archivio documenti

Verbali delle riunioni dei DDSS-anni scolastici 2013-2015


Verbali delle riunioni dei docenti referenti di rete
Verbali delle riunioni dei DDSS-anni scolastici 2010-2012
Verbali delle riunioni dei DDSS-anni scolastici 2007-2010
Verbali delle riunioni dei DDSS- anni precedenti


Verbale del giorno 23/04/2015 versione scaricabile
Verbale del giorno 12/03/2015 versione scaricabile
Verbale del giorno 05/01/2015 versione scaricabile
Verbale del giorno 18/12/2014 versione scaricabile
Verbale del giorno 06/11/2014 versione scaricabile
Verbale del giorno 02/10/2014 versione scaricabile
Verbale del giorno 08/05/2014 versione scaricabile
Verbale del giorno 03/04/2014 versione scaricabile

Verbale del giorno 06/03/2014 versione scaricabile
Verbale del giorno 16/01/2014 versione scaricabile
Verbale del giorno 05/12//2013 versione scaricabile
Verbale del giorno 07/11/2013 versione scaricabile
Verbale del giorno 03/10/2013 versione scaricabile
Verbale del giorno 06/06/2013 versione scaricabile
Verbale del giorno 18/04/2013 versione scaricabile
Verbale del giorno 07/03/2013 versione scaricabile
Verbale del giorno 07/02/2013 versione scaricabile

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 23 APRILE 2015

Il giorno 23 aprile 2015, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

  1. Resoconto della riunione dei docenti referenti (relazionano Cortellessa o Falsetti) e problematiche relative ai docenti referenti
  2. RAV e primo momento di riflessione sugli interventi a supporto dei processi di Autovalutazione
  3. Prospettive e problematiche relative al DDL Scuola: stato dei lavori
  4. Riflessioni e valutazioni sul funzionamento della Rete (verifica intermedia e del protocollo triennale)
  5. Iscrizioni e organici
  6. Varie su proposta dei presenti

Sono presenti i DD.SS.: D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), T.Santoro (I.C. "Via Olcese"), M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), C.Dore (IISS "Di Vittorio-Lattanzio"), C.Simoncini (I.C. "Via Tor de' Schiavi"),  D.Gentilini (I.C. "Via Aretusa"), A.Simonelli (I.C. "A. Manzi"), C. Scipioni (Liceo Scientifico "T. Levi Civita"), M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), B.Vallefuoco (Istituto "Minerva"), M.Frasca (I.C. "Via Anagni"), W.Giacomini (I.C. "Largo Cocconi"), F.Conte (I.C. "Viale Venezia Giulia"), su delega del D.S. De Paolis professori Vittoria L., Fabiano R., Mori P. (I.I.S.S. "G. Ambrosoli"); sono presenti inoltre i referenti dei docenti: M. Cortellessa (I.C. "A. Manzi"), C.Falsetti (I.C. "Via Tor de' Schiavi")

            In apertura di seduta si condivide l’ipotesi di lavorare come rete alla presentazione di un progetto relativo ai PON; a tale riguardo si concorda di avvalersi della professionalità del progettista Leone, che ha già lavorato con la rete, evidenziando la difficoltà di gestire altrimenti le complessità relative ai bandi del PON. Le tematiche saranno successivamente individuate all’interno delle priorità e dei bisogni della Rete stessa.
            Il presidente dell’Asal, D.S. Andrea Caroni, è presente per un breve saluto ai colleghi; con l’occasione illustra l’audizione alla Camera sul DDL “La Buona Scuola” delle Associazioni Regionali delle Scuole Autonome e il documento dalle stesse presentato.

            Il D.S. Pintus comunica di aver dato la sua disponibilità al coordinamento dei lavori dell'Osservatorio Integrato territoriale per l'inclusione scolastica, vista anche la richiesta concordata dalla Rete per la costituzione di un CTS presso l'I.C. "Via dei Sesami"; per tale ragione parteciperà alla prossima riunione dell'Osservatorio durante la quale riferirà ai docenti alcune perplessità emerse negli ultimi mesi durante le riunioni di rete e relative alla necessità che ci sia un Dirigente della Rete punto di riferimento dell'Osservatorio per il territorio e per il Municipio; i presenti ringraziano il collega e concordano pienamente sulla posizione che verrà portata nel gruppo di lavoro.

            Si passa quindi alla discussione del primo punto all'o.d.g. Prende la parola l'insegnante referente Falsetti che riferisce dell'avvenuto incontro con l'Assessore Castello, incontro durante il quale è stato evidenziato che non ci sono al momento i tempi per poter organizzare una iniziativa di fine anno che coinvolga tutte le scuole; per tale ragione si è pensato invece di dare alle diverse iniziative delle scuole una cornice istituzionale definendo un manifesto/calendario territoriale nel quale saranno pubblicizzate le diverse iniziative; l'Assessore Castello sarà quindi invitato a presenziare i momenti più significativi. Inoltre è stato concordato di organizzare una Conferenza di servizio all'inizio del prossimo anno scolastico.
            Viene nuovamente richiesto ai DD.SS. di organizzare momenti collegiali che coinvolgano tutte le scuole, il DS Santoro evidenzia la difficoltà di riunire in un unico momento tutti i collegi dei 22 istituti della rete, il DS Pintus propone microgruppi di rete su tematiche specifiche, si ipotizza altresì la possibilità di organizzare nuovamente un incontro ad inizio anno fra tutti i DD.SS. e tutti i referenti delle scuole. Durante la discussione emergono diverse problematicità, in particolare la difficoltà di dare maggiore rappresentatività alla Rete all'interno dei diversi collegi. Si evidenzia inoltre come sia necessario superare le posizioni di conflittualità che in questo particolare clima politico si potrebbero creare fra docenti e dirigenti scolastici e che non è motivato da situazioni oggettive all'interno di una rete che si è sempre caratterizzata come rete progettuale con forti sinergie docenti/dirigenti; Falsetti rappresenta il diverso clima nel quale si sta lavorando ultimamente ed in particolare la mancanza di finanziamenti che consentano una progettualità condivisa.
            Alla fine dell'ampio dibattito si rilancia ai docenti la seguente proposta: organizzare nel mese di settembre una giornata comune a tutte le scuole e dedicata alla Rete: si propone di organizzare gruppi misti delle diverse scuole su tematiche condivise e/o una riunione che coinvolga tutti i docenti referenti e tutti i DD.SS. I referenti porteranno la proposta ai colleghi e riferiranno in merito ai DD.SS. nella riunione prevista per la fine di maggio.

            Si passa quindi alla discussione del secondo punto all'o.d.g.; i presenti si confrontano sullo stato dei lavori ed esprimono soddisfazione per la modalità di lavoro scelta (due incontri con gli ispettori e due incontri per microreti di confronto sui contenuti del RAV).
            Vengono comunque espresse numerose riserve sul RAV stesso e sui tempi di lavoro dati alle scuole, si esprimono perplessità in particolare in relazione all'utilizzo successivo del RAV una volta pubblicato. I DD.SS. ritengono che le scuole fino ad ora si sono sempre adoperate per attuare processi di miglioramento e che spesso è stata proprio la mancanza di risorse, economiche - professionali - di sistema, che hanno reso difficile proseguire nei percorsi individuati, si auspica che questo possa essere un momento di svolta e che il ruolo degli ispettori sia quello di supportare le scuole nei processi di miglioramento e non diventi, in alcuni casi, un ruolo di controllo e sanzione.
           
            Si discute quindi del terzo punto all'o.d.g.
            Si continuano ad esprimere forti perplessità sul DDL Scuola e su alcuni aspetti delle novità che lo stesso introdurrà; si evidenziano tutte le difficoltà che dovranno essere affrontate nel prossimo anno scolastico se sarà imposto il cambiamento senza una fase di transizione; si esprime inoltre profondo malessere sulla modalità di assegnazione degli organici alla scuola primaria che ancora una volta vedono tagli alle compresenze che pregiudicano in maniera irreversibile l'intero modello organizzativo del tempo pieno; inoltre in molte scuole non sono state autorizzate tutte le classi di tempo pieno richieste dalle famiglie. Si esprimono timori anche in relazione agli organici delle scuole secondarie per l'aumentato numero di alunni nelle classi prime.

            In relazione al quarto punto all'o.d.g. le principali problematiche sono state già affrontate all'inizio della riunione.

            In chiusura di seduta, sentiti gli impegni di chiusura anno dei presenti, si concorda che l'ultima riunione di rete si svolgerà mercoledì 27 maggio alle ore 9.00; seguirà il consueto pranzo di saluto di fine anno scolastico. L'o.d.g. sarà definito successivamente.

            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.00.

               Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 12 MARZO 2015

Il giorno 12 marzo 2015, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

Incontro con la Asl RMB – Problematiche relative alle certificazioni/rete territoriale

  • Definizione interventi formativi a supporto dei processi di Auto Valutazione delle II.SS. Distretti  XIV-XV (aperto anche alle scuole non aderenti alla rete)

Solo per la rete XIV-XV distretto:

  • Resoconto della riunione dei docenti referenti (relazionano Cortellessa o Falsetti) e problematiche relative ai docenti referenti
  • Decreti attuativi in merito alla “Buona Scuola”
  • Iscrizioni e organici
  • Varie su proposta dei presenti

Sono presenti i DD.SS.: D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), C.Dore (IISS "Di Vittorio-Lattanzio"), R.Lauricella (I.C. "Via G.B.Valente"), C.Simoncini (I.C. "Via Tor de' Schiavi"),  S.Pasqualoni (I.C. "Via Ferraironi"), D.Gentilini (.C. “Via Aretusa”), N. Fiorini (I.C. "Via L. Dal Verme"), A.Simonelli (I.C. "A. Manzi"), C. Mazzocchi (I.C. "Via Luca Ghini"), G.Infantino (Liceo Classico “I.Kant”), C. Scipioni (Liceo Scientifico "T. Levi Civita"), M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), B.Vallefuoco (Istituto “Minerva”), su delega del D.S. De Paolis la prof.ssa  L.Vittoria (I.I.S.S. “G. Ambrosoli”); è presente inoltre il referente dei docenti: M. Cortellessa (I.C. "A. Manzi")

            In apertura di seduta viene dato il benvenuto al Dirigente della ASL RMB dott.ssa R.Potena ed alla dott.ssa T.Mariani (ASL RMB) presenti oggi per un confronto sulle problematiche relative all’integrazione scolastica ed alle certificazioni per il sostegno.
            La dott.ssa Potena prende la parola riassumendo le novità degli ultimi anni; ritiene che sia in atto una vera e propria rivoluzione culturale in merito all’attribuzione delle risorse per l’integrazione scolastica; la regione Lazio, alla quale spetta definire le modalità nel rispetto della normativa nazionale, si è mossa con ritardo rispetto alle altre regioni evidenziando inoltre una percentuale di certificazioni pari al 3,5%, distante dalla media nazionale che si attesta sul 2%; la procedura per avere riconosciuto il bisogno dell' insegnante di sostegno è oggi più complessa e deve passare comunque per il riconoscimento della Legge 104 e per le commissioni mediche delle ASL, mentre prima anche i centri accreditati e gli ospedali potevano certificare; sicuramente si amplierà progressivamente la forbice fra chi avrà diritto all’insegnante di sostegno (disabili riconosciuti) e chi, con disturbi settoriali dello sviluppo, non avrà più diritto a tale risorsa. Sarà complessa la gestione che ricadrà prevalentemente sulle scuole e sui servizi. Inoltre, con decisione della Regione Lazio, l’attuale ASL RMB si occuperà di tutto il Municipio V mentre attualmente parte del municipio (l’ex sesto) è di pertinenza della ASL RMC; quindi sarà necessario omogeneizzare i servizi delle due ASL che attualmente adottano procedure diverse. Sarà assolutamente necessario mettere in rete tutte le risorse ed ottimizzare gli interventi, istituendo un tavolo di confronto.
            Si concorda pertanto di convocare un Tavolo di confronto per la fine del mese di aprile al quale saranno invitati a partecipare i Direttori UOC - TSMREE della ASL RMB e della ASL RMC, nonché il Direttore UOSECS del Municipio V.
            Si procede quindi ad uno scambio di informazioni relative alla nota della Regione Lazio del 5 marzo 2015 con oggetto: Certificazioni per l’integrazione scolastica.

            Terminato l’incontro con la ASL RMB, si passa alla discussione del primo punto all’o.d.g.
            Prende la parola il DS Santoro che, su richiesta del DS De Paolis, nominato nel gruppo provinciale a supporto dei processi di Autovalutazione quale referente delle scuole del XIV-XV distretto, sintetizza lo stato dei lavori, comunicando inoltre che, successivamente alla nomina del DS De Paolis, anche il DS Lauricella è stato inserito nel suddetto gruppo provinciale.
            Facendo quindi riferimento all’incontro che si è tenuto il 23 febbraio presso l’IISS “Giorgio Ambrosoli” ed a quanto indicato dal gruppo provinciale, sintetizza quanto stabilito:

  • Il percorso formativo avrà la durata di 12 ore così suddivise: 6 ore per due incontri in modalità conferenza; 6 ore per due incontri in modalità microrete-gruppi di autoformazione sul RAV
  • Il primo incontro di formazione si svolgerà i primi di aprile e sarà condotto dal DS Riccardo Lancillotti (verrà successivamente comunicata data-orario e sede)

            Su incarico del DS De Paolis sono stati infine ipotizzati dei gruppi di lavoro a carattere territoriale che lavoreranno in maniera autonoma quali microreti di autoformazione; il DS Santoro esprime le difficoltà nel definire i gruppi e chiede ai presenti parere in merito ad eventuali modifiche. I presenti ritengono di non dover effettuare modifiche pertanto i gruppi vengono così definiti:
GRUPPO UNO

  • I.C. "ALBERTO MANZI"
  • I.C. "VIA ANAGNI"
  • I.C. "VIALE VENEZIA GIULIA"
  • I.C. "VIA LUCHINO DAL VERME"
  • L.CL. "BENEDETTO DA NORCIA"
  • I.I.S. "I.T.C. DI VITTORIO - I.T.I. LATTANZIO"
  • L.SC. "TULLIO LEVI CIVITA"

GRUPPO DUE

  • I.C. "PIAZZA DE' CUPIS"
  • I.C. "VIA ARETUSA"
  • I.C. "VIA VALENTE"
  • I.T.IND. "GIOVANNI XXIII"
  • I.T.I.S. "G. GIORGI"
  • I.T. TURISMO "L.BOTTARDI"

GRUPPO TRE:

  • I.C. "VIA DEI SESAMI"
  • I.C. "VIA TOR DE'SCHIAVI"
  • I.C. "LARGO COCCONI"
  • I.C. "VIA OLCESE"
  • I.C. "VIA P.R.PIROTTA"
  • I.I.S.S. "G.AMBROSOLI"
  • I.S. "MINERVA"

GRUPPO QUATTRO:

  • I.C. "VIA LAPARELLI"
  • I.C. "VIA LUCA GHINI"
  • I.C. "VIA FERRAIRONI"
  • L.CL. "KANT"
  • I.I.S. "EUROPA-V.WOOLF"
  • L. SC. "F.D'ASSISI"

Prende quindi la parola il DS Lauricella che prende atto di quanto già fatto; riferisce dell’incontro svoltosi presso l’USR Lazio con la presenza di Castoldi e riporta la sua proposta di condividerne i contenuti con i Collegi Docenti; ritiene importante che venga ben compresa da tutti la ‘ratio’ dell’autovalutazione e della relativa formazione e che il RAV non diventi un semplice adempimento burocratico. Ne segue un acceso dibattito durante il quale viene evidenziato da tutti l’importanza dell’autovalutazione ma allo stesso tempo vengono evidenziate le criticità relative alle scarse risorse umane, professionali ed economiche che rendono difficoltosi i processi di miglioramento da porre in essere ed a misure di accompagnamento non coerenti con i processi in atto.
Alla conclusione della discussione si rimanda comunque ai DS De Paolis e Lauricella successive determinazioni in merito al percorso di formazione.

In merito al secondo punto all’o.d.g il referente dei docenti, che ha dovuto lasciare la riunione, ha però informato che il giorno mercoledì 18 marzo si svolgerà la riunione di rete con la presenza dell’Assessore Castello al quale i docenti intendono richiedere la costituzione di un gruppo integrato rete scuole/municipio per la definizione di progetti condivisi che partano da una reale analisi dei bisogni formativi delle scuole.
I presenti discutono quindi in merito ad alcune difficoltà emerse nelle ultime riunioni di rete per una scarsa presenza dei docenti referenti ed una loro minore motivazione; i DD.SS. si impegnano per il prossimo anno ad individuare referenti che diano garanzia di presenza e continuità nel lavoro.

Il punto tre non viene affrontato in quanto non ci sono al momento i decreti attuativi.

In merito al quarto punto all’o.d.g., dopo un breve confronto sull’andamento delle iscrizioni e sulle comunicazioni informali date dagli uffici relative alla modalità di assegnazione degli organici, prende la parola il Ds Lauricella che lamenta, per la sua scuola, un calo di iscrizioni dovute alla presenza di rom e motivate dai genitori con la preferenza per istituti nei quali i rom non vengono iscritti; chiede se i rom presenti ‘sulla carta’ nelle altre scuole frequentino realmente e ritiene che l’inclusione di rom, stranieri,ecc. sia doverosa ma non debba diventare un boomerang per le scuole accoglienti. Tutti dovrebbero farsi carico di una reale inclusione scolastica e ciò non determinerebbe le differenze di lettura dei genitori al momento della scelta della scuola; i presenti espongono le loro situazioni chiarendo che in ogni scuola esistono i medesimi problemi anche se con utenza diversa: c’è chi ha un alto numero di Rom, chi di immigrati stranieri, chi ha iscritti dai Centri di prima accoglienza, chi da case famiglia ecc.

Si passa quindi all'ultimo punto all'o.d.g. e vengono date le seguenti informazioni:
Prende la parola il DS Pintus che comunica che in data 1 aprile, alle ore 9.30, si svolgerà, presso la sede del Municipio V in Via di Torre Annunziata,  una Conferenza di servizio del gruppo distrettuale per l'inclusione; in tale sede verrà richiesta una riflessione in merito all'utilizzo dei fondi ex legge 285.
Presso l'I.I.S.S. "Di Vittorio-Lattanzio" è iniziato il corso di formazione sui BES per il quale sono state presentate 80 richieste ed i partecipanti sono attualmente 40. Il DS Dore informa che al primo incontro sono state rilevate 25 presenze; si ricorda ai presenti che le scuole partecipanti dovranno contribuire ai costi del corso.
Il progetto sulle barriere architettoniche inizierà a breve.
Infine il Ds Santoro comunica che il corso di I livello in Glottodidattica (prosecuzione del corso base) si svolgerà nei mesi di settembre-ottobre per improvvisi ed improrogabili impegni universitari della prof.ssa Monaco.

            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.00.

               Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 5 FEBBRAIO 2015

Il giorno 5 febbraio 2015, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

  1. Resoconto della riunione dei docenti referenti (relazionano Cortellessa o Falsetti)
  2. Incontro con la Asl RMB – Proposta di Vademecum e collaborazione
  3. Notizie dall’ASAL in merito alla Buona Scuola
  4. Direttiva ministeriale sulla Valutazione: proposta di formazione pervenuta all’Asal
  5. Confronto in vista del rinnovo delle concessioni delle palestre (solo IC comprensivi)
  6. Varie su proposta dei presenti

Alle ore 10.00 è stata prevista la presenza del presidente del V Municipio G.Palmieri.

