Classe F: L'acqua
 
xxx

Il nostro percorso

zzz


Il 2003 è stato dichiarato l’anno dell’acqua ed abbiamo deciso di interessarsi all’argomento.

Abbiamo cominciato ad affrontare il problema acqua, questo bene prezioso che la terra ci dà e abbiamo cercato di capire come sia utilizzato in tutto il mondo, quali le differenti situazioni e i motivi per cui oggi si arriva a parlare di “guerra dell’acqua”. Abbiamo poi fatto un braing-storming sul tema “acqua è…” e i risultati li abbiamo organizzati in mappe concettuali.

Nel frattempo la nostra classe aveva aderito ad un progetto del MedFilmFestival che prevedeva la realizzazione della sceneggiatura di un “corto” su un tema dato: le fontane e le fontanelle a Roma.

Abbiamo visto alcuni cortometraggi,  (in uno di questi in particolare, “ En el spejo del cielo”  l’acqua aveva un ruolo importante e “fantastico”), abbiamo scritto le nostre brevi storie e poi tentato una sceneggiatura sul tema proposto. A questo punto, con l’approvazione del Progetto in Rete, abbiamo cominciato a parlare della diga e del disastro del VAJONT vedendo il film  che porta lo stesso titolo e analizzando lo spettacolo teatrale di Paolini che racconta la storia del “disastro annunciato”, incominciando ad interessarci delle dighe e di tutti i problemi che la loro costruzione comporta. Proseguendo nel programma abbiamo fatto un altro brain-storming sul disastro del VAJONT e una sintesi del contenuto del lavoro teatrale, con alcune immagini prese da Internet.

L’ultima parte del lavoro ha riguardato una ricerca su Internet sul tema delle “grandi dighe”, che sono state costruite o si stanno costruendo nel mondo, e subito abbiamo capito che su queste scelte non tutti sono d’accordo.

Sono stati selezionati tre esempi su cui lavorare per sottogruppi: Cina, con la Diga delle Tre Gole; India con la Diga sul Narmada ed infine il Brasile con la Diga di Itaipu.