognare a occhi aperti e si immaginò che sul bel prato verde davanti alla sua casa erano parcheggiate, come fossero comuni automobili, 6 navicelle spaziali colorate e dai curiosi nomi di: Marte, che era verde a strisce blu; Stella, di colore giallo scuro; Luna, bianco lattea; Meteorite, del color della terra; Eclisse, invece, era del colore della notte: il nero profondo e infine Venere, che era di uno smagliante rosso papavero.

Una forza superiore, a lei sconosciuta, l'attrasse e all'improvviso, immaginò di salire su Luna e l'avventura ebbe inizio …..
Nello spazio assai ristretto trovò una piccola serra, un piccolo zoo, un laboratorio pieno di strumenti, una sala giochi, una stanza per la musica e per ballare, una biblioteca e un cinema, una cucina e infine tante piccole stanze quanti erano i componenti dell'equipaggio … si perché le navicelle non erano deserte, ma vi abitavano, pronti per la partenza, sei coetanei che la invitarono ad unirsi a loro: stavano infatti in partenza alla volta di ………… Waterland!!!!!!!



Si tratta di un pianeta ricoperto al 95% d'acqua con parcheggi per le navicelle nei piccoli (e rarissimi) spazi di terreno.

Il momento della partenza fu il più emozionante, infatti tutti augurarono di fare un buon viaggio, altri raccomandarono insistentemente di mandare cartoline (veramente loro dell'equipaggio decisero di mandare cartoline solo ai parenti , perchè sentendo 1000 indirizzi tutti insieme non si riescono a ricordare ).
Quando Mariselda stava per varcare la porta dell'astronave si sentiva importante e pronta per un'avventura esilarante.
Durante il viaggio impiegò il suo tempo soprattutto nella biblioteca, ma anche nello zoo e le piaceva molto, visto che c'erano bestie di tutti i tipi, anche feroci (tenute ovviamente in gabbie)
Poi naturalmente ogni membro dell'equipaggio ricevette i suoi mezzi di comunicazione :
CELLULARE( con fotocamera videocamera) e COMPUTER PORTATILE (con tanto di WEB-CAM).
Tutto il resto dell'equipaggio era entusiasta quanto Mariselda e con tanto spirito d'avventura: eravamo pronti per imbarcarci.
Ma cosa andavano a fare su questo pianeta?
Una volta arrivati Mariselda ed il suo equipaggio dovevano fare degli studi su se e come fosse possibile viverci, quali sport si potevano praticare, il modo di vestirsi e ovviamente dovevano trovare occasioni di divertimento e dire se era meglio stare lì o sulla Terra.