Sono presenti i DD.SS.: D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), C.Dore (IISS "Di Vittorio-Lattanzio"), R.Lauricella (I.C. "Via G.B.Valente"), W.Giacomini (I.C. "Largo Cocconi"), C.Simoncini (I.C. "Via Tor de' Schiavi"),  M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), S.Pasqualoni (I.C. "Via Ferraironi"), D.Gentilini (.C. “Via Aretusa”), N. Fiorini (I.C. "Via L. Dal Verme"), A.Simonelli (I.C. "A. Manzi"), C. Mazzocchi (I.C. "Via Luca Ghini"), F.Conte (I.C. "Viale Venezia Giulia"); sono presenti inoltre i referenti dei docenti. M. Cortellessa (I.C. "A. Manzi"), C.Falsetti (I.C. "Via Tor de' Schiavi"), R.Zarra (I.C. "Via Ferraironi").

Sono presenti alla riunione: la dott.ssa G. Adamo e la dott.ssa C. Giustiniani della ASL RMB

            In apertura di seduta il D.S. Santoro anticipa la discussione del secondo punto all'o.d.g.
            Si ricorda come l'odierno incontro con la ASL RMB rappresenta un importante punto di partenza per un percorso di collaborazione e si ringrazia in tal senso la disponibilità della dott.ssa Adamo e della dott.ssa Giustiniani che sono oggi presenti alla riunione della Rete.
            Il DS Santoro ricorda quanto già riferito nella precedente riunione in merito alla proposta della ASL RMB, nella persona della dott.ssa Adamo, per avviare una collaborazione concreta fra le scuole e la ASL, proposta avvenuta al termine del percorso formativo organizzato dalla ASL stessa sulle tematiche legate alla applicazione del D.L.vo 81/08 nelle scuole.
            Prende la parola la dott.ssa Adamo che ritiene importante avviare questo percorso di collaborazione; per tale ragione, come primo supporto alle scuole, è stata istituita una mail dedicata agli istituti scolastici alla quale poter inviare richieste di chiarimenti, informazioni, segnalazioni ecc.; tale mail è: sportelloscuola.spresal@aslromab.it.
            Inoltre è intento della ASL RMB definire un 'vademecum' per le scuole relativo alle principali problematiche che le scuole stesse si trovano a dover affrontare in tema di prevenzione, sicurezza e sanità pubblica, per fare alcuni esempi: come gestire l'emergenza 'topi', come gestire la somministrazione dei farmaci, quali interventi mettere in atto in casi di malattie contagiose, ecc. Al fine di poter procedere alla stesura di un vademecum che risponda realmente alle esigenze delle scuole viene richiesta una collaborazione per segnalare quali siano i principali problemi che si presentano quotidianamente negli istituti; vengono immediatamente fatti alcuni esempi dai presenti: pediculosi, contagio da ossiuri, casi di tubercolosi o meningite, somministrazione farmaci in casi di epilessia, ecc. Si concorda pertanto che il DS Santoro, come coordinatore di rete, chiederà ai colleghi un elenco di problematiche per poi successivamente inviarne una sintesi alla dott.ssa Adamo.
            La dott.ssa Adamo richiede quindi alcune informazioni sulle modalità di intervento del Municipio in caso di emergenza e/o di segnalazioni da parte delle scuole; infine richiede informazioni sulle pulizie nelle scuole e sugli appalti. Vengono esposte dai presenti le principali criticità a riguardo e si resta a disposizione della ASL RMB per ulteriori approfondimenti.
            Alle ore 10.00 interviene alla riunione il presidente del Municipio V G. Palmieri.
            Dopo un caloroso benvenuto viene data la parola al Presidente Palmieri che ringrazia dell'invito; dà quindi alcune importanti comunicazioni relative alle problematiche delle scuole comunali e dei nidi e di come le stesse sembrano essere ormai in via di risoluzione; comunica inoltre che, a differenza del 2014, anno in cui non si è potuto procedere per tempo all'approvazione del bilancio con tutte le difficoltà che ne sono conseguite, per il 2015 si prevede che il bilancio sarà approvato entro la fine del mese di febbraio; informa che sono stati presentati degli ordini del giorno in merito alla manutenzione, anche in relazione alla manutenzione del 'verde' ed agli interventi nelle scuole; ad esempio è stato richiesto un intervento a settembre che preceda l'inizio delle attività scolastica al fine di non ritrovarsi con l'erba alta alla riapertura delle scuole agli alunni; informa inoltre sulle problematiche derivate dall'accorpamento dei due Municipi (VI e VII) in merito alle Posizioni organizzative, all'integrazione scolastica ed ai bandi per l'assegnazione dei relativi servizi; la situazione è in via di risoluzione e per il prossimo anno scolastico si prevede che la gestione dei servizi sarà unitaria, così come sta accadendo per il nuovo bando per l'assegnazione delle palestre; sottolinea infine che anche nel settore sanitario si sta procedendo all'unificazione dei distretti ma che questo sarà un percorso lungo e che non dipende dai Municipi.
            In relazione alla ASL RMB la presenza nella data odierna delle dottoresse Adamo e Giustiniani conferma la volontà di creare rapporti di rete che coinvolgano tutte le istituzioni presenti nel territorio ed in merito tutti i presenti esprimono grande interesse e soddisfazione ritenendo questo passaggio fondamentale.
            Il DS Santoro prende quindi la parola e, ringraziando il Presidente Palmieri per la sua presenza odierna, rappresenta quelle che sono le esigenze dei DD.SS. della Rete in merito ad una più stretta collaborazione con il Municipio. Si comprendono le grandi difficoltà che sono derivate dal dimensionamento e dalla grandezza del nuovo Municipio che va da Porta Maggiore alla Rustica, allo stesso tempo anche le scuole hanno vissuto una profonda modifica all'assetto territoriale; ora che una certa 'stabilizzazione' è ormai acquisita si richiede la possibilità di avere con il Municipio un rapporto istituzionale più continuativo anche attraverso delle riunioni nelle quali il Presidente possa tenere informate le scuole sulle principali novità riguardanti le scuole, sul bilancio approvato e sulla destinazione dei fondi ed allo stesso tempo si possano concordare delle linee di progettualità comune che nascano dalle esigenze del territorio e delle scuole. La sola riunione di oggi ha confermato come molte notizie - ritenute fondamentali dai presenti - non erano a conoscenza di tutti; il Presidente Palmieri concorda pienamente, propone tre riunioni all'anno e si impegna a convocare la prima entro la fine del corrente anno scolastico. Tutti i presenti sono pienamente soddisfatti.
            Anche i docenti referenti di rete ringraziano e comunicano di aver finalmente concordato un incontro con l'assessore Castello al fine di poter riprendere quella progettualità comune che in anni passati aveva portato ad iniziative territoriali di grande spessore.
            Dopo aver salutato e ringraziato il Presidente Palmieri per la sua presenza ed il suo impegno, il Presidente stesso lascia la riunione per proseguire la giornata nei suoi impegni istituzionali; lasciano la seduta anche le dottoresse Adamo e Giustiniani che i presenti ringraziano per la disponibilità e la volontà di fare 'rete' con le scuole.
            Si passa quindi alla discussione degli altri punti all'o.d.g.
            Il punto 1 non viene discusso in quanto i docenti devono rientrare a scuola ma concordano nell'importanza di aver dato spazio agli interventi della ASL RMB e del Presidente Palmieri.
            Prende quindi la parola il DS Santoro in merito al punto 3.
            Riferisce sull'ultima riunione del coordinamento dell'Asal e sull'incontro che il suo Presidente Caroni ha avuto con il sottosegretario Faraone in merito alla Buona scuola. Da tale incontro è emerso che entro la fine di febbraio dovrebbero essere comunicate le novità che investiranno le scuole nel prossimo anno scolastico, l'organico funzionale sarà la principale novità ma in merito non sono state fatte anticipazioni se non quelle già contenute nella legge di stabilità in relazione ai nuovi vincoli relativi alla chiamata dei supplenti, ai tagli al personale ATA ed ai tagli agli esoneri e semiesoneri dei collaboratori del Dirigente scolastico; tutti i presenti esprimono grande preoccupazione in merito; viene condiviso il documento dell'Asal relativo alle novità in essere.
            Punto 4. Il Ds Santoro mette al corrente i presenti di una proposta di formazione indirizzata ai Dirigenti scolastici ed ai docenti pervenuta all'Asal in merito all'autovalutazione delle scuole; dopo breve discussione gli interessati ne acquisiscono i riferimenti.
            Punto 5. Il DS Santoro comunica di aver confermato, dopo la riunione svoltasi al Municipio V, la disponibilità allo stesso municipio per la partecipazione alla Commissione tecnica in merito al bando sull'assegnazione delle palestre; anche il DS Gentilini ha dato disponibilità pertanto si è in attesa delle relative nomine. Il DS Lauricella richiede che venga nuovamente sottolineata, in sede di definizione del bando, quanto fortemente sostenuto nella riunione al Municipio: che ci siano le necessarie garanzie rispetto alla sicurezza, alla pulizia, all'assunzione di responsabilità in relazione a chi avrà la concessione delle palestre, inoltre che sia previsto nel bando che i fondi che saranno recuperati dal Municipio per la manutenzione siano prioritariamente destinati alle scuole che hanno concesso l'utilizzo delle palestre; viene ribadito dai presenti che su quest'ultimo punto il Municipio aveva già espresso il diniego, inoltre il DS Santoro ricorda che la commissione tecnica non si occuperà della stesura del bando ma delle successive procedure di espletamento della gara; si concorda quindi che, qualora il bando predisposto dal Municipio V si discosti sensibilmente da quanto concordato e richiesto nella riunione al Municipio, i DD.SS. Santoro e Gentilini si dimetteranno dalla commissione con motivazione scritta; qualora invece ciò non dovesse accadere si impegneranno a controllare con molta attenzione che quanto previsto nel bando in termini di sicurezza e pulizia sia chiaramente indicato dalle polisportive partecipanti, pena esclusione dalla gara.
            Si passa infine alle ultime comunicazioni.
            Il DS Santoro comunica di aver dato l'adesione come Rete alla Convenzione per il progetto "Usare la LIM: una finestra sul mondo in classe", convenzione firmata con la "Scuola Internazionale di Lingue S.C." che prevede la richiesta di finanziamento alla Fondazione Roma ed in caso di Progetto accolto 200 ore di docenti madrelingua in compresenza con i docenti curricolari delle lingue Inglese, Francese, Spagnolo, Tedesco al fine di creare, con l'uso della Lim, uno spazio virtuale dedicato ad un intervento didattico e formativo in collaborazione con la suddetta scuola di lingue. In caso di finanziamento del progetto si procederà come Rete ad individuare le scuole coinvolte (scuole secondarie di I grado).
            Il DS Santoro comunica che la prima fase del corso in Didattica dell'Italiano come L2 è in via di conclusione, procederà quindi a raccogliere le iscrizioni per i docenti interessati alla prosecuzione nel percorso di I livello. Il DS Dore conferma la disponibilità dell'I.I.S. Di Vittorio-Lattanzio ad ospitare i corsisti.
            Il DS Pintus prende la parola e comunica due iniziative: il Concorso "Caccia agli ostacoli" indirizzato a studenti delle scuole del primo e del secondo ciclo che consiste nell'organizzazione di una giornata durante la quale gli studenti 'cercano' tutto ciò che nella loro scuola possa rappresentare un ostacolo all'integrazione scolastica; verrà successivamente comunicata alle scuole la modalità organizzativa in relazione alla quale viene distribuita una scheda sintetica a tutti i presenti. In relazione alla seconda iniziativa dà la parola all'insegnante Zarra che illustra un progetto di formazione per il personale docente in relazione ai BES. Anche di questo viene distribuita copia ai presenti. Verranno raccolte le adesioni di massima fermo restando che le scuole dovranno poi contribuire economicamente sulla base del numero di docenti che parteciperanno (uno-due docenti: 50/100 euro circa). Il DS Santoro fa presente che la sua scuola, pur essendo inserita, probabilmente non parteciperà in quanto ha in atto un progetto di formazione similare con ricadute su classi di scuola primaria e di scuola secondaria di I grado.
            Viene dato pertanto incarico all'insegnante Zarra, come referente dell'Osservatorio Territoriale Integrato sull'Inclusione scolastica di darne comunicazione alle scuole raccogliendone le adesioni. Scuola capofila del progetto: IC "Via Ferraironi"
            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.30.

               Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 18 DICEMBRE 2014

Il giorno 18 dicembre 2014, alle ore 11.15, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

  1. Resoconto della riunione dei docenti referenti
  2. Direttiva ministeriale sulla Valutazione
  3. Continuità e primo esame delle problematiche relative alle iscrizioni a.s. 2015-2016 in previsione delle prossime riunioni con i genitori
  4. ASL RMB: comunicazione proposte emerse durante l’incontro formativo “Applicazione del D.L.vo 81/08 nelle scuole”
  5. Varie su proposta dei presenti
 

Sono presenti i DD.SS.: M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), C.Dore (IISS "Di Vittorio-Lattanzio"), C. Scipioni (Liceo Scientifico "T. Levi Civita"), M.Zarra (I.C. "Piazza De Cupis"), R.Lauricella (I.C. "Via G.B.Valente"), W.Giacomini (I.C. "Largo Cocconi"), C.Simoncini (I.C. "Via Tor de' Schiavi"),  M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), S.Pasqualoni (I.C. "Via Ferraironi"), D.Gentilini (.C. “Via Aretusa”).

            In apertura di seduta vengono date le seguenti comunicazioni:
            I DD.SS. delle scuole superiori hanno avuto modo di incontrare l’assessore alla scuola del V Municipio, N.Castello, che oggi parteciperà alla riunione per condividere una proposta progettuale; i docenti referenti di rete non parteciperanno alla riunione odierna.
            L’assessore N.Castello presenta la sua proposta per realizzare una iniziativa pubblica di fine anno, a livello municipale, che coinvolga le scuole nella presentazione di lavori teatrali, concerti, ecc. in una struttura del territorio che sarà individuata a tale scopo; espone le sue idee in merito e specifica che l’iniziativa potrebbe essere indirizzata agli alunni più grandi (medie e superiori); ne segue un’ ampia discussione nella quale i presenti si dimostrano interessati esprimendo però alcune difficoltà organizzative; le scuole più decentrate rappresentano la difficoltà di portare gli alunni e i genitori al di fuori del loro territorio (l’assessore proverà a vedere se è possibile organizzare un servizio di trasporto); si ragiona sulla tipologia di attività da proporre, se solamente spettacoli, oppure anche mostre, stand ecc.; si ipotizza di dare più spazio alle scuole superiori che meglio possono organizzarsi anche per gli spostamenti, lasciando alle medie inferiori il ruolo di ‘spettatori’; al fine di definire l’eventuale attuazione della manifestazione l’assessore organizzerà un incontro dopo la riapertura delle scuole a gennaio. L’assessore lascia la seduta.
            Si passa quindi alla discussione del secondo punto all'o.d.g.
            I DD.SS. in merito alla Direttiva ministeriale sulla valutazione esprimono nuovamente perplessità sulla modalità di attuazione e si confrontano sul contenuto delle Circolare del MIUR; ritengono che all'interno delle singole scuole siano già sostanzialmente presenti i gruppi di lavoro sull'autovalutazione; colgono l’occasione per esprimere il loro malessere relativamente al Contratto Integrativo sulla Dirigenza che, nel momento in cui chiama le scuole a forme di autovalutazione, importanti ma impegnative, decurta la retribuzione dei Dirigenti scolastici connessa proprio alla valutazione. I presenti si confrontano sulle iniziative previste in merito a livello sindacale.
            Si ritiene comunque che, ancora una volta, le scuole dovranno rispondere della qualità dell'offerta formativa con risorse sempre minori ed insufficienti.
            Si passa quindi alla discussione del punto tre.
            Il DS Dore propone di attuare un progetto di continuità che ponga al centro dell’interesse il curricolo verticale fra scuola secondaria di I grado e scuola superiore, i presenti sono tutti concordi nella validità della proposta; il DS Frasca ricorda il progetto che si è appena concluso sulla medesima tematica, in collaborazione con l’Università di Roma del quale la sua scuola è stata scuola capofila e propone che i risultati possano essere il punto di partenza del nuovo progetto; il DS Dore trasmetterà successivamente agli istituti una proposta concreta per avviare il progetto per il quale tutti manifestano interesse e disponibilità.
            Si passa quindi a discutere delle iscrizioni negli istituti comprensivi; il DS Pintus ricorda la logica con la quale vennero realizzati i dimensionamenti che non prevedeva una ‘rigida’ permanenza degli alunni nel comprensivo nel quale avevano frequentato le scuole primarie, il DS Lauricella lamenta la presenza nel suo istituto di un numero elevato di alunni rom messo in relazione con le percentuali delle altre scuole; il DS Santoro propone criteri di territorialità, pur nel rispetto della libertà dei genitori di scelta dell’istituto, al fine di guidare i genitori e di non favorire la diminuzione in alcuni istituti e la crescita incontrollata in altri. Ne segue un ampio dibattito al termine del quale, in assenza di un accordo generale, si conferma l’impegno di ogni Dirigente scolastico nel verificare che, nella fase delle iscrizioni, ci sia la massima collaborazione fra le scuole improntata a correttezza e dialogo; si ribadisce infine che, almeno all’interno della rete, ogni trasferimento di alunno da una scuola all’altra, sia comunque preceduto da una fase di confronto fra i dirigenti scolastici delle scuole interessate.
            Si passa infine alla discussione del quarto punto all’o.d.g. Il DS Santoro riferisce della proposta della ASL RMB, nella persona della dott.ssa Adamo, per avviare una collaborazione concreta fra le scuole a le ASL, proposta avvenuta al termine del percorso formativo organizzato dalla ASL stessa sulle tematiche legate alla applicazione del D.L.vo 81/08 nelle scuole. Tale collaborazione potrebbe riguardare innanzi tutto la stesura concordata di una sorta di vademecum sulle principali emergenze sanitarie che possono presentarsi nelle scuole. I presenti sono molto interessati pertanto si decide di aderire alla proposta e si inviterà la dott.ssa Adamo a partecipare alla prossima riunione di rete. Inoltre il DS Santoro informa che durante il percorso formativo alcune Associazioni hanno dato disponibilità a collaborare con le scuole, pertanto, visto l’interesse dei presenti, invierà i riferimenti a tutti.
           
            In relazione alla varie il DS Lauricella comunica che sarà scuola capofila per l’organizzazione di corsi Cambridge rivolti al personale scolastico al fine di acquisire la certificazione delle competenze in L2; le scuole dovranno comunicare l’eventuale interesse ed il nominativo dei partecipanti entro il 16 gennaio p.v. Seguirà comunicazione per mail a tutte le scuole.

Si concorda infine che la prossima riunione si svolgerà il primo giovedì di febbraio con le consuete modalità.

            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.45.

               Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 6 NOVEMBRE 2014

Il giorno 6 novembre 2014, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

  1. Resoconto della riunione dei docenti referenti (relazionano Cortellessa o Falsetti)
  2. La Buona scuola: iniziative territoriali
  3. Direttiva ministeriale sulla Valutazione
  4. Corso di Aggiornamento/Formazione in Glottodidattica: Didattica dell'Italiano come L2 - individuazione della sede e fase delle iscrizioni
  5. Continuità e primo esame delle problematiche relative alle iscrizioni a.s. 2015-2016 in previsione delle prossime riunioni con i genitori
  6. Varie su proposta dei presenti

Sono presenti i DD.SS.: M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), C.Dore (IISS "Di Vittorio-Lattanzio"), A.Simonelli (I.C. "Alberto Manzi"), M.Zarra (I.C. "Piazza De Cupis"), R.Lauricella (I.C. "Via G.B.Valente"); sono presenti inoltre: il docente R.Zarra per l'Osservatorio Territoriale Integrato, il docente referente C.Falsetti  (I.C. "Via Tor de' Schiavi"),  il docente referente dell'I.C. "Via Ferraironi"

            Si inizia la discussione con il primo punto all'o.d.g.
            Il referente dei docenti, C.Falsetti, comunica che nell' ultima riunione di rete erano presenti due associazioni che hanno presentato i loro progetti. Associazione di psicologi "L'Arco" che propone uno sportello di ascolto nelle scuole che per il primo anno può essere gratuito grazie al finanziamento della Comunità Valdese, nel secondo anno il progetto, qualora prosegua, ha un costo di € 2.000; la stessa Associazione propone progetti di continuità tra le scuole primarie e le secondarie di I grado. L'altra Associazione presente è stata il Forum per l'Intercultura che grazie ai finanziamenti  che riesce ad ottenere offre nelle scuole il supporto di mediatori linguistici a titolo gratuito, nonché propone progetti di integrazione. Sono disponibili alla collaborazione con la Rete.
           
            I docenti hanno inoltre discusso su "La Buona scuola" (secondo punto all'o.d.g.) e si sono già svolte alcune iniziative territoriali, due assemblee, focus group, ecc., l'ultima assemblea, molto affollata, è stata ospitata dall'IC Via dei Sesami ed ha partecipato anche il Dirigente Pintus.
            Si discute quindi ampiamente sulla posizione da assumere come Rete in merito alla Buona scuola; si dà lettura del documento dell'Asal e si concorda, a livello di dirigenza, di sostenerlo pubblicando sul sito della rete la seguente comunicazione:
"#LA BUONA SCUOLA"
I DD.SS. DELLA RETE DEL XIV-XV DISTRETTO CONDIVIDONO E SOSTENGONO LA POSIZIONE DELL'ASAL IN MERITO ALLA BUONA SCUOLA.
PER ULTERIORI APPROFONDIMENTI NEI SITI DELLE SINGOLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE SONO PUBBLICATE LE MOZIONI DEI COLLEGI DOCENTI

            Le scuole procederanno autonomamente a pubblicare sui propri siti le mozioni dei relativi collegi docenti.
           
            Si passa quindi alla discussione del terzo punto all'o.d.g.
            I DD.SS. esaminano la Direttiva ministeriale sulla valutazione: esprimono perplessità sulla modalità di attuazione e si confrontano sul contenuto delle Circolare del MIUR, ritenendo che all'interno delle singole scuole siano già sostanzialmente presenti i gruppi di lavoro sull'autovalutazione.
            Si ritiene che, ancora una volta, le scuole dovranno rispondere della qualità dell'offerta formativa con risorse sempre minori ed insufficienti.

            Per il quarto punto all'o.d.g. il DS Santoro informa che sta procedendo, un po' a rilento, la raccolta delle iscrizioni; il corso si svolgerà di giovedì e inizierà il primo o il secondo giovedì di dicembre, compatibilmente con gli impegni del CEDIS; il DS Lauricella comunica che l'IC "Via Valente" potrebbe ospitare il corso solamente se si svolgesse di lunedì, pertanto deve declinare la disponibilità già data; il DS Dore dell'istituto superiore Di Vittorio-Lattanzio offre la disponibilità della sua scuola; i presenti lo ringraziano e concordano la scelta della sede. Il Ds Santoro sollecita le iscrizioni.
          
            Si dà la parola al referente dell'Osservatorio Integrato sulla disabilità R.Zarra. Il docente illustra brevemente il progetto di Formazione per il quale si chiederà il finanziamento di circa 4000 euro all'USR. L'IC "Via Ferraironi" ne sarà il capofila; al fine di una migliore realizzazione del progetto stesso l'insegnante richiede un contributo economico alle scuole della Rete; il Ds Santoro risponde che tale contributo potrà essere dato successivamente all'eventuale finanziamento e sulla base degli effettivi partecipanti delle singole istituzioni scolastiche.
            Il docente Zarra prosegue quindi il suo intervento evidenziando la necessità di attivare progetti di formazione per l'educazione agli adulti, ed in particolare per le scuole superiori che hanno corsi serali e per i CTP del territorio; tale stimolazione è del DS del Galilei Carlo Cipolloni; i presenti concordano nella proposta; infine in merito al progetto PIPPI che coinvolge alcune istituzioni scolastiche del territorio, i servizi sociali e l'Osservatorio, Zarra presenta lo stato dei lavori e richiede che l'Osservatorio possa avere delle facilitazioni all'interno dello sviluppo dell'attività progettuale e possa non trovare troppi ostacoli 'formali' da parte dei dirigenti, ostacoli che rendono molto più difficoltosa la prosecuzione del progetto stesso.

            A questo punto si concorda nel rimandare alla prossima riunione il 5 punto all'o.d.g

            In chiusura di seduta il D.S. Santoro richiede il parere dei DD.SS. in merito alla richiesta dei Direttori S.G.A. che sentono la necessità di poter avere un corso di formazione a carattere 'pratico' sulle gare tenuto da esperti del settore e della scuola. I presenti accettano la richiesta e si rendono disponibili a contribuire con fondi della scuola alla realizzazione del corso purché il DSGA della propria scuola e/o gli AA.AA. intendano partecipare.
           
            Infine si concorda che la prossima riunione si svolgerà giovedì 18 dicembre con orario: 11.00/13.00, al fine di poter consentire il successivo incontro dei DD.SS. della rete per io tradizionale scambio degli auguri natalizi.

            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.20.

               Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 2 OTTOBRE 2014

Il giorno 2 ottobre 2014, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

1) Avvio delle attività di Rete e saluto ai nuovi Dirigenti
2) Problematiche avvio anno scolastico/Nuovo Piano Dimensionamento scolastico 2015/2016
3) Corsi di formazione Decreto L.vo 81/08
4) Corso di Aggiornamento/Formazione in Glottodidattica: Didattica dell'Italiano come L2
5) Osservatorio Integrato sulla disabilità: stato dei lavori e attività previste
6) Direttiva ministeriale sulla valutazione: confronto

 

Sono presenti i DD.SS.: T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), C.Simoncini (I.C. "Via Tor de' Schiavi"),  M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), C.Dore (IISS "Di Vittorio-Lattanzio"), S.Pasqualoni (I.C. "Via Ferraironi"), G.Infantino (Liceo Classico "I.Kant"), M.Zarra (I.C. "Piazza De Cupis"), A.Simonelli (I.C. "Alberto Manzi"), W.Giacomini (I.C. "Largo Cocconi"), R.Lauricella (I.C. "Via G.B.Valente"), C.Scipioni (Liceo scientifico "T.Levi Civita"), Docente C.Leonardis (I.C. "Via Luca Ghini"); sono presenti inoltre: il docente R.Zarra per l'Osservatorio Territoriale Integrato, il docente referente M. Cortellessa  (I.C. " A.Manzi")

            Si inizia la discussione con il primo punto all'o.d.g.
            Il D.S. Santoro, in qualità di coordinatore della Rete, dà il benvenuto ai nuovi Dirigenti Scolastici ai quali illustra sinteticamente il protocollo della rete, le modalità di organizzazione e di convocazione delle riunioni.
            Il referente dei docenti, M.Cortellessa, comunica che non si è ancora tenuta la prima riunione dei referenti delle scuole e pertanto non ci sono comunicazioni a riguardo.
            Si inizia quindi la discussione del secondo punto all'o.d.g.
            Con mozione di tutti i presenti viene inserito come punto all'o.d.g.: Nuovo Piano Dimensionamento Scolastico 2015/2016. Dopo una breve discussione tutti i presenti concordano nella volontà di non procedere ad ulteriori modifiche dell'attuale assetto. Viene dato mandato al DS Santoro di darne comunicazione formale al Presidente Palmieri ed all'Assessore Castello.
            Si iniziano quindi ad esaminare le principali criticità dell'avvio dell'a.s. che vengono così individuate:

  • supplenze temporanee (difficoltà a reperire i docenti supplenti a causa della mancata pubblicazione delle graduatorie definitive, mancanza di docenti supplenti per i posti di sostegno ancora vacanti)
  • istruzione domiciliare (nuova disposizione che prevede l'accantonamento di una quota del FIS)
  • nomina di supplenti per l'ora di attività alternativa all'insegnamento della religione cattolica (se ne discutono le modalità)
  • Multiservizi e "Scuole belle" (si discute sullo stato di degrado delle istituzione scolastiche e sulle criticità relative ai lavori di manutenzione realizzabili all'interno del progetto "Scuole belle"; tutti i presenti esprimono dissenso sulle modalità di attuazione del progetto stesso)
  • necessità di interventi strutturali all'interno delle scuole, di forniture di arredi, di interventi di manutenzione ordinaria per i quali mancano sempre i fondi
  • mense scolastiche: recupero crediti delle mense in autogestione (i DD.SS. esprimono tutte le preoccupazioni relative alla difficoltà di recuperare le somme, anche ingenti, dovute dalle famiglie per il servizio di mensa scolastica)

           
            Si passa quindi alla discussione del terzo punto all'o.d.g.
            Dopo un breve confronto in relazione alle criticità presenti nelle scuole, il DS Infantino dà informazioni sui corsi per la sicurezza organizzati nella sua scuola da Euservice (primo soccorso, preposti) e indirizzati anche alle scuole della rete. Comunica modalità, date e costi; le scuole interessate potranno inviare personale da formare.

            Per il quarto punto all'o.d.g. il DS Santoro informa i presenti che si organizzerà nuovamente la formazione in Glottodidattica con il CEDIS che ha suscitato grande interesse da parte dei docenti. In tal senso è previsto sia un nuovo corso di primo livello sia un corso di secondo livello viste le numerose richieste di prosecuzione. Il DS Pintus informa che la sua sede non è più disponibile ad ospitare i corsi, dà la disponibilità il DS Lauricella dell'IC Via G.B.Valente. Scuola capofila sarà nuovamente l'I.C. Olcese; il DS Santoro prenderà contatti con il CEDIS per definire le modalità organizzative ed i costi, ne darà quindi comunicazione a tutte le scuole della Rete.
          
            Si dà la parola al referente dell'Osservatorio Integrato sulla disabilità R.Zarra per la discussione del quinto punto all'o.d.g.
            Il docente illustra lo stato dei lavori dell'Osservatorio. Presenta il "Protocollo di osservazione per l'individuazione dei BES" predisposto dal gruppo di lavoro dell'Osservatorio, tale protocollo potrà essere sperimentato nelle scuole interessate sia con il supporto del proprio docente referente sia con il supporto di altro docente dell'Osservatorio che si renda disponibile a tale impegno; è indirizzato alla fascia di età 7-15 anni ed è stato predisposto anche con l'aiuto di figure specialistiche professionali. Specifica che tale protocollo può essere utilizzato senza alcun automatismo, che è fondamentale leggerne la premessa e farsi supportare nell'utilizzo da docenti membri dell'osservatorio. Il docente Zarra dà quindi comunicazione del Convegno "Lim e Nuove tecnologie per l'inclusione" che si svolgerà il 6 e 7 novembre presso l'Università di Roma Tre con la collaborazione dell'Osservatorio della Rete. Infine vengono date alcune comunicazioni relative a: proposta di Protocollo di Intesa da attivare con l'AIPD (Associazione italiana per le persone Down) per l'attivazione di un servizio di consulenza, orientamento ed informazione; proposta di collaborazione con l'istituto Vaccari; proposta di candidatura da presentare per la realizzazione del CTS per l'inclusione all'interno del territorio del V Municipio, come già più volte discusso all'interno della Rete.
            I presenti concordano con tutte le iniziative evidenziandone lo spessore e la significatività, ringraziano il docente Zarra, e tramite lui tutti i docenti dell'Osservatorio, per il lavoro svolto; il DS Santoro trasmetterà a tutte le scuole i materiali relativi a quanto presentato.
           
            In merito al sesto punto si rimanda la discussione alla prossima riunione.
           
            Infine tutti i presenti assumono la seguente posizione in merito a "La Buona Scuola:
            "In relazione a 'La Buona Scuola' si esprimono forti perplessità sia in merito ai contenuti che alle modalità di consultazione; dagli anni novanta la scuola pubblica ha subito pesanti tagli agli investimenti sia in termini di personale che di risorse economiche, per non parlare delle strutture sempre più inadeguate; pur apprezzando la volontà del governo di migliorare la scuola ciò dovrà passare attraverso un serio piano di investimenti ed una inversione di tendenza in merito al depauperamento di risorse umane, economiche e materiali avvenuto negli ultimi venti anni"

            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.20.

Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DELL' 8 MAGGIO 2014

Il giorno 8 maggio 2014, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

  1. Resoconto della riunione dei docenti referenti (relazionano Cortellessa o Falsetti)
  2. Nuovi Regolamenti Comunali in via di definizione (Concessione locali, Interventi dei genitori all'interno degli edifici)
  3. Aggiornamento sui progetti presentati (riferiscono le scuole Capofila)
  4. Organici
  5. Esami di stato (per ordine di scuola): questioni aperte
  6. Prima verifica e valutazione del nuovo protocollo

Sono presenti i DD.SS.: T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"),  D.S. M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), F.De Carolis (IISS "Di Vittorio-Lattanzio"), S.Pasqualoni (I.C. "Via Ferraironi"), G.Infantino (Liceo Classico "I.Kant"), B.Vallefuoco (Istituto superiore paritario "Minerva"); sono presenti inoltre: il docente vicario del D.S. M.Zarra - P.Cusinato (I.C. "Piazza de Cupis"), il docente vicario del D.S. D.Gentilini - C.Cerenzia (I.C. "Via Aretusa"), il prof. I.Lo Presti (ISIS "Ambrosoli"), il docente referente C.Falsetti  (I.C. " Via Tor de' Schiavi "

Si inizia la discussione con il primo punto all'o.d.g.
           Il referente Carmela Falsetti comunica che la riunione dei docenti è stata posticipata ad oggi perché l'assessore Castello aveva dato disponibilità ad incontrare i referenti di rete ma tale incontro poi non è più avvenuto. Riferisce inoltre che è terminato il Corso di Glottodidattica con grande interesse da parte dei docenti. Viene richiesta la possibilità, così come già concordato, di effettuare un nuovo corso per tutti coloro che sono rimasti esclusi; inoltre si ritiene opportuno avviare anche un corso di secondo livello viste le numerose richieste di prosecuzione. Si concorda pertanto quanto segue: nel mese di settembre verrà attivato un nuovo corso di primo livello con le medesime modalità (IC Olcese scuola capofila, IC Via dei Sesami scuola ospitante); successivamente si valuterà l'interesse dei docenti per un eventuale corso di secondo livello.
          
           Il DS Santoro chiede ai colleghi notizie sulla riunione organizzata dall'Assessore Castello in merito all'integrazione degli alunni stranieri. Dei presenti ha partecipato alla suddetta riunione il DS Pasqualoni che riferisce quanto segue.
           Erano presenti numerose associazioni che operano nel territorio ed è stato presentato il progetto di uno Sportello d'ascolto rivolto agli stranieri presenti nel municipio, sportello diretto ad un aiuto concreto sia per eventuali pratiche amministrative sia per l'integrazione nella scuola. Al momento non è possibile conoscere la data di inizio di tale iniziativa in quanto non vi sono certezze sul suo finanziamento.
           Si discute quindi su tale iniziativa e emergono in particolare alcune problematiche relative alla dislocazione dello sportello che potrebbe rappresentare un problema per l'utenza delle zone più decentrate del municipio, inoltre si ritiene che sarebbe invece più opportuno avere una 'task force' di mediatori culturali al fine di aiutare gli stranieri nelle questioni di ordinaria amministrazione ed in particolare nell'integrazione scolastica.
           Si ragiona quindi sulla necessità di coinvolgere maggiormente le scuole superiori in iniziative di continuità proprio per gli alunni stranieri che nella scuola dell'obbligo svolgono a volte percorsi didattici differenti e non sempre acquisiscono tutte le competenze di base per il passaggio alle scuola superiori; d'altra parte le scuole superiori presenti, nelle quali esiste un buon numero di alunni stranieri frequentanti, sono ben consapevoli di tali problematiche e ne tengono conto nella programmazione disciplinare; appare quindi evidente l'importanza di stabilire all'interno della rete dei momenti di riflessione comune sia per favorire il passaggio degli alunni stranieri da un' ordine scolastico all'altro sia per costruire insieme un curricolo più adatto alle esigenze di tali studenti.
           Prima di passare alla discussione del secondo punto all'ordine del giorno, si prende spunto per riflettere nuovamente sui rapporti fra le scuole ed il Municipio V.
           I presenti, pur comprendendo le grandi difficoltà derivate dalla fusione dei due municipi, auspicano per il prossimo anno scolastico maggiore coordinamento, tavoli di lavoro comuni e progettazioni condivise al fine di ottimizzare tutte le risorse presenti nel territorio.
           Prende quindi la parola il DS Caroni che riporta la proposta di collaborazione presentata dalla Rete Scuolemigranti per l'integrazione degli alunni stranieri. La Rete Scuolemigranti nasce come onlus che mette insieme le associazioni di volontariato presenti nel territorio per l'insegnamento dell'Italiano agli stranieri adulti, la proposta di collaborazione nasce dal'intento di estendere tale attività alla scuola di base, creando delle sinergie che possano mettere direttamente in contatto le Associazioni con le Scuole. Propongono una Convenzione-Tipo, che viene distribuita in copia a tutti i presenti, che ogni scuola potrà adattare al proprio contesto territoriale ed alle proprie esigenze, fermo restando che, trattandosi di Associazioni di Volontariato, sarà necessario un attento monitoraggio delle loro attività per valutarne l'effettiva ricaduta nell'integrazione dei minori stranieri frequentanti le scuole della rete. I presenti ritengono molto interessante l'iniziativa che verrà quindi inserita nel protocollo di Rete ed a tal fine concordano di incontrare i responsabili della ReteScuole Migranti.
           Il DS Caroni procede quindi con una sintetica esposizione dei Nuovi Regolamenti Comunali in via di definizione e per i quali l'Asal ha ritenuto opportuno richiedere al Comune la possibilità che le scuole potessero almeno essere ascoltate per condividerne il più possibile i contenuti.
           Il primo Regolamento riguarda l'utilizzo degli spazi scolastici (palestre ed altri locali); sono state richieste dall'Asal alcune modifiche al regolamento in via di definizione e le stesse sono state accolte; in particolare è stato richiesto il maggior coinvolgimento possibile delle scuole nelle decisioni. La novità riguarderebbe la possibilità da parte dei Municipi di richiedere alle scuole anche locali quali biblioteche, laboratori, teatri, da destinare all'utilizzo da parte di Associazioni che ne facciano richiesta. Al momento comunque non si sa ancora quando tale regolamento potrebbe entrare in vigore né se i Municipi lo recepiranno così come deliberato a livello comunale; appare del tutto evidente che le scuole dovranno porre la massima attenzione nella concessione di locali diversi dalle palestre al fine di tutelare le proprie dotazioni e valutare l'ingresso di Associazioni all'interno di tutti i locali scolastici. Il DS Infantino riporta un episodio relativo al suo istituto in merito alla concessione della palestra ed alla modalità con la quale la medesima concessione è stata autorizzata dalla provincia.
           Il secondo Regolamento in via di definizione riguarda il contributo che i genitori forniscono a tutte le scuole come opera di volontariato quali per esempio: la tinteggiatura delle aule; la manutenzione dei giardini; piccoli lavori nelle aule, ecc. Il regolamento avrebbe l'intento di normare tali interventi prevedendo la costituzione di un albo del cittadino attivo, la supervisione del Municipio, la definizione di tempi e modalità per gli interventi al fine, da un lato, di sollevare le scuole dalle responsabilità oggettive e dall'altro di garantire alcuni piccoli interventi che la scarsità di fondi non consente di eseguire nell'ordinaria gestione degli edifici. Appare evidente il rischio di eccessiva delega ai genitori su attività di ordinaria amministrazione degli uffici tecnici. I presenti ritengono però positiva la possibilità di normare quanto già avviene per avere maggiori garanzie da un punto di vista della sicurezza; il DS Santoro invece, pur ritenendo opportuno avere maggiori garanzie nell'ambito della sicurezza, teme che un Regolamento molto vincolante allontanerebbe i genitori dalle piccole opere di volontariato, creerebbe nuovi 'vincoli' normativi alle scuole e nuovo lavoro per l'organizzazione degli interventi e darebbe anche un alibi eccessivo agli uffici preposti per ridurre gli interventi necessari nelle scuole. In ogni caso il DS Caroni specifica che anche in tale materia si tratterebbe di un Regolamento-quadro che ogni singolo Municipio potrà recepire ed adattare alle proprie esigenze.

           Si passa quindi alla discussione del quarto punto: Organici.
           In relazione agli organici già assegnati (infanzia e primaria) si esprimono perplessità sulla modalità di assegnazione alle primarie: pur nell'aumento delle classi autorizzate al funzionamento a tempo pieno il taglio delle compresenze fino alle classi terze continua a rappresentare una difficoltà organizzativa per le scuole e una privazione di risorse fondamentali per la qualità delle attività didattiche; si ragiona inoltre sull'assegnazione dell'organico di sostegno: è sicuramente aumentato il rapporto docenti-alunni dando maggiore stabilità agli organici; ciò non è avvenuto però per le tipologie DH e CH per le quali spesso sono stati lasciati mezzi posti non abbinati con conseguente perdita di posto di docenti titolari; resta il dubbio su come verrà assegnato l'organico di fatto, ossia se si terrà conto delle leggi 104,art.3,c.3 ed in che misura: rapporto 1/1 o solo posti in deroga sul totale degli iscritti; tale questione appare piuttosto problematica in merito alle legittime aspettative dei genitori in particolare perché a molti di loro, sia le ASL che a volte gli Uffici stessi dell'APT, hanno dichiarato il loro diritto ad avere un rapporto 1/1, fatto per altro non suffragato dalle normative vigenti; i DD.SS. presenti auspicano maggiore chiarezza da parte degli uffici anche con note ufficiali al fine di non doversi nuovamente trovare in prima persona a gestire situazioni diverse e contraddittorie; ciò anche al fine di poter tutelare tutti gli alunni portatori di handicap che frequentano le scuole riservandosi la possibilità, nei GLH di istituto, di valutare, in base alle risorse assegnate, i casi più gravi ai quali destinare maggiore supporto.
           In merito al punto quinto all'o.d.g. non si ritiene ci siano elementi di discussione.
           Si passa quindi all'ultimo punto.
           I presenti esprimono piena soddisfazione per le attività svolte dalla rete nel corrente anno scolastico e valutano positivamente il protocollo di rete vigente.
          
           In chiusura di riunione i presenti decidono di non convocare la riunione di giugno, dati i numerosi impegni coincidenti con la fine dell'anno scolastico e con gli esami di stato, fatte salve eventuali esigenze particolari che dovessero emergere in questo ultimo mese; le riunioni di rete riprenderanno regolarmente con l'avvio del nuovo anno scolastico.

            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.20.

Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 3 APRILE 2014

Il giorno 3 aprile 2014, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

  1. Resoconto della riunione dei docenti referenti
  2. Bes e Prove Invalsi
  3. Corsi Formazione D.L.vo 81/08
  4. Iscrizioni: ipotesi di accordo per le iscrizioni in corso d'anno
  5. Registro Elettronico
  6. Rapporti con gli EE.LL. (Munhicipio, Comune, Provincia)
  7. Varie

Sono presenti i DD.SS.: T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"),  M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), A.Simonelli (I.C. "A.Manzi"), D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), S.Pasqualoni (I.C. "Via Ferraironi"), N.Fiorini (I.C. "Via L.Dal Verme"); M.Zarra (I.C. "Piazza de'Cupis"), R.M.Lauricella (I.C. "Via G.B.Valente"); il I collaboratore del D.S. P.Tanfulla (I.C. "Via Luca Ghini"); sono presenti inoltre: il docente referente M.Cortellessa  (I.C. "A.Manzi").

            Si inizia la discussione con il primo punto all'o.d.g.
           Il referente dei docenti M.Cortellessa riferisce sull’ultima riunione dei docenti.
           a) I docenti stanno cercando di fare una mappatura delle Associazioni presenti nelle scuole, ed in particolare di quelle con le quali è stato costruito un buon rapporto di collaborazione, al fine di poterle coinvolgere in eventuali progetti
           b) Il sottogruppo che avrebbe dovuto occuparsi della stesura dei progetti è al momento costituito da sole due persone, i docenti Natalini e Zarra, in quanto chi aveva dato disponibilità non ha più partecipato. Si chiede ai DD.SS. di individuare all'interno di ogni Collegio un docente referente che possa partecipare con continuità agli incontri
           c) L'Assessore alla scuola ha manifestato interesse per un eventuale incontro con i docenti referenti delle scuole
           d) In merito ai dimensionamenti avvenuti due anni fa i docenti continuano a lamentarsi su come sono stati attuati e sugli squilibri che ogni scuola ha dovuto affrontare in relazione alla diversa consistenza degli ordini di scuola presenti nei singoli istituti comprensivi.
           Prendono la parola i DD.SS. che, dopo aver ascoltato le proposte dei docenti, esprimono perplessità in merito alla possibilità di 'forzare' i docenti alla partecipazione al Gruppo progetti, tale tentativo è stato già fatto più volte ma evidentemente non esiste da parte di molti docenti la motivazione per partecipare a tali incontri né è possibile costringerli. Sul punto d) non si ritiene opportuno riprendere la discussione sui  dimensionamenti già fatti; si apre altresì un ampio dibattito su eventuali ulteriori modifiche all'assetto territoriale, in particolare nel territorio dell'ex VI Municipio permangono squilibri relativi al predominio di un ordine di scuola sull'altro, come per esempio nell'I.C. "Via L.Dal Verme" che ha una predominanza di scuola secondaria di I grado rispetto alle classi di scuola primaria o come nell'I.C. "Via Ferraironi" dove succede esattamente il contrario; sembra però complesso in questo momento ripensare ad un assetto diverso anche perché potrebbe significare la soppressione di un istituto a favore di un altro; inoltre il Collegio Docenti dell'I.C. "Via dei Sesami" richiede un impegno, da parte della Rete, a non alterare le caratteristiche dei diversi plessi presenti nel territorio in relazione alla tipologia di classi ospitate. Su tale problema il D.S. Caroni ricorda però che tali modifiche non possono comunque avvenire senza autorizzazione dell'USR Lazio e del Municipio di competenza, per evidenti problemi logistici, di strutture e di codici meccanografici; in linea di massima tutti i presenti accolgono comunque la richiesta; in merito invece ad eventuali nuovi piani di dimensionamento tutti concordano sulla necessità che gli stessi siano il più ampiamente condivisi con il Municipio V e che non siano invece imposti dall'alto; viene comunque evidenziato dal DS Caroni che sarebbe sempre opportuno che interessi particolari non prevalgano su interessi generali.
           Si chiederà al Municipio V di coinvolgere le scuole nelle decisioni in caso di ridefinizione dell'assetto territoriale delle scuole e di condividerle attraverso tavoli tecnici che vedano la presenza di tutti i soggetti interessati.
          
           Il punto due non viene discusso non essendoci novità in merito.
          
           Si passa al punto tre; in assenza del DS Infantino che sta organizzando i corsi, il DS Pintus riferisce per conto del collega su quali sono i corsi che stanno per partire e sulle modalità di iscrizione. Gli interessati potranno comunque chiedere maggiori delucidazioni al Ds Infantino.

           Si passa al quarto punto all'o.d.g.
           Si discute ampiamente sulle difficoltà relative alle iscrizioni degli alunni in corso d'anno, in particolare per gli alunni stranieri di prima immigrazione là dove si verifica il fenomeno della mancata accettazione della scuola del territorio e del'indirizzamento verso le scuole che storicamente accolgono più alunni stranieri. Dal momento che il problema non è di facile risoluzione si concorda la necessità di un confronto puntuale e diretto fra i DD.SS. nel momento in cui una iscrizione non può essere accettata, assumendosi l'impegno a rispettare il più possibile la territorialità delle famiglie.

           In merito al quinto punto ci si confronta sullo stato dell'arte. Emergono parecchie difficoltà nelle scuole per un sistema non ancora a regime; in ogni caso si sta procedendo, pur nelle mille piccole difficoltà; in particolare nella scuola secondaria di I grado si sta lentamente portando a regime il registro elettronico e nella maggior parte delle scuole gli scrutini si svolgono con tale modalità.

           Si passa al sesto punto.
           il DS Santoro lamenta la difficoltà di relazione con gli EE.LL. ed in particolare il fatto che non ci sia più stata la possibilità di organizzare delle Conferenze di servizio fra la Direzione politica ed amministrativa del Municipio e le scuole. Nell'ex VII municipio era possibile organizzare incontri durante i quali le scuole venivano messe a conoscenza del bilancio e delle procedure adottate dagli uffici; in tali occasioni era molto utile il confronto che pur non portando sempre a soluzioni, consentiva a tutti di avere un quadro generale; si comprendono le difficoltà dovute all'unificazione dei due municipi VI e VII ma si avverte la necessità di sistematizzare gli incontri al fine di condividere problematiche, iniziative e conoscenze reciproche.
          
           Prende la parola il DS Caroni che illustra alcune recenti novità:
           - saranno stanziati dei fondi destinati alle Società che hanno appalti esternalizzati nelle scuole per la realizzazione di lavori di piccola manutenzione; tali fondi potranno però essere utilizzati unicamente con le Ditte già presenti a scuola e bisognerà fare attenzione che non ci siano conflitti di competenze con gli uffici Tecnici dei Municipi
           - è in via di definizione un nuovo regolamento per l'assegnazione degli spazi scolastici ad associazioni esterne, riguarderà non solo le palestre ma anche i locali della scuola come aule, teatri, biblioteche, laboratori, ecc.
           - il Comune di Roma sta lavorando ad un Regolamento che disciplini l'ingresso di genitori e/o altri cittadini, definiti "Cittadini attivi" nelle strutture scolastiche per piccoli lavori quali tinteggiature, manutenzione, tenuta giardini, ecc.
           Il DS Caroni, dal momento che l'Asal è stata coinvolta nella definizione dei due Regolamenti, informerà i colleghi sugli ulteriori sviluppi.

            Nella Varie prende la parola il DS Fiorani che, pur comprendendo l'urgenza di molte delle tematiche discusse, chiede che siano rimesse negli ordini del giorno aspetti più legati alla didattica ed alla progettualità delle scuole.

            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.00.

Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 6 MARZO 2014

Il giorno 6 marzo 2014, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

  • Resoconto della riunione dei docenti referenti
  • Progetti Europei: incontro con Vincenzo Leone
  • Sostegno e procedure
  • Progetto sui Disturbi di Apprendimento in collaborazione con l'Opera Sante de Sanctis (eventuale prosecuzione Progetto ABC)
  • Iscrizioni
  • Contratto Pulizie
  • Varie
 

Sono presenti i DD.SS.: T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"),  D.S. M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), A.Simonelli (I.C. "A.Manzi"), D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), il docente vicario del D.S. M.Zarra - P.Cusinato (I.C. "Piazza de Cupis"); W.Giacomini (I.C. "Largo Cocconi"); sono presenti inoltre: il docente referente C.Falsetti  (I.C. " Via Tor de' Schiavi "), il docente referente M.Cortellessa  (I.C. "A.Manzi") e il docente referente dell'Osservatorio Territoriale Integrato sulla disabilità - R.Zarra (I.C. "Via Ferraironi")

            Si inizia la discussione con il primo punto all'o.d.g.
           Il referente dei docenti Carmela Falsetti riferisce sull’ultima riunione dei docenti.
           Come prima cosa riferisce in merito ad alcune lamentele espresse dai docenti in relazione alla mancata comunicazione, da parte delle proprie scuole, del Corso di Formazione Italiano come L2, ormai già iniziato; a tali docenti è stato comunque fatto presente che le comunicazioni sono state inviate a tutte le scuole e che il problema è stato interno ai singoli istituti; interviene il DS Santoro che, dopo aver nuovamente ricordato tutte le comunicazioni inviate alle scuole per il corso,  comunica che è possibile, numero di iscritti permettendo, far partire subito un secondo corso, Falsetti risponde però che tale disponibilità al momento purtroppo non c'è da parte del CEDIS che è disponibile per il prossimo anno scolastico; il DS Santoro propone allora di far partire subito, dal mese di settembre, un secondo corso indirizzato a tutti i docenti che, per i motivi più diversi, sono rimasti fuori da questo primo gruppo. Tutti i presenti concordano.
           Falsetti prosegue quindi comunicando che il gruppo Progetti, costituito da sette docenti referenti delle scuole, ha iniziato il suo lavoro e intende, in fase preliminare e con l'aiuto di Vincenzo Leone, impegnarsi nella ricerca dei bandi che sistematicamente escono e che possono interessare le scuole di Rete; inoltre il gruppo ha iniziato a lavorare su un progetto di prevenzione della dispersione scolastica da presentare alla prossima scadenza progettuale prevista per il 30 aprile.
           Il DS Santoro comunica che è stata presentata alla Rete una proposta progettuale per aderire al Programma Erasmus Plus.
           Si passa quindi alla discussione del secondo punto all'o.d.g. e si dà la parola a Vincenzo Leone che si presenta specificando quale tipo di collaborazione intende dare alla Rete: in qualità di esperto in Progetti Europei, supporterà i docenti nella predisposizione dei Progetti da presentare alle diverse scadenze, aiuterà nella stesura senza entrare nel merito dell'idea progettuale e collaborerà per tutta la parte tecnico-amministrativa; in tal senso il suo compenso sarà inserito nelle spese di progetto e riconosciuto solamente qualora il progetto acceda ai finanziamenti. I presenti concordano su tale modalità.
           Prende la parola il DS Santoro che informa i presenti di essere stata contattata, in qualità di Coordinatore della Rete e su indicazione del DS Fiorani, dalla Associazione Anthea che propone un progetto, riguardante il solo primo ciclo, da presentare all'interno del programma Erasmus Plus. Illustra quindi ai presenti la proposta che ha come tematica di fondo la costruzione di un Curricolo Europeo Interculturale attraverso varie fasi: dallo scambio di esperienze fino alla costruzione di moduli per l'educazione linguistica culturale quali strumento operativo di un curricolo da condividere a livello europeo. Fra i partner è già disponibile l'Università per la parte scientifica. Alla rete viene richiesto di essere capofila del progetto. Dopo ampia discussione, verificato l'interesse della maggior parte delle scuole, acquisita anche la disponibilità dell'I.C. Olcese ad essere scuola capofila, si concorda di definire un incontro più operativo con l'Anthea per l'esame più dettagliato del progetto al fine di sciogliere alcuni nodi, nel frattempo il DS Santoro invierà il progetto a tutte le scuole verificando le disponibilità di tutti gli IC; in relazione alla riunione con Anthea si rendono disponibili i DD.SS.: Caroni, Fiorani, Frasca, Simonelli.
           Si concorda comunque nella presentazione come Rete del progetto.
           Vincenzo Leone lascia la seduta.
          
           Si passa quindi alla discussione del terzo punto.
           Nell'imminente scadenza per la presentazione degli organici di sostegno vengono evidenziati alcuni nodi critici:

  • i codici utilizzati dalle strutture che certificano lo stato di handicap non fanno sempre riferimento all'ICD10 come richiesto dall'USR Lazio; i presenti ritengono però di dover indicare esclusivamente i codici delle certificazioni, rimandando all'USR Lazio il problema della disomogeneità dei medesimi; tale problema verrà comunque posto all'attenzione delle ASL nella prevista Conferenza di servizio con il Municipio V e le ASL del territorio
  • certificazione Legge 104 comma 3: non si hanno certezza che gli organici saranno assegnati con la deroga per gli alunni che si avvalgono di tale certificazione, la situazione è piuttosto complessa poiché, pur avendo assegnato le deroghe nominalmente, l'USR Lazio ha dato interpretazioni diverse ai DD.SS. ed ai genitori; infatti l'indicazione non è stata di dare il rapporto 1/1 a tutti gli alunni con deroga ma è stato molto difficile non farlo in quanto le deroghe sono state 'nominali' e ciò ha creato legittime aspettative nelle famiglie che, quasi sempre, hanno 'preteso' il rapporto 1/1, in questo supportate anche dagli enti accreditati  che evidenziavano tale diritto; non sembra al momento che ci saranno chiarimenti definitivi in tal senso e la situazione resta ancora molto complessa
  • resta infine il grosso problema degli alunni che, pur essendo certificati, hanno situazioni di disagio in famiglia che non consente loro di avere adeguate tutele in merito all'assegnazione del sostegno (riconoscimento Legge 104, difficoltà ad accedere ai servizi e quindi 'rinuncia' ai medesimi, ecc.)

           Appare quindi del tutto evidente che le attuali regole nell'assegnazione degli insegnanti di sostegno non rispondono alle reali esigenze degli alunni e ciò rappresenta una grande criticità; prende la parola il DS Caroni che riferisce l'impegno dell'Asal nelle questioni evidenziate; informa che era stato richiesto un incontro ufficiale ASAL - USR Lazio ma purtroppo la riunione concordata con il Direttore M.M.Novelli per la discussione di tali criticità è stata rimandata all'ultimo momento e non è stato più possibile incontrare l'USR Lazio. Per quanto riguarda invece le scuole sarebbe opportuna una inversione di tendenza poiché ora il punto nodale è che il monte orario viene percepito come un fatto individuale mentre invece dovrebbe essere una risorsa per la scuola da gestire con una modalità diversa: il diritto dell'alunno con handicap è all'apprendimento e non ad un monte orario fisso! Sarebbe necessaria una battaglia culturale in tale direzione per superare il concetto di diritto soggettivo dell'alunno ad un monte ore definito.
           Interviene il DS Santoro che concorda con la posizione del DS Caroni e porta alla discussione un'altra tematica che è quella della stabilità degli organici dei docenti di sostegno e della perdurante distinzione fra ruolo di sostegno CH, DH, EH; questo porta ad una fuga da parte dei docenti di sostegno dalle cattedre assegnate per gli alunni minorati della vista e dell'udito in quanto, essendo questa tipologia di handicap la meno diffusa, il docente di sostegno rischia continuamente la perdita di titolarità e pertanto preferisce la titolarità sul così detto disabile psico-fisico; ciò provoca però una mancata continuità didattica per gli alunni CH e DH, a fronte del fatto che ormai tutti i docenti hanno la specializzazione per le tre tipologie, non si comprende come non sia possibile unificare in tale direzione gli organici anche per dare maggiore continuità a tutti gli alunni disabili a prescindere dalla tipologia di handicap.
           Prende quindi la parola il referente dell'Osservatorio Integrato sulla Disabilità Zarra che ritiene che la mancata stabilizzazione degli organici sia una volontà dell'USR in quanto si punta a mantenere il sostegno nella percentuale del 2% mentre nel Lazio le certificazioni sono molte di più della media nazionale di alunni con disabilità. Dal momento che sarà fondamentale avere il riconoscimento della Legge 104 c.3 esiste il problema che le ASL non hanno sufficienti risorse per tutte le richieste di certificazioni e la ASL RMB di Piazza dei Mirti si sta inoltre orientando, dato il taglio alle loro risorse, alla partecipazione ad un GLH ad inizio ciclo scolastico ed uno alla fine fatte salve le eccezioni per le situazioni particolarmente complesse. Ciò crea problema anche rispetto alle diagnosi funzionali che invece i Centri Accreditati fanno sempre perché su questo hanno un controllo. Altro problema è che non è ancora stata fatta la Conferenza Stato/Regioni per il riordino della materia e questo rappresenta un altro elemento di criticità.
           In merito invece all'incontro richiesto dai DD.SS. il Presidente del Municipio V ha dimostrato grande interesse e probabilmente la data possibile sarà all'inizio di Aprile. I problemi organizzativi sono molti perché si sta cercando di far partecipare oltre al Municipio, le ASL e altri enti preposti all'integrazione.
           I presenti concordano nel mandare una richiesta ufficiale al Presidente Palmieri in supporto al suo impegno in tale direzione.
          
           Si passa alla discussione del punto  quarto.
           Zarra informa sulla elaborazione del Progetto da presentare, in collaborazione con l'opera Sante De Sanctis, relativo ai DSA, versione aggiornata del progetto ABC già presentato qualche anno fa e che avrà come destinatari gli alunni dagli 8 agli 11 anni. La proposta è che il centro possa prendere in carico dai 25 ai 30 alunni di età compresa tra gli 8 anni e gli 11 anni, con DSA, che abbiano avuto una diagnosi da meno di 6 mesi e non siano riusciti ancora ad essere presi in carico; sarebbero coinvolti i docenti (uno per scuola) disponibili a fare da tutor all'interno del progetto. Per la presentazione è necessario che almeno due o tre scuole della Rete costituiscano un ATS e ciò deve essere fatto presso uno studio notarile; un genitore 'notaio' ha già dato disponibilità in tal senso; manifesta disponibilità l'I.C. "Via dei Sesami"; i presenti, compreso l'I.C. "V.le Venezia Giulia" (pur non essendo presente ha inviato comunicazione a riguardo) sono interessati al progetto ma manifestano alcune perplessità organizzative ed in relazione alla costituzione dell'ATS.

           Si passa alla discussione del quinto punto all’o.d.g.
           I presenti si confrontano sulle iscrizioni. Viene evidenziato nuovamente il problema delle iscrizioni degli alunni, in particolare di quelli stranieri, in corso d'anno.
           Il DS Simonelli ritiene che non sia possibile continuare a non accogliere le iscrizioni indirizzando gli alunni solamente ad alcune scuole; dopo ampia discussione si concorda la necessità di affrontare il problema in un incontro tecnico nel quale definire alcune linee guida; in particolare si ragiona sulla fattibilità di costruire una piccola banca dati aggiornabile e da pubblicare sul sito di Rete in area riservata al fine di avere una mappatura delle disponibilità di posti all'interno delle scuole di Rete.

           Si passa alla discussione del punto sei all'o.d.g.
            Il DS Caroni prende la parola elencando tutte le problematicità della firma del nuovo Contratto così come sono state evidenziate anche dalle singole scuole.
            I maggiori problemi evidenziati sono risultati essere i seguenti:

  • difformità delle quote assegnate alle scuole (anche all'interno delle Rete, una scuola ha assegnata una somma superiore alle sue necessità ma non può restituirla)
  • il piano delle attività è stato spesso restituito con palesi errori e forzature per costringere le scuole ad utilizzare tutta la cifra in attività ordinarie e non lasciare quasi nulla nell'extra-canone
  • nonostante che i servizi acquistabili siano: a canone, integrativi, extra-canone, la volontà è di utilizzare completamente i finanziamenti per l'ordinario
  • l'obbligo di firmare nonostante le difformità rilevate al fine di non interrompere il servizio e di non danneggiare i lavoratori della Multiservizi.

            Resta l'impegno dell'ASAL a continuare a monitorare tutta la questione cercando di evitare disservizi nelle scuole. Il DS Caroni suggerisce di porre attenzione sul N.B. del verbale di consegna e sulla necessità di sollecitare, là dove necessario, l'Atto aggiuntivo. In merito al mese di marzo che ha avuto una proroga nel finanziamento, pur non essendo ufficiale, ha avuto verbalmente l'impegno del responsabile della Multiservizi a contattare tutte le scuole per definire come impegnare la quota economica ricevuta in più.

            Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.00.

Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 16 GENNAIO 2014

Il giorno 16 gennaio 2014, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

  1. Resoconto della riunione dei docenti referenti
  2. Organizzazione Formazione Corso Glotto-didattica
  3. Amministrazione trasparente
  4. Corsi di formazione Decreto L.vo 81/08
  5. Registro elettronico e Scrutini on line
  6. Avviso Assemblea plenaria ASAL

Sono presenti i DD.SS.: T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"), vicario prof. Pirotta del D.S. N.Fiorini (I.C. "Via Luchino dal Verme"),  prof. C.T. De Bella collaboratore del DS D.Gentilini (I.C. “Via Aretusa”), prof.ssa A. Venanzuola collaboratore del D.S. M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), S.Pasqualoni (I.C. “Via Ferraironi”), M.Zarra (I.C. "P.zza De Cupis"), D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), W.Giacomini (I.C. "L.Cocconi"); A.Simonelli (I.C. "A.Manzi"), G.Infantino (Liceo “Kant”), M. Pintus (I.C. "Via dei Sesami"), C.Mazzocchi (I.C. "Via Luca Ghini"); sono presenti inoltre: il docente referente C.Falsetti  (I.C. " Via Tor de' Schiavi "), il docente referente M.Cortellessa  (I.C. "A.Manzi") e il docente referente dell'Osservatorio Territoriale Integrato sulla disabilità - R.Zarra (I.C. "Via Ferraironi"). Alla fine della seduta ha partecipato anche il D.S. F.De Carolis (Istituto Superiore “Di Vittorio-Lattanzaio”)

            Si inizia la discussione con il primo punto all'o.d.g.
           Il referente dei docenti Carmela Falsetti riferisce sull’ultima riunione dei docenti. Alla riunione, su richiesta dei docenti, ha partecipato Vincenzo Leone, esperto di progetti europei che ha già collaborato in passato con l’I.C. “Via Anagni”; i docenti sarebbero orientati ad avvalersi della collaborazione di tale progettista, o di altri con simile ruolo, per la presentazione dei progetti più complessi, viste anche le prossime scadenze di marzo; ciò avverrebbe in attesa di acquisire, da parte dei docenti stessi, maggiori competenze in tale settore. I presenti concordano nell’invitare alla prossima riunione di rete il suddetto esperto al fine di fare la sua conoscenza e valutare le possibilità di collaborazione.
           Prende quindi la parola l’insegnante Zarra che riferisce sullo stato dei lavori. In primis comunica ai presenti di aver contattato i referenti delle due ASL di zona (RMB ed RMC) per l’organizzazione di un incontro con i DD.SS. La data possibile sarebbe l’ultimo giovedì di febbraio od il primo di marzo. Informa che il nuovo Municipio procederà a breve ad un nuovo bando per l’assistenza scolastica e che in tale fase sarebbe opportuno che anche le scuole potessero contribuire alla stesura del bando medesimo, almeno per quanto riguarda gli aspetti legati più strettamente al servizio degli AEC nelle scuole. Informa inoltre di aver partecipato, su delega della Rete, ad una Audizione dell’Assessorato alle politiche sociali del comune durante la quale è stata affrontata la questione dell’obbligo, previsto per legge, di costituire Reti di prossimità per i progetti individuali relativi agli alunni disabili. Si è parlato della possibilità di inserire la nostra Rete in una sperimentazione di tali Progetti ancora non attuati. Si è svolto inoltre un incontro con il dott. Ciambrone dell’ufficio Disabilità del MIUR, al fine di verificare la possibilità che nel territorio del V municipio si possa costituire un CTS, visto che quelli formalizzati, al momento attuale, sono in altre zone di Roma (Ostia, Fiumicino, ecc.); il dott. Ciambrone sosterrà la nostra Rete che si propone come Polo per l’inclusione ma la competenza spetta comunque all’USR; i CTS devono avere formalizzazione all’interno di una istituzione scolastica e non di una Rete; in tal senso però, dopo ampia discussione, si concorda che tale istituzione potrà essere l’IC Via Ferraironi che già ha presentato in anni precedenti tale candidatura, in qualità di scuola dove fisicamente è collocato l’Osservatorio integrato per la disabilità; la Rete sosterrà tale progetto con tutte le forma possibili in quanto ritiene che tale attività non possa essere presa in carico da una sola istituzione scolastica. In merito invece ai progetti con fondi regionali e/o europei, l’insegnante Zarra esprime una sua personale valutazione contraria all’avvalersi di un progettista esterno, ricorda che esiste già un progetto dell’Osservatorio che potrebbe essere presentato e chiede quali scuole siano ‘libere’ in tal senso da impegni pregressi; dopo ampia discussione si concorda che potranno essere presentati anche due progetti, uno con la collaborazione del progettista esterno, ed uno dell’osservatorio; i docenti dell’osservatorio verificheranno, nelle loro scuole, la possibilità di presentare il progetto stesso a termini di legge.

           Si passa quindi al punto 2.
           Dopo ampia discussione si concorda quanto segue. L'I.C. Olcese sarà scuola capofila e si occuperà di raccogliere le iscrizioni definitive da parte delle scuole interessate. Il corso, per motivi logistici, si svolgerà presso l'I.C. Via dei Sesami. Da una prima ricognizione degli insegnanti interessati si ipotizza la possibilità di organizzare anche un secondo corso previa però verifica dell'effettiva iscrizione dei docenti. Le scuole si impegneranno a versare la quota relativa al numero dei docenti effettivamente iscritti. In caso di necessità di ridurre il numero di partecipanti si garantirà una partecipazione minima a tutte le scuole. Il costo che sarà suddiviso fra le scuole sarà quello effettivo richiesto dal Cedis, l'IC Olcese non richiede, in accordo con il DSGA, quote extra per gli aspetti organizzativi, così come l'IC Via dei Sesami offre i locali a titolo gratuito essendo aperti per altre attività. Si rileva però la necessità per il futuro di prevedere nei costi anche quote per la parte organizzativa. L'insegnante Falsetti comunicherà al Cedis quanto deciso e inviterà l'associazione ad inviare proposta definitiva e calendario all'IC Olcese in maniera che il medesimo possa formalizzare l'incarico.

           Si passa alla discussione del terzo punto all’o.d.g.
            Tutti i presenti ritengono estremamente gravoso per le scuole l'attuazione della norma senza alcun supporto economico e tecnico da parte del MIUR.
            Ci si confronta sulla tematica e sulle soluzioni adottate od in via di adozione da parte delle singole scuole. Per molti istituti, privi di personale formato per tale incombenza, l'unica soluzione possibile appare l'acquisto di pacchetti informatici predisposti, nella speranza che i medesimi rispondano alle esigenze delle segreterie e non siano, a loro volta, di difficile utilizzo.
            Si auspica, da parte del MIUR, un regolamento attuativo che definisca in maniera univoca gli obblighi per le istituzioni scolastiche.

            In merito al punto 4 prende la parola il DS Infantino che illustra la proposta di formazione indirizzata alla Rete della società "Innovazione & Risorse"; il DS Santoro ha portato altre proposte per un confronto e si discute sulle varie opzioni. Le scuole interessate alla formazione invieranno le loro adesione al DS Infantino che si propone per l'organizzazione di alcuni corsi relativi al D.L.vo 81/08.
            Il DS Infantino informa inoltre i presenti che presso il Liceo Kant si svolgerà un corso per il personale ATA di segreteria in relazione alle Ricostruzioni di carriera. Invierà alle scuole di rete l'invito ad aderire in base ai posti disponibili.

            In merito al punto 5 i presenti si confrontano sulle diverse soluzioni adottate, rappresentando alcune difficoltà comuni. Si commenta l'articolo di Italia oggi sulla base del quale, mancando un regolamento attuativo, i registri elettronici non avrebbero validità. I presenti ritengono che l'articolo rappresenti una opinione del giornalista per quanto autorevole ed individuano comunque delle modalità di 'validazione' del registro elettronico e dello scrutinio elettronico al fine di evitare successivi contenziosi.

            Si passa infine al punto 6.
            Prende la parola il DS Caroni che ricorda l'importanza di partecipare all'Assemblea plenaria dell'Asal in quanto momento di confronto molto significativo per l'Associazione; l'Asal intende ripartire a pieno regime sulle tematiche più significative e complesse per le scuole, proseguendo quelle attività e quel confronto che fino ad oggi hanno significato un importante punto di riferimento e di sostegno per le scuole, nonché di interlocuzione con gli EE.LL. ed il MIUR; gli esempi più recenti: le gare per la mensa autogestita e i contratti per le pulizie nelle scuole. Illustra il programma e comunica che, non essendo più disponibile il DS Paolo Mazzoli alla Presidenza dell'Associazione per i suoi impegni istituzionali così come anche il Presidente FF Giuseppe Fusacchia, è stata avanzata la sua candidatura. I presenti esprimono tutto il loro sostegno al collega ed esprimono soddisfazione per la possibilità che il presidente dell'Asal sia un dirigente della rete del XIV-XV distretto.

               Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.00.

Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 5 DICEMBRE 2013

Il giorno 5 dicembre 2013, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

Resoconto della riunione dei docenti referenti
Conferenza di servizio del 12 dicembre
BES: analisi e commento della Circolare di chiarimento del MIUR
Iscrizioni a.s. 2014-2015
Albo pretorio
VARIE
 

Sono presenti i DD.SS.: T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"), vicario prof. Pirotta del D.S. N.Fiorini (I.C. "Via Luchino dal Verme"), vicario del DS D.Gentilini (I.C. “Via Aretusa”) B.Vallefuoco (Istituto superiore paritario "Minerva"), M.Zarra (I.C. "P.zza De Cupis"), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"), C.Mazzocchi (I.C. "Via Luca Ghini"); è presente inoltre il docente referente C.Falsetti  (I.C. " Via Tor de' Schiavi ").

            Si inizia la discussione con il primo punto all'o.d.g.
           Il referente dei docenti Carmela Falsetti riferisce sull’ultima riunione dei docenti. La prima problematica che è emersa è quella relativa ai BES; l’Osservatorio Integrato sulla disabilità sta lavorando alla problematica ma i docenti chiedono nuovamente di prendere tempo, così come già richiesto alla fine dell’a.s. precedente; il DS Santoro a tale riguardo rimanda al terzo punto all’o.d.g.; si evidenzia poi la difficoltà di molte scuole in relazione ai registri elettronici; il prof. Natalini richiede alla rete di farsi promotrice di iniziative nel territorio; si richiede inoltre di sviluppare le tematiche relative alla continuità in particolare fra le classi quinte e le classi prime medie; infine il referente chiede di sapere quanti docenti si sono iscritti al corso di Italiano per stranieri, chiarendo che è necessario trovare una scuola che dia disponibilità all’apertura pomeridiana per tre ore in quanto le attività previste lo richiedono.
           Riguardo a quest’ultimo argomento il DS Santoro informa di non aver ricevuto nessuna comunicazione dalle scuole se non dall’I.C. di via Anagni e dall’I.C. Olcese; non ritiene di dover procedere oltre in quanto le scuole interessate avrebbero dovuto comunicare tali dati entro la fine di novembre; l’insegnante Falsetti è convinta che ci siano molti più docenti interessati pertanto si farà carico di verificarlo con i rispettivi referenti e ipotizza, dati i numeri a sua disposizione, di attivare almeno un corso se non due; i presenti ritengono però necessario confermare le iscrizioni in base al giorno, orario e sede dei corsi; in attesa di avere informazioni maggiori e numeri definitivi si concorda quanto segue: i locali potrebbero essere messi a disposizione dall’I.C. Via dei Sesami, fermo restando la verifica della compatibilità dei medesimi con l’organizzazione del corso; l’IC Via Olcese dà la disponibilità ad essere scuola capofila solamente se i docenti interessati del proprio istituto confermeranno l’iscrizione.
           Si passa alla discussione del secondo punto all’o.d.g.
           Il DS Santoro comunica ai presenti la richiesta del DS Infantino di spostamento della Conferenza in quanto si sono resi indisponibili i locali del suo istituto, dove la conferenza avrebbe dovuto tenersi. I presenti ritengono poco attuabile lo spostamento di data in quanto già confermate le partecipazioni del V Municipio; si concorda telefonicamente con il DS Infantino di mantenere la sede e la data concordata, si apprezza molto la disponibilità del collega per la risoluzione del problema. Il referente Falsetti comunica che il prof. Natalini ha chiesto di intervenire durante la conferenza; sarà data la possibilità al professore di intervenire durante il dibattito, non si ritiene possibile riservare uno spazio fra i relatori in quanto il professore non riveste ruoli all’interno dell’organizzazione della rete.
           Si passa al punto tre.
           In relazione ai BES i presenti concordano nel procedere nel corrente anno scolastico in via sperimentale, così come indicato anche nella nota del MIUR di chiarimento della quale commentano i principali passaggi; il DS Santoro informa che si sta programmando, tramite l’Osservatorio, un incontro con la ASL RMB nella figura della dott.ssa Potena per discutere sui BES e sul sostegno, detto incontro potrebbe svolgersi già dal mese di gennaio; si concorda infine di aggiornare la discussione su tale punto al mese di maggio, al fine di confrontare in tale data i percorsi svolti dalle singole scuole e dall’Osservatorio.
           Si passa alla discussione del quarto punto all’o.d.g.
           Permangono alcune criticità dovute ai dimensionamenti. I presenti concordano nel mantenere atteggiamenti collaborativi con tutte le scuole medie che afferiscono al medesimo territorio; in relazione alle attività di continuità le medesime sono ritenute importantissime ma non possono essere viste come mere attività funzionali alle iscrizioni, bensì come percorsi condivisi all’interno della continuità fra ordini di scuola.
           Si inizia quindi la discussione del quinto punto.
           Molte scuole si stanno attrezzando per adempiere agli obblighi previsti nel Decreto legislativo 33 del 2013. Il DS Santoro lamenta la difficoltà ad adempiere rispettando le indicazioni del decreto in mancanza di fondi destinati e di personale formato. I presenti in parte concordano ed in parte evidenziano come i Direttori S.G.A. siano intenzionati a procedere comunque in tal senso. Dopo ampia discussione si decide di richiedere all’USR Lazio sia i fondi che la formazione per tutto il personale ATA in merito agli obblighi relativi alla legge sulla trasparenza. Si dà comunque mandato ai DSGA di confrontarsi su tale tematica nella loro prossima riunione.

           In merito ai progetti PNSD in scadenza il prossimo 9 dicembre i DD.SS. non intendono presentare richieste.
           In chiusura di seduta si concorda che la prossima riunione di rete verrà convocata per il 16 gennaio.

         
               Esauriti i punti all’o.d.g. la riunione termina alle ore 12.00.

Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 7 NOVEMBRE 2013

Il giorno 7 novembre 2013, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Via dei Sesami", in Via Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

1- Resoconto della riunione dei docenti referenti
2- Resoconto delle attività dell'Asal 
3- Nuovo Protocollo di rete: contenuti, bilancio e organizzazione della Conferenza di servizio
4- Confronto sulle seguenti problematiche: Registri elettronici e pagelle on-line, Contrattazione di istituto, BES
5- Continuità e primo esame delle problematiche relative alle iscrizioni a.s. 2014-2015 in previsione delle prossime riunioni con i genitori  per livelli scolastici:
6- Indicazioni nazionali e misure di accompagnamento: proposte per iniziative di rete
7- Le scuole superiori in rete: problematiche specifiche
        

Sono presenti i DD.SS.: T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), A.Simonelli (I.C. "A.Manzi"), S.Pasqualoni (I.C. “Via Ferraironi”), M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"), N.Fiorini (I.C. "Via Luchino dal Verme"), D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), W.Giacomini (I.C. "L.Cocconi"), F.Conte (I.C. "Viale venezia Giulia"); P.Cusinato - vicario (I.C. "P.zza De Cupis"); è presente inoltre il docente referente C.Falsetti  (I.C. " Via Tor de' Schiavi ").

            Si inizia la discussione con il primo punto all'o.d.g.
           Si dà lettura del verbale predisposto dai docenti. I presenti prendono atto delle proposte; in merito al gruppo di progetto concordano con la proposta pur evidenziando alcune criticità relative alla difficoltà di reperire docenti disponibili e competenti in tutte le scuole; dopo ampia discussione si concorda nel valutare l'opportunità di rivolgersi ad agenzie esterne dopo aver verificato numero e disponibilità dei docenti competenti e formati nelle singole scuole; in relazione ai supplenti di sostegno i DD.SS. ricordano ai docenti che le graduatorie sono esaurite e la disponibilità di docenti specializzati è molto limitata in particolare in questo anno scolastico nel quale le risorse assegnate sono state maggiori per la questione dei posti dati in deroga in considerazione della legge 104, art.3 c3. Prende la parola il docente referente di Rete Falsetti che illustra la proposta di formazione del CEDIS in merito all'insegnamento della Lingua italiana come Lingua 2, proposta che ha già trovato molto interesse nei docenti delle singole scuole. Si concorda la seguente procedura: verrà nuovamente inviato il programma a tutte le scuole al fine di raccogliere, entro la fine del mese di novembre, le richieste di partecipazione; successivamente la rete si attiverà per l'organizzazione dei corsi in base al numero di aderenti.

           Si passa alla discussione del secondo punto all'o.d.g.
Prende la parola il DS Caroni. Illustra la situazione attuale delle reti successivamente ai dimensionamenti e la riflessione che in tal senso si è aperta all'interno dell'Asal sulla necessità di rilanciare l'autonomia e le reti presenti nei territori; la nostra rete è stata una di quelle che ha retto meglio ai dimensionamenti che in alcuni casi hanno purtroppo creato fratture fra le scuole. Il momento attuale è di grande ripensamento e per tale motivo molte iniziative sono sospese. Per il Direttivo attuale ha senso continuare l'esperienza dell'Asal, per altro di grande spessore, solamente se 'al di sotto' ci sono ancora le reti di scuole operanti nei singoli territori. A gennaio sarà convocata una assemblea plenaria per prendere delle decisioni a riguardo: l'invito è quello di continuare a 'fare rete' e a sostenere l'Asal in tutte le sue iniziative e non solamente al momento della necessità specifica (per esempio: il bando della gara per le mense autogestite)
         
          Si passa quindi alla discussione del terzo punto.
          Il DS Santoro presenta il Protocollo rielaborato in base alle indicazioni della precedente riunione. Presenta inoltre il bilancio consuntivo per il quale esiste un avanzo di circa 1000 euro; dopo ampia discussione, facendo riferimento anche a quanto già emerso in precedenti riunioni, si concorda quanto segue:

  •  il protocollo mantiene la sua struttura con alcune modifiche non sostanziali
  •  il contributo richiesto alle scuole sarà di € 160,00 comprensivo della quota Asal (€ 25,00)
  •  qualora tutte le scuole aderiranno nuovamente alla rete, l'avanzo di € 1000,00 sarà destinato ad un riconoscimento ' una tantum' del lavoro svolto dai due docenti referenti dei docenti di  rete
              Si concorda l'organizzazione della Conferenza di servizio: si svolgerà il 12 dicembre, dalle ore 16.30 alle ore 18.30, presso il Liceo Kant; saranno invitati a partecipare il Presidente del V Municipio G.Palmieri e l'assessore alla scuola N.Castello. Si prevedono durante la conferenza brevi interventi: DS Infantino, DS Santoro sul protocollo; DS Caroni sull'Asal; docenti referenti sul   lavoro dei docenti; R.Zarra sull'osservatorio Integrato sulla disabilità. Saranno invitati tutti i docenti, il personale ATA e i presidenti dei Consigli di istituto.

          Si passa quindi alla discussione del quarto punto e ci si confronta sulle seguenti problematiche:

  •   REGISTRI ELETTRONICI: tutti gli IC presenti hanno iniziato una fase di sperimentazione che vede coinvolte in prevalenza le classi di scuola media, mentre in pochissimi casi si sta tentando anche la diffusione a livello di scuola primaria; solamente l'IC via dei Sesami utilizza ancora i registri cartacei per mancanza di fondi per il cablaggio delle sedi. Gli istituti superiori adottano il registro elettronico già da tempo
  •   CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO: è tutto fermo per mancata comunicazione fondi
  •   BES: le scuole stanno tutte iniziando una fase di riflessione sulla modalità di individuazione dei BES, esistono molte perplessità a riguardo e si teme un proliferare di richieste di piani personalizzati senza reali riscontri; si è comunque ancora in attesa della circolare di chiarimento già da tempo preannunciata dal MIUR. Le scuole intendono procedere con prudenza, considerando tale anno, così come la stessa normativa prevede, un anno di passaggio, riflessione e ragionamento. Si chiede comunque di condividere, a livello di rete, i criteri di individuazione dei BES qualora fosse esclusiva competenza dei consigli di classe.

          
               La riunione termina alle ore 12.30  in quanto molti DD.SS. hanno necessità di rientrare nelle loro sedi; si rimanda pertanto la discussione degli ultimi tre punti all'o.d.g.

Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 3 OTTOBRE 2013

Il giorno 3 ottobre 2013, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso l'I.C. "Anagni", in Via Anagni 48, per discutere il seguente o.d.g.:

In apertura di seduta: Resoconto della riunione dei docenti referenti
1- Protocollo 2013-2016
2- Adempimenti relativi al nuovo codice di comportamento
3- Problematiche avvio anno scolastico
4- Indicazioni nazionali (per gli istituti Comprensivi)
5- Programmazione incontro con le ASL per i GLHI (per gli I.C.)

Sono presenti i DD.SS.: T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), D.Gentilini (I.C. “Via Aretusa”), A.Simonelli (I.C. "A.Manzi"), S.Pasqualoni (I.C. “Via Ferraironi”), M.Fiorani (I.C. "Via Laparelli"), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"), R.M.Lauricella (I.C. "Via G.B.Valente"), C.Mazzocchi (I.C. "Via Luca Ghini"), N.Fiorini (I.C. "Via Luchino dal Verme"), D.Patrizio (I.C. "Via P.R.Pirotta"), W.Giacomini (I.C. "L.Cocconi"); P.Cusinato - vicario (I.C. "P.zza De Cupis"); sono presenti inoltre il docente referente C.Falsetti  (I.C. " Via Tor de' Schiavi ") e il docente referente dell'Osservatorio Territoriale Integrato sulla disabilità - R.Zarra (I.C. "Via Ferraironi").

            Prima di iniziare la discussione dell'o.d.g. i presenti salutano il nuovo dirigente dell'I.C. "Via Laparelli" e il dirigente uscente F.Longhi, presente per un saluto ai colleghi.
            Prende la parola il DS Santoro che informa i colleghi delle procedure in atto per gli eventuali nuovi dimensionamenti delle scuole del Comune di Roma. I presenti, dopo ampia discussione, concordano nella necessità di non procedere al momento ad ulteriori variazioni della rete territoriale riservandosi di chiedere al Presidente del V Municipio di attivare una procedura di confronto sufficientemente lunga e con il coinvolgimento di tutte le parti interessate, a partire dalla Rete del XIV-XV distretto, al fine di arrivare, per l'a.s. 2014-2015, ad eventuali proposte che siano il più ampiamente condivise dai territori interessati e dall'utenza.
            Si inizia quindi la discussione con il resoconto delle proposte dei docenti referenti di rete.
           Prende la parola il docente referente di Rete Falsetti che riporta quanto emerso nell'ultima riunione di rete e le relative richieste dei docenti. Emerge innanzi tutto la necessità che i Collegi Docenti esprimano un proprio referente e che il medesimo resti figura stabile nel tempo e garantisca il più possibile la presenza alle riunione al fine di avere continuità nel lavoro e non dover ogni volta ricominciare da capo. Si chiede pertanto ai DD.SS. di sollecitare i Collegi in tale direzione. Vengono quindi posti alcuni problemi relativi alla situazione di inizio anno scolastico: in particolare i docenti si sono confrontati sui dimensionamenti e sul problema derivato dalla impossibilità, per alcune scuole, di accettare tutte le richieste di iscrizione in quanto tutte le classi richieste non sono sempre state autorizzate; inoltre viene evidenziata la difficoltà, dati gli organici assegnati, a mantenere alta la qualità della didattica a causa della frammentazione dell'orario nella scuola primaria. I docenti richiedono quindi ai DD.SS. di mantenere alta l'attenzione sugli organici e sulla autorizzazione al funzionamento delle classi. In merito ai BES, i docenti, pur avendo sostanzialmente condiviso le posizioni e le richieste al MIUR, non ritengono che ci siano state risposte adeguate da parte degli Uffici competenti mentre permangono tutte le contraddizioni già evidenziate a riguardo; i docenti intendono continuare ad applicare in via sperimentale la nuova normativa, non sottraendosi ai propri impegni nei confronti degli alunni ma rilevano la carenza delle risorse. Infine verranno mantenuti i medesimi gruppi di progetto che già hanno iniziato a lavorare nello scorso anno scolastico. Richiedono infine la costituzione di un gruppo di progetto della rete che possa esaminare le diverse proposte che arrivano durante l'anno (bandi europei, nazionali, ecc.) del quale dovrebbero far parte i referenti di rete e i docneti che nelle singole scuole hanno compiti di progettazione.
Per la formazione richiedono nuovamente che ci si possa attivare per la Formazione dei docenti nell'insegnamento dell'Italiano come lingua 2, sollecitando i DD.SS. a raccogliere le richieste nelle diverse scuole.
           I DD.SS. apprezzano il lavoro dei docenti, condividendone le proposte; vengono però evidenziate alcune difficoltà relative alla costituzione di un gruppo di progetto di rete misto; inoltre esistono anche problemi relativi ai fondi per il pagamento del corso di formazione per il quale il DS Santoro chiede nuovamente il piano di lavoro ed il programma da poter inviare a tutte le scuole; si concorda che non è possibile valutare l'adesione dei docenti se non si ha un programma chiaro delle attività, dell'impegno e dei giorni nei quali il medesimo  impegno sarà richiesto.

          In relazione al primo punto all'o.d.g.
          Il protocollo già esistente verrà rinnovato per un triennio; si concorderà la quota di adesione che verrà determinata in base al numero di scuole aderenti ed alle spese da sostenere.
          Si decide inoltre che la firma del protocollo avverrà in apposita conferenza di servizio da definirsi entro l'ultima settimana di novembre.          

          Si passa alla discussione del secondo punto all'o.d.g.
          I presenti si confrontano sulle procedure messe in atto e sui contenuti del Nuovo Codice.

          Si discute quindi il terzo punto all'o.d.g.
          Ci si confronta su alcune criticità  relative all'avvio dell'anno scolastico ( supplenze, registri elettronici, gara mensa, ecc.)

          In merito al quarto punto all'o.d.g., dopo un breve confronto sulle iniziative messe in atto dalle singole scuole, si esaminano le Misure di accompagnamento e vengono costituite alcune microreti territoriali al fine di non lasciare esclusa alcuna scuola dalla possibilità di presentare il progetto.

          Si passa alla discussione dell'ultimo punto.
          Il DS Santoro riferisce l'intenzione da parte della ASL RMB di incontrare i DD.SS. al fine di definire modalità operative per gli incontri previsti per i BES. Si evidenzia l'importanza che assume in questa fase la presenza di un Osservatorio integrato di rete già operante nel territorio da diversi anni. Prende quindi la parola il referente Zarra che ripercorre le attività dell'Osservatorio e ne presenta le prospettive future. A lui viene dato incarico di organizzare un incontro fra le due ASL di riferimento e i DD.SS. Viene infine richiesto ai referenti dell'Osservatorio di riorganizzare la struttura interna e le modalità di comunicazione al fine di non escludere nessuna scuola della rete.
           
          
La riunione termina alle ore 11.00 per consentire ai presenti la partecipazione all'incontro con il nuovo Assessore alla scuola del Municipio V, previsto per le ore 11.00 presso i locali di Via Torre Annunziata.

Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 6 GIUGNO 2013

Il giorno 6 giugno 2013, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso la S.M.S. “San Benedetto”, in Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

Resoconto della riunione dei docenti referenti
Direttiva sui BES: attuazione e critivicità
prove Invalsi (criticità evidenziate nell'ultima somministrazione)
Valutazione delle attività di rete e del protocollo vigente; chiusura dei lavori
Modalità e proposte per la definizione del nuovo protocllo

Sono presenti i DD.SS.: M.Pintus (S.M.S. “I.C. Via dei Sesami”), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), A.Simonelli  (I.C. "A.Manzi"), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"), A.Cataneo (Liceo scientifico “T.Levi Civita”), sono presenti inoltre il docente referente M.Cortellessa  (I.C. "A.Manzi")

            Si inizia con la discussione del primo punto all’o.d.g.
           Prende la parola il docente referente di Rete Cortellessa che riferisce di non aver potuto partecipare all'ultima riunione di rete dei docenti ma che il referente Falsetti ha provveduto ad inviare una sintesi al DS Santoro. Prende quindi la parola il DS che si riporta integralmente:

gruppo di lavoro intercultura:
è stato completato il protocollo d'accoglienza; a fine giugno saranno apportate le ultime correzioni; successivamente sarà inviato in modo che a settembre dell'anno prossimo, una volta avuto il parere favorevole dei dd.ss., potrà essere considerato parte integrante del nuovo  protocollo della rete. Il documento è volutamente "snello" per consentire a ogni istituto di apportare le integrazioni che riterrà opportune. Verrà messo sul sito con una serie di allegati(test d'ingresso,proposte didattiche per favorire l'accoglienza di bambini e famiglie migranti ecc.)
gruppo valutazione:

è continuata la riflessione sugli strumenti valutativi adottati nelle singole scuole; è stata fatta un'analisi sui test d'ingresso adottati per il passaggio tra i diversi ordini di scuole.  Si spera che per l'anno prossimo si riesca ad arrivare a strumenti condivisi.
Riflessione sui bes:
dopo ampia discussione nelle ultime riunioni è scaturito un documento che, partendo dall'analisi delle direttive ministeriali, ne evidenzia alcune criticità.  È stato stabilito di proporlo nei collegi di fine anno per chiedere l'eventuale adesione.
valutazione del lavoro svolto da noi docenti:
criticità emerse: a fronte di una seppur importante condivisione di tematiche e problematiche, è mancata un'adeguata "concretezza" aggravata anche dal fatto che alcune referenti non sono mai venute,o sono venute ogni tanto oppure dividevano l'incarico e ogni volta si doveva fare una sorta di riassunto di quanto detto.
Alla  luce di ciò si chiede il supporto dei dd.ss per individuare persone veramente motivate a partecipare e possibilmente una sola referente o comunque, se più di una, persone che garantiscano una continuità.
In questo senso si invitano i dd.ss anche a cercare di garantire  un adeguato compenso economico perchè c'è molta diversità nelle retribuzioni delle docenti referenti.

I DD.SS. ringraziano i referenti di rete per tutto il lavoro e l'impegno svolto. Ritengono che la rete, nonostante tutte le criticità evidenziate, sia molto cresciuta negli ultimi anni. Accolgono le richieste pur evidenziando talvolta la difficoltà a trovare docenti referenti veramente motivati a svolgere tale lavoro. Concordano sulle criticità evidenziate in tal senso dai docenti e si riservano di concordare delle 'retribuzioni' più o meno omogenee al fine di non creare disparità tra le diverse scuole.
Il D.S. Santoro suggerisce, almeno per quanto riguarda le scuole primarie, di consentire ai docenti che partecipano alle riunioni di rete di avere un orario tale che li renda liberi dal turno pomeridiano a scuola nella giornata individuata per gli incontri di rete. Ciò consentirebbe un orario della convocazione nel primo pomeriggio ed una migliore partecipazione dei docenti stessi.

Si passa alla discussione del secondo punto all'O.D.G.
Viene data lettura del documento predisposto dai docenti e che verrà presentato ai Collegi Docenti di Giugno. I DD.SS. condividono alcuni aspetti evidenziati nel documento con particolare riguardo ad alcune criticità.
Ritengono che l' "Osservatorio Integrato sulla disabilità" negli anni si sia già fatto carico di rilevazioni sui bisogni formativi degli alunni in difficoltà e che può essere una buona base di partenza per una integrazione con gli EE.LL. su questa tematica.
Ne segue un ampio ed approfondito dibattito al termine del quale emerge la seguente posizione:
I DD.SS. ritengono che le scuole, nonostante già lavorino nella direzione dell'inclusività e dell' analisi dei bisogni formativi degli alunni con disagio, hanno necessità di tempi più distesi per l'attuazione della normativa il cui spessore è tale da non poter consentire alle istituzione scolastiche la predisposizione del Piano annuale dell'inclusività fin da questo mese di giugno. In tutte le scuole si sta comunque già lavorando per predisporre quanto necessario alla stesura del piano: momenti di riflessione comune, predisposizione di modelli per la rilevazione dei Bes, gruppi di lavoro, piani di formazione, ecc.
i DD.SS. decidono inoltre di predisporre un modello comune di rilevazione dei Bes partendo anche da quanto già fatto nelle scuole: avere un modello comune a livello di rete è ritenuta una azione fondamentale per la qualità e l'omogeneità degli interventi nel territorio. A tal fine si costituisce un gruppo di lavoro che, dopo una attenta riflessione sull'esistente, si incontrerà giovedì 19 settembre.

Si discute quindi del terzo punto all'o.d.g.
Su proposta del DS Santoro si concorda di predisporre un documento di rete da inviare all'Invalsi per evidenziare alcune criticità emerse nella somministrazione; in particolare:
- la maggiore rigidità delle procedure di somministrazione, che comunque non garantisce la diminuzione dei fenomeni di cheating
- le difficoltà tecniche derivate dall'utilizzo delle maschere informatiche. Molte scuole non hanno le attrezzature adeguate (su alcuni PC le maschere non funzionavano) né le necessarie connessioni alla rete, inoltre molti docenti non sono pronti ed i tempi della trascrizione quest'anno sono stati molto lunghi creando malumore da parte del personale
- le maschere non restituiscono subito il risultato dell'allievo, come invece accade nell'esame di terza media, rendendo pertanto tutta la procedura 'sterile' e senza un immediato riscontro per i docenti che con i dati delle prove potrebbero invece già iniziare una riflessione nell'istituto e nelle loro classi
- è necessario che l'Invalsi preveda un riconoscimento economico per i docenti disponibili a tutte le operazioni di trascrizione dati
- le procedure così impostate determinano una totale assenza di coinvolgimento da parte dei docenti che percepiscono le prove Invalsi come un mero adempimento fra i tanti di fine anno.
Concordati i punti da evidenziare il DS Santoro ed il DS Caroni vengono incaricati della stesura del documento da inviare all'Invalsi come rete.

Si passa alla discussione del quarto e del quinto punto.
La valutazione delle attività di rete e del protocollo vigente è positiva. Si ritiene che il protocollo, nel suo impianto di base, possa essere validamente proposto alle scuole per il prossimo triennio.

Con la riunione odierna si chiudono pertanto i lavori del corrente anno scolastico e ci si dà appuntamento al primo giovedì di ottobre per la definizione del nuovo protocollo e delle procedure per la firma.

          
La riunione termina alle ore 11.45
Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 9 MAGGIO 2013

Il giorno 9 maggio 2013, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso la S.M.S. “San Benedetto”, in Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

Resoconto della riunione dei docenti referenti
Organici
Confronto su problematiche comuni
Esami di stato (per ordine di scuola)
Avvio lavori per la definizione del nuovo protocollo

Sono presenti i DD.SS.: M.Pintus (S.M.S. “I.C. Via dei Sesami”), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), D.Gentilini (I.C. “Via Aretusa”), A.Simonelli (I.C. "A.Manzi"), S.Pasqualoni (I.C. “Via Ferraironi”), B.Vallefuoco (Istituto superiore paritario "Minerva"), F.Longhi (I.C. "Via Laparelli"), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"); sono presenti inoltre il docente referente M.Cortellessa  (I.C. "A.Manzi") e il docente M.Proietti per l'I.I.S. Di Vittorio-Lattanzio.

            Si inizia con la discussione del primo punto all’o.d.g.
           Prende la parola il docente referente di Rete Cortellessa; riporta quanto emerso nell'ultima riunione di rete.
           Si discute ampiamente sulle difficoltà che i referenti incontrano nei relativi collegi; il DS Pintus sottolinea come il referente sia una figura isolata e che sarebbe necessario pensare a delle strategie comuni per ampliare la condivisione. Viene ipotizzato un incontro ad inizio anno scolastico di tutte le FF.SS. delle scuole della rete e dei docenti referenti di rete con all'o.d.g. le principali tematiche trattate a livello di rete: Valutazione; Formazione; Intercultura; Progetti; il DS Caroni evidenzia la necessità di una struttura che possa funzionare come collante. Il DS Santoro sottolinea l'importanza di un confronto con i docenti per obiettivi comuni precisando che vorrebbe evitare le contrapposizioni fra la Dirigenza e la Docenza ed auspicando che si riprenda a settembre in un clima di collaborazione reciproca.

          Si passa alla discussione del secondo punto all'o.d.g.
          I presenti riferiscono sull'assegnazione degli organici, lamentando quanto accaduto per l'assegnazione degli organici di sostegno. Ne segue un'ampia discussione.
          Per l'organico ATA ci si confronta sulle gravi difficoltà derivate dai tagli ai collaboratori scolastici; in alcune scuole sono stati fatti accordi con la Multiservizi per avere, in alcuni momenti critici,  personale della Multiservizi per la sorveglianza dell'entrata delle scuole. Viene però riferito che la FLC-CGIL ha contestato tale procedura in quanto riduce il ricorso ai supplenti con danno per il personale precario.

          Si discute quindi il terzo punto all'o.d.g.
          Ci si confronta su alcune criticità e sulle modalità di risoluzione adottate dalle diverse scuole.
          In particolare per i registri si è d'accordo sulla difficoltà di adottare il registro elettronico di classe per le scarse risorse economiche destinate alle attrezzature delle scuole e la mancata formazione del personale docente ed ATA. Il registro personale del docente e le pagelle verranno invece già utilizzate nel prossimo a.s. da tutte le scuole. Si resta in attesa di ulteriori fondi dal MIUR per il cablaggio delle scuole e l'acquisto dei tablet. Si ipotizza in tal senso una gara di rete al fine di  ottenere prezzi migliori.
          Si discute quindi sulle prove Invalsi. Il DS Santoro ritiene che il tempo necessario alla trascrizione dei dati sulle maschere elettroniche sia di gran lunga superiore a quello di trascrizione sui precedenti fogli risposta alunni; inoltre ritiene che tutta la procedura di somministrazione sia stata resa più restrittiva e complicata dalla questione dei cinque fascicoli per ogni prova. Pur avendo sempre sostenuto l'importanza di procedere alla somministrazione delle prove Invalsi, ritiene eccessivo l'impegno richiesto ai docenti, che già mal sopportano tutta la questione e che sono stati faticosamente convinti dai DDSS. e da alcuni docenti dell'importanza di partecipare alla rilevazione in modo serio. Propone di predisporre una lettera, come rete, per evidenziare all'Invalsi le enormi criticità che la somministrazione sta comportando nel corrente mese di maggio con il conseguente 'distacco' da parte dei docenti che sentono le prove solo come una imposizione. i presenti concordano.

          Il quarto punto non viene discusso non essendoci novità di rilievo per il corrente a.s.

          Per il quinto punto si concorda di dedicare l'ultima riunione di rete alla discussione per la definizione del nuovo protocollo.

          Si concorda che il prossimo incontro si svolgerà in data 6 giugno.
           
          
La riunione termina alle ore 11.45
Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 18 APRILE 2013

Il giorno 18 aprile 2013, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso la S.M.S. “San Benedetto”, in Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

-Resoconto della riunione dei docenti referenti
-Formazione Decreto L.vo 81/2008 - raccolta dati
-Patrocinio della rete alla manifestazione del 25 aprile del Liceo Kant
-D.P.R. Sistema nazionale di valutazione
-Circolare MIUR del 6 marzo e Direttiva MIUR 27/12/12 sui BES
-Confronto su problematiche comuni

Sono presenti i DD.SS.: M.Pintus (S.M.S. “I.C. Via dei Sesami”), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), D.Patrizio (I.C. “Via Pirotta”), vicario del DS D.Gentilini (I.C. “Via Aretusa”), A.Simonelli (I.C. "A.Manzi"), S.Pasqualoni (I.C. “Via Ferraironi”), B.Vallefuoco (Istituto superiore paritario "Minerva"), G.Mercurio (I.C. "P.zza De Cupis"), A.Caroni (I.C. "Via Tor de' Schiavi"), P.De Paolis (ISIS "G.Ambrosoli"), W.Giacomini ("I.C. "Largo Cocconi"); sono presenti inoltre il docente referente C.Falsetti  (I.C. "Via Tor de' Schiavi") e il D.S. F.De Carolis per l'I.I.S. Di Vittorio-Lattanzio.

            Si inizia con la discussione del primo punto all’o.d.g.
           Prende la parola il docente referente di Rete Falsetti; riporta quanto emerso nell'ultima riunione di rete.
           Come prima cosa riferisce le proposte del Cemea che organizza corsi di L2 nelle scuole e che ha dato disponibilità in merito.  Alcuni DD.SS. esprimono perplessità sulle modalità del Cemea relative alla gestione delle attività nelle scuole. I docenti chiedono comunque notizie sulla provenienza dei fondi; il DS Simonelli spiega che il Cemea utilizza fondi che provengono da una convenzione fra il MIUR e il Ministero del Lavoro, fondi che sono gestiti dal CTP di cui è D.S. la prof.ssa Caravita; infatti, in relazione a detti corsi, è stata svolta una riunione di presentazione dei corsi alla quale il DS Caravita ha invitato molte scuole di Roma; i corsi gestiti dal Cemea sono organizzati secondo la seguente modalità: 32 ore ogni 15 alunni. Interviene il DS Caroni che riferisce in merito all'esistenza di altri fondi ai quali possono accedere i CTP; porta come esempio i fondi europei FEI (fondo europeo per l'integrazione) che finanziano i progetti presentati dai CTP consorziati in rete.
           Prosegue la referente Falsetti che riporta le richieste dei docenti in merito ai problemi di sicurezza delle scuole, facendo riferimento in particolare a quanto recentemente accaduto nel plesso Balzani dell' IC Via Ferraironi; i docenti chiedono che i DD.SS. si facciano carico di contattare gli EE.LL. per sollecitare interventi sulla sicurezza nelle scuole e per la risoluzione, in particolare, dei problemi del plesso Balzani.
           Prende la parola il DS Santoro che, sottolineando la competenza di ogni Dirigente Scolastico nel richiedere gli interventi necessari a garantire la sicurezza degli istituti, incombenza per altro svolta quotidianamente da tutti, ritiene la richiesta rappresentata dal referente al di fuori degli ambiti di competenza dei docenti; ribadisce che gli aspetti legati al Decreto legislativo 81/2008 sono di stretta competenza dei Dirigenti scolastici che già operano in tale direzione con contatti continui e richieste pressanti agli uffici tecnici di Municipi, Comune e Provincia. I docenti, in qualità di lavoratori, possono fare riferimento agli RLS delle proprie scuole ma non hanno alcun titolo per presentare richieste ai DD.SS. della rete relative alle problematiche di sicurezza di singole scuole o relative alla modalità di gestione di tali problematiche da parte dei dirigenti stessi. Ricorda che il D.S. è responsabile della sicurezza e risponde penalmente delle proprie azioni in merito; non comprende questa ingerenza degli insegnanti dai quali si aspetterebbe altresì interventi e proposte relative alla didattica per una riflessione comune nello spirito della collaborazione; i presenti concordano pienamente su tale posizione.
           L'insegnante Falsetti prosegue ricordando il successo della manifestazione organizzata dalle scuole a piazza dei Gerani sabato 9 marzo, i docenti richiedono per l'anno prossimo un maggior coinvolgimento dei DD.SS. all'evento.  Il D.S. Santoro fa notare che ancora una volta viene fatta una richiesta ai DD.SS. e ritiene che sarebbe più opportuno indirizzare tali richieste ai Collegi Docenti e non ai Dirigenti scolastici che si sentono continuamente chiamati in causa. Il DS Caroni concorda precisando che non si dovrebbe categorizzare ma richiedere il coinvolgimento delle scuole non dei singoli dirigenti che delle scuole sono i rappresentanti. I presenti concordano con tali posizioni.
           Infine Falsetti riferisce che la prossima riunione dei docenti si svolgerà l'8 maggio.

          Si passa alla discussione del secondo punto all'o.d.g.
          Il DS Infantino riferisce sulle opportunità formative già precedentemente presentate e sulla scelta di Innovazione e Risorse che organizza corsi di qualità a prezzi sostenibili; dà la disponibilità ad organizzare i corsi nella sede del Kant: in particolare nel mese di maggio verranno organizzati corsi di formazione per RLS e per il primo soccorso. Richiede alle scuole a stretto giro di posta la comunicazione dei bisogni formativi per ogni singolo istituto al fine di poter procedere all'organizzazione dei corsi stessi.

          Si discute quindi il terzo punto all'o.d.g.
          La rete dà il proprio patrocinio all'iniziativa organizzata dal liceo Kant per il 25 aprile, della quali le scuole hanno ricevuto ampia informativa.

          Si passa al quarto punto.
          Si apre un'ampia discussione sul Decreto del quale i docenti hanno individuato molti nodi critici. Il DS Santoro riferisce di aver ricevuto dall'Invalsi la proposta di partecipare ad una sperimentazione di un nuovo Progetto relativo all'autovalutazione, successivo al progetto Vales; il Collegio però non ha ritenuto di voler partecipare pur andando il progetto nella medesima direzione di quanto già fatto dalla scuola; la sensazione è che le scuole non siano contrarie all'autovalutazione ma che abbiano ormai un rapporto di non fiducia con l'Invalsi; il DS Caroni ritiene che sarebbe opportuno partecipare alla costruzione degli strumenti che comunque prima o poi saranno 'imposti' alle scuole e che l'autovalutazione non può che rappresentare un processo di miglioramento di quanto attuato purché non sia autoreferenziale. Ne segue un ampio dibattito.

          Si passa al quinto punto.
          Introduce l'argomento il DS Santoro che sintetizza luci ed ombre della nuova normativa sui BES. In particolare vengono messi in evidenza i seguenti aspetti:
- l'intervento legislativo è di grande spessore nel favorire l'inclusione degli alunni nelle scuole
- esistono però dei rischi legati alla mancanza di indicazioni chiare e definite per determinare i BES
- si teme che quanto previsto debba essere attuato senza risorse aggiuntive
- si teme un aggravio di lavoro per le scuole e una volontà di ridurre le risorse assegnate per il sostegno
- si teme che in alcuni casi i genitori possano utilizzare tali norme come forma di protezione nei confronti dei percorsi scolastici dei figli come già accaduto con la legge sui DSA tanto che il MIUR ha dovuto indicare una data certa oltre la quale gli alunni non possono avvalersi delle misure compensative e dispensative ai fini del passaggio all'anno successivo.
          I presenti discutono ampiamente della nuova norma.
          Il DS Simonelli evidenzia le difficoltà che l'applicazione di tale norma comporta negli esami di stato come già accade per le norme sui DSA.
          Prende la parola l'insegnante Zarra, referente per l'Osservatorio integrato sulla disabilità.
          In premessa riporta quanto evidenziato nel rapporto TreElle in relazione al fallimento della legge 104, fallimento dovuto anche alla scarsità delle risorse. Viene evidenziato che più dell'80% del contenzioso relativo all'applicazione della legge 104 riguarda l'assegnazione delle ore di sostegno. Tra i pedagogisti sono due le posizioni che emergono al momento: una posizione ritiene che l'insegnante di sostegno debba essere tutelato ma meglio gestito, l'altra posizione invece ritiene che tale figura debba essere un punto di riferimento per tutta la scuola e non insegnante dei singoli alunni, riportando sull'insegnante disciplinare, opportunamente formato, la responsabilità degli interventi sugli alunni e dei percorsi individualizzati. Anche all'interno del MIUR esistono entrambe le posizioni. I così detti CTS (centri territoriali di supporto) nel nord Italia sono già attivati,  funzionano molto bene ed hanno risorse diverse dalle nostre ma meglio impiegate; il nostro Osservatorio Integrato sulla disabilità ha sicuramente precorso i tempi in tale direzione e svolge già da anni le funzioni oggi attribuite ai CTS grazie alla capacità delle persone che ne fanno parte di coordinare le risorse territoriali. Altro aspetto da valutare è il mondo sanitario che sta cercando di riportare l'aspetto educativo alle scuole togliendolo alle ASL (meno logopedisti, meno neuropsichiatri, ecc.); esiste poi anche la posizione di chi vorrebbe delle sezioni speciali come uniche in grado di gestire gli alunni in difficoltà; la Circolare sui BES è un importante argine rispetto a tale posizione, non ha un valore prescrittivo e chiede, per il momento, di rilevare i bisogni; il MIUR progressivamente darà indicazioni mano a mano che va avanti il dibattito tra i CTS ed i pedagogisti. L'USR Lazio dovrà cercare di uniformare le sue posizioni con quelle delle altre regioni italiane; c'è comunque molta confusione al momento.
Rispetto alle iniziative del nostro territorio il prof. Levi ha richiesto la partecipazione della rete nella figura del referente Zarra per l'organizzazione del Convegno che si terrà alla Sapienza il 12 ed il 13 giugno per sostenere il cammino della Legge Regionale sostenuta da Zingaretti sulla salute mentale in età evolutiva e l'integrazione scolastica. All'interno di tale convegno una sezione sarà dedicata ai BES. Il prof. Levi chiederà il coinvolgimento formale della rete.
In relazione ai BES infine sono al momento presenti due progetti:
- il prof. Bocci (cattedra di Pedagogia Speciale) sta proseguendo il lavoro di ricerca/azione sull'inclusione scolastica denominato Index per l'inclusione. Sarebbe interessato a sperimentarlo ed adattarlo al nostro contesto di rete. L'8 e 9 maggio si svolgerà un seminario a Roma al quale sono stati invitati i referenti di rete dell'Osservatorio.
- il secondo progetto, sempre con l'Università, riguarda una sperimentazione didattica di strumenti e metodologie per l'inclusione che vedrà coinvolte una decina di scuola (due classi per ogni scuola).
Infine verrà nuovamente proposto alle scuole un questionario statistico sulla falsariga di quello già utilizzato dalla rete nell'anno scolastico 2006/2007 per il quale si richiede la collaborazione dei singoli istituti.
          Prende a questo punto la parola il DS Caroni. Ritiene di condividere le criticità della circolare sui BES così come però ne condivide l'impianto. A suo parere la circolare rappresenta un importante passo avanti nell'inclusione scolastica che non può più essere vista come una progressiva richiesta di insegnanti di sostegno nelle scuole; recentemente i dati dimostrano una deriva eccessiva in tal senso così come una eccessiva medicalizzazione del problema, favorita dalla volontà di aiutare gli alunni e le famiglie in difficoltà. Il sistema però sta diventando ingestibile. Riferisce un dato statistico e richiede una riflessione a riguardo: le regioni con più contenzioso sono quelle con più docenti di sostegno. A suo parere è necessario trovare altre strade e riorganizzare il sistema scolastico per favorire l'inclusione. Ritiene che anche gli locali debbano farsi carico in modo diverso del problema in quanto le risorse esistono ed il loro utilizzo deve essere condiviso con le scuole in un progetto comune che sia finalizzato ai servizi alla persona dentro la scuola. È necessario modificare le politiche sociali e chiedere ai Municipi un maggiore coinvolgimento nella destinazione delle risorse che pur esistono e non sono esigue. Tutto il corpo docente deve farsi carico di tali problematiche e non delegarle ai docenti di sostegno.
Prende la parola il DS De Paolis che ritiene fondamentale una politica seria di aggiornamento dei docenti, ritiene comunque che la circolare ci dà l'opportunità, come rete, di iniziare un percorso di collaborazione diverso con il nuovo Municipio.
Tutti i presenti riflettono sulle difficoltà presenti nelle singole scuole derivate da una mancata formazione di molti docenti sui temi dell'inclusione scolastica e sulle difficoltà che spesso derivano dal mito del 'programma' mentre ancora non è acquisita l'idea che, almeno nel ciclo di base (in particolare nella primaria ma anche nella secondaria di I grado), l'importante sono i processi e le abilità e non i programmi da concludere. In tal senso ci potrebbero aiutare anche le Indicazioni nazionali recentemente definite dal MIUR.
          Dopo ampia discussione la seduta viene sciolta non essendoci altri argomenti da discutere.
          Si concorda che il prossimo incontro si svolgerà in data 9 maggio.
           
          
La riunione termina alle ore 11.45
Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DEL 7 MARZO 2013

Il giorno 7 marzo 2013, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso la S.M.S. “San Benedetto”, in Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

Resoconto della riunione dei docenti referenti
Formazione decreto L.vo 81/08
Iscrizioni A.S. 2013-2014: resoconto delle risultanze finali delle iscrizioni e problematiche aperte dalla fase sucessiva al 28 febbraio 2013
Contrattazione integrativa MOF: confronto tra DD.SS.
Varie
        

Sono presenti i DD.SS.: M. Pintus (S.M.S. “I.C. Via dei Sesami”), A. Caroni (I.C. Via Tor de’ Schiavi), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), A.Cataneo (Liceo scientifico “T.Levi Civita”), D.Patrizio (I.C. “Via Pirotta”), D.Gentilini (I.C. “Via Aretusa”), S.Pasqualoni (I.C. “Via Ferraironi”), P.De Paolis (I.I.S.S. "Ambrosoli"), D.Gentilini (I.C. "Via Aretusa"), G.Infantino (Liceo "Kant"), B.Vallefuoco (Isituto paritario "Minerva"); sono presenti i docenti referenti C.Falsetti (I.C. Via Tor de’ Schiavi) e M.Cortellessa (I.C. A.Manzi); sono presenti inoltre, su delega del Dirigente scolastico: per l’I.I.S. Di Vittorio-Lattanzio, il docente referente; per l' I.C. Via V.Valente, A.A.

               All'inizio della seduta il D.S. Santoro riferisce di diverse proposte pervenute alle scuole per l'attuazione della dematerializzazione (registri on-line, pagelle, ecc.); ricorda, per conto del DS Conte, che sono previsti una serie di incontri organizzati dalla casa editrice Lombardi per la presentazione dei loro prodotti, così come  Roma Libri & Informatica propone analoga proposta; dopo attenta discussione si concorda di non procedere al momento a gare di rete per l'acquisto dei software al fine di lasciare ogni scuola libera di effettuare la scelta più confacente alle proprie esigenze, anche in funzione delle risorse finanziarie a disposizione. A tale riguardo verrà data pubblicità sul sito della rete ai siti delle società che hanno presentato proposte alle scuole.

               Si passa quindi alla discussione del primo punto all'o.d.g.
               Prende la parola l'insegnante Falzetti che riferisce dello stato dei lavori dei diversi gruppi docenti. Il gruppo Intercultura sta lavorando sul Protocollo, all'interno del quale verrà inserita la normativa più recente; si fa presente inoltre che nel sito USR Lazio, alla voce Documenti, è possibile reperire un documento riassuntivo della normativa. In relazione al Corso sulla Glottodidattica, al quale molti insegnanti sono interessati, si è in attesa della proposta da parte della Associazione che ha già organizzato i corsi per la l'I.C. Via dei Sesami. Il gruppo sull'autovalutazione sta procedendo all'esame dei materiali; il DS Santoro riferisce che si è costituito analogo gruppo dei DD.SS. e che per il momento i due gruppi lavoreranno separatamente per individuare le relative priorità al fine di poter successivamente procedere ad un lavoro comune.
            L'insegnante Falzetti infine ricorda la manifestazione "Giornata della scuola pubblica e della cultura" che è stata organizzata dal Coordinamento studenti-genitori-insegnanti delle  scuole e dalle associazioni culturali del VI e VII Municipio, di cui parlerà successivamente il prof. Natalini.
            Si passa quindi al punto 3 all'o.d.g. in attesa dell'arrivo del DS Infantino per la discussione del punto 2.
            I D.S. presenti si confrontano sui dati delle iscrizioni e concordano la seguente posizione: in attesa degli organici le iscrizioni saranno tutte accolte; per le richieste in eccesso di tempo pieno si procederà comunque alla richiesta delle classi predisponendo contestualmente le graduatorie di accoglienza delle medesime richieste. Si ragiona quindi sul fatto che la richiesta di tempo pieno e prolungato è sicuramente in aumento a fronte di organici che non consentono l'attivazione di nuove classi. Viene espresso dissenso a riguardo. Si discute anche sul ruolo della scuola che, negli anni, è sempre più svilito e il tempo pieno, più che un modello educativo, viene considerata una risorsa per le famiglie con entrambi i genitori lavoratori. Viene sollevato il problema del Diritto allo Studio ma viene anche ricordato che, per le attuali leggi, il diritto alla studio viene assolto dallo Stato nel garantire il modello di tempo normale.
            Si fa cenno infine alla difficoltà di attuazione della Circolare sull'assegnazione delle risorse per il sostegno agli alunni in difficoltà; i presenti, pur apprezzando un rapporto diretto con gli uffici nell'esplicitare le necessità delle singole scuole, esprimono perplessità sia sulla modalità, sia sui tempi, sia sulla richiesta, apparentemente imperativa, di una certificazione di handicap ai sensi della Legge 104, certificazione che molti genitori non hanno e la cui mancanza rischia di privare molti alunni dell'insegnante di sostegno al quale hanno diritto.
            Essendo arrivato il DS Infantino si passa alla discussione del punto 2.
            Il DS Infantino riferisce in merito alle proposte della società Innovazione e Risorse alla quale la Rete si è già rivolta in precedenti attività formative; riferisce anche che , nel confronto da lui effettuato con altre società, Innovazione e Risorse offre una buona formazione a costi compatibili con le risorse delle scuole. Nel dare la propria disponibilità ad organizzare i corsi, richiede ai colleghi una prima individuazione del personale di ogni scuola che necessita di essere formato. Tutti i presenti si dimostrano interessati e danno mandato al collega di attivarsi per l'organizzazione dei corsi di Formazione.
            La riunione procede con l'intervento del prof.Natalini che presenta sinteticamente l'iniziativa organizzata per sabato 9 marzo; fa presente che tutti i referenti delle scuole sono stati ampiamente informati dell'iniziativa e si impegna in futuro ad una informazione più tempestiva anche nei confronti dei DD.SS. e nel sito della rete, passaggio che in questa fase è venuto a mancare per problemi di carattere meramente organizzativo. Viene comunque richiesto un ulteriore sforzo per rendere l'informazione più capillare possibile.
            Si passa infine alla discussione dell'ultimo punto all'o.d.g.
            In relazione alla Contrattazione i presenti esprimono malessere per le risorse del MOF che sono significativamente ridotte e delle quali, ancora oggi, si è avuta ufficialmente la comunicazione del solo acconto, questo potrà creare problematiche all'interno dei tavoli contrattuali e in relazione ai revisori dei conti che debbono esprimere il parere di compatibilità finanziaria. Dopo ampia discussione emergono tre posizioni diverse: contrattare l'intera somma; contrattare solamente l'acconto; predisporre una intesa sull'utilizzo dell'intera somma (con riferimento all'Intesa OO.SS. - MIUR).
            Infine, nelle varie, il DS Infantino richiede il patrocinio della Rete del XIV-XV distretto per l'iniziativa prevista dall'Associazione Kant per il 25 aprile. I presenti accolgono favorevolmente la richiesta.
            Terminati i punti all'o.d.g si concorda la riunione successiva per il secondo giovedì di aprile (onde evitare una riunione troppo a ridosso delle festività pasquali).
            La riunione termina alle ore 12.00.
            Il gruppo dei DD.SS. sull' Autovalutazione si ferma per l'inizio dei lavori.

ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DEL7 FEBBRAIO 2013

Il giorno 7 febbraio 2013, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso la S.M.S. “San Benedetto”, in Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

Resoconto della riunione dei docenti referenti
Monitoraggio Iscrizioni on-line. criticità e soluzioni operative
Autovalutazione di Istituto: costituzione del gruppo di lavoro
Adozione libri di testo: indicazioni contenute nella nota MIUR prot. n. 378 del 25/01/2013
Contrattazione di Istituto: criticità in merito alla contrattazione dei compensi accessori
Varie
        

Sono presenti i DD.SS.: M. Pintus (S.M.S. “I.C. Via dei Sesami”), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), A.Cataneo (Liceo scientifico “T.Levi Civita”), D.Patrizio (I.C. “Via Pirotta”), D.Gentilini (I.C. “Via Aretusa”), A.Simonelli (I.C. A.Manzi), S.Pasqualoni (I.C. “Via Ferraironi”), N.Fiorini (I.C. “Via L. dal Verme”), M.Frasca ("I.C. "Via Anagni"), B.Vallefuoco (Istituto superiore paritario "Minerva"),  sono presenti inoltre il docente referente M.Cortellessa (I.C. A.Manzi) e, per l’I.I.S. Di Vittorio-Lattanzio, il docente referente di rete M.Proietti su delega del Dirigente scolastico.

            Si inizia con la discussione del primo punto all’o.d.g.
           Prende la parola il docente referente di Rete Cortellessa; riporta quanto emerso nell'ultima riunione di rete specificando che, da parte degli insegnanti referenti, permane la volontà di avere un momento di scambio sulle tematiche di maggior rilievo per la scuola; per tale ragione è stato deciso di aumentare sia il numero delle riunioni (due al mese) che la loro durata (almeno due ore). Ciò permetterà ai docenti sia uno scambio di opinioni sia la prosecuzione dei lavori dei gruppi già costituiti. Il DS Pintus dà la disponibilità dei locali, specificando l'orario di chiusura pomeridiana dei locali della scuola.
          In merito alla richiesta di avvio dei corsi di glottodidattica il DS Santoro sollecita da parte dei docenti di rete l'invio dei materiali informativi da trasmettere alle scuole.
          L'insegnante Cortellessa riferisce inoltre la richiesta dei docenti nei confronti dei Dirigenti scolastici di una maggiore coerenza delle decisioni assunte in rete. I presenti comprendono la posizione dei docenti ma non possono rispondere anche a nome dei colleghi assenti; il problema nasce in particolare per le iscrizioni in quanto alcune scuole secondarie di I grado (in particolare la San Benedetto) hanno lamentato comportamenti poco coerenti, in relazione alle decisioni di rete, dei DD.SS. nei confronti delle iniziative della loro scuola. Dopo una attenta discussione si verbalizza quanto segue:

  •   i DD.SS. si impegnano per il prossimo a.s. a predisporre un calendario degli incontri previsti nelle scuole medie da distribuire a tutti i genitori
  •   i docenti dal canto loro si limiteranno ad attivare le loro iniziative nelle scuole del territorio di riferimento, evitando di 'sconfinare' in territori non di pertinenza

          Infine si ricorda che è in preparazione, per i primi di marzo, l'iniziativa della 'notte bianca'; il D.S. Santoro sollecita i docenti ad inviare quanto prima due righe sulla modalità dell'iniziativa in maniera da poterla diffondere in tutte le scuole.
          Il D.S. Santoro, a nome di tutti i DD.SS. di rete, esprime un vivo ringraziamento a tutti i docenti referenti di rete per l'impegno profuso e richiede alla referente Cortellessa di farsi portavoce in tal senso nei confronti dei suoi colleghi.

          Si passa alla discussione del secondo punto all'o.d.g.
          I presenti riferiscono sulle situazioni che si sono create nelle singole scuole. Dopo un primo momento di difficoltà dovuto al sistema informativo del MIUR, le iscrizioni on-line sembrano funzionare senza particolari problematiche.
          Si discute quindi sul problema delle classi di tempo pieno (orario normale scuola dell'infanzia, tempo pieno scuola primaria e tempo prolungato scuola secondaria di I grado) il cui numero non può superare quello delle prime classi dell'anno in corso. Tale problematica impone la definizione di criteri qualora non fosse possibile accettare tutte le richieste al fine di predisporre delle graduatorie, così come previsto dalla circolare del MIUR; in presenza comunque di consistenze numeriche adeguate tutti i presenti concordano nel richiedere comunque le classi necessarie a soddisfare tutte le richieste dell'utenza. Per tutte le altre iscrizioni, a meno di situazioni particolari, si concorda di accettare tutte le domande di iscrizione lasciando al MIUR la decisione di non attivare le classi richieste, anche di tempo normale.
          In relazione agli alunni stranieri, dal momento che il tetto per legge non può superare il 30% di alunni nella medesima classe, si concorda che, in caso di necessità, i DD.SS. chiederanno formalmente la deroga al Ministero, deroga che negli anni passati non è mai stata negata (silenzio-assenso).
         
          Si discute quindi il terzo punto all'o.d.g.
          Dopo ampia discussione si decide quanto segue.
          Si costituirà un gruppo di lavoro dei DD.SS. che lavorerà inizialmente in forma distinta da quello dei docenti di Rete. Successivamente si potrà pensare di definire un gruppo misto sulla base dei lavori effettuati dai due gruppi distinti.
          Il gruppo, aperto a qualsiasi altro DD.SS. interessato, viene costituito con i seguenti nominativi: Caroni, Cataneo, Fiorini, Gentilini, Pasqualoni, Patrizio, Pintus, Santoro. Il gruppo si riunirà inizialmente in coda alle riunioni di rete a partire dalla prossima riunione; si prenderà spunto per l'inizio dei lavori da quanto emergerà nella riunione convocata dal MIUR per il 20 febbraio p.v., nonché dai materiali utilizzati dai DD.SS. in anno di prova e/o da eventuali altri materiali messi a disposizione da tutti i colleghi.
          Il DS Cataneo rappresenta la difficoltà di alcune scuole superiori che hanno assunto una posizione intransigente nei confronti delle Prove Invalsi che invece costituiranno uno degli elementi per l'autovalutazione di istituto; dal momento che ormai la legge impone tali prove è necessario far capire alle scuole che tale atteggiamento non può che isolarle tenendo anche conto, come sottolinea il DS Pintus, che i processi di autovalutazione sono obbligatori a partire dall'autonomia scolastica (quindi dal 2000).
          Il DS Santoro si impegna a predisporre una mailing list dei partecipanti al gruppo.

          Si passa al quarto punto.
          i DD.SS. si confrontano sul contenuto della nota del MIUR, concordandone l'interpretazione:
dal prossimo anno scolastico (adozioni per il 2014-2015) non ci sarà più alcun vincolo sulla durata delle adozioni dei libri di testo; ci sarà altresì l'obbligo delle adozioni di libri di testo in versione digitale o mista. Per le adozioni nel corrente a.s. valide per il 2013-2014, permangono i vincoli pluriennali.
          Si ricorda come procedere per l'eventuale superamento del tetto di spesa: il Collegio docenti delibera i testi da adottare, in conseguenza il D.S., verificati i costi, porta in Consiglio di istituto la richiesta motivata di deroga del 10%. Il Collegio decide inoltre quali testi sono obbligatori e quali consigliabili al fine di mantenere il tetto di spesa indicato dal MIUR.

          In relazione all'ultimo punto all'o.d.g. i presenti esprimono profonda preoccupazione per il taglio al MOF che impoverirà l'offerta formativa delle scuole, in particolare di quelle primarie e secondarie di I grado. Si concorda sulla necessità di riavviare immediatamente la contrattazione di istituto per poter, anche se con grande ritardo, definire i compensi per i salari accessori del personale docente ed ATA.
           
          
La riunione termina alle ore 11.30
Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DEL 17 GENNAIO 2013

Il giorno 17 gennaio 2013, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del  XIV-XV distretto si sono riuniti presso la S.M.S. “San Benedetto”, in Via dei Sesami 20, per discutere il seguente o.d.g.:

Resoconto della riunione dei docenti referenti
Iscrizioni A.S. 2013-2014
Finanziamento MIUR per dematerializzazione
Legge di stabilità (per gli articoli relativi alla scuola)
Varie
  

Sono presenti i DD.SS.: M. Pintus (S.M.S. “I.C. Via dei Sesami”), A. Caroni (I.C. Via Tor de’ Schiavi), T.Santoro (“I.C. “Via Olcese”), M.Frasca (I.C. “Via Anagni”), A.Cataneo (Liceo scientifico “T.Levi Civita”), D.Patrizio (I.C. “Via Pirotta”), D.Gentilini (I.C. “Via Aretusa”), A.Simonelli (I.C. A.Manzi), S.Pasqualoni (I.C. “Via Ferraironi”), G.Mercurio (I.C. “Piazza De Cupis”), sono presenti i docenti referenti C.Falsetti (I.C. Via Tor de’ Schiavi) e M.Cortellessa (I.C. A.Manzi); è presente inoltre, per l’I.I.S. Di Vittorio-Lattanzio, il docente referente di rete M.E.Mammarella su delega del Dirigente scolastico.

Si inizia con la discussione del primo punto all’o.d.g.
            Prendono la parola i docenti referenti di Rete Cortellessa e Falsetti; in premessa riferiscono che, nell’ultima riunione dei docenti referenti, probabilmente perché convocata in una data ravvicinata al periodo delle vacanze natalizie, i docenti presenti, nonostante la data fosse stata scelta di comune accordo, erano solamente tre. Per tale ragione non è stato possibile procedere al previsto avvio delle attività; in ogni caso riferiscono che i gruppi che si sono costituiti lavoreranno principalmente su due tematiche:

  1. Valutazione (nello specifico i lavori saranno indirizzati all’analisi di obiettivi e di criteri valutativi comuni in particolare in relazione agli anni di passaggio nell’ottica della costruzione di un curricolo verticale)
  2. Intercultura (nello specifico i lavori saranno indirizzati alla definizione del Protocollo di Accoglienza per gli alunni stranieri, già elaborato in bozza e condiviso dalle scuole, al fine di poterlo rendere operativo a partire dal prossimo anno scolastico)

Prendendo spunto da quest’ultima tematica i docenti ricordano l’interesse manifestato da molti colleghi per l’attivazione di Corsi di formazione in Glottodidattica, sulla falsariga di quelli già avviati dall’I.C. “Via dei Sesami”. Ricordano inoltre che era stato già ipotizzato, dato i costi dei corsi stessi, che la Rete contribuisse parzialmente al reperimento dei fondi poiché tale formazione resta un patrimonio per tutte le scuole.
Il DS Santoro ricorda che è necessario prima procedere al pagamento di quanto indicato nel bilancio di previsione per il 2013, compreso il parziale ‘riconoscimento’ economico ai due referenti di rete; fondamentale sarà in tal senso il pagamento della quota di rete che ogni scuola è tenuta a versare (€ 125.00 compresa la quota Asal). Dal momento che è stato concordato di non aumentare detta quota pur essendo diminuite le scuole in seguito ai dimensionamenti, sarà necessaria una ulteriore verifica dei fondi. In ogni caso sono stati accreditati alle scuole fondi per la formazione più consistenti di quelli degli anni passati ed ogni scuola potrà attingere ai medesimi.
Al fine comunque di poter capire le effettive richieste di formazione da parte dei docenti delle scuole della rete il DS Santoro chiede ai docenti referenti una sintesi della proposta di formazione da poter inviare a tutte le scuole per raccogliere le prime adesioni indicative e valutare i costi e il numero di corsi da attivare.

Si passa quindi al punto due all’o.d.g.
Si discute ampiamente della C.M. 96 del 17 dicembre 2012 relative alle iscrizioni. Ci si sofferma in particolare su alcuni punti quali: le procedure on-line; la richiesta ai genitori, prevista dal ministero, di una seconda scelta all’atto dell’iscrizione e la successiva definizione degli organici; il controllo da parte delle scuole dell’obbligo formativo. I presenti riflettono sulle modalità da mettere in atto per aiutare i genitori in questa delicata fase, si confrontano sui modelli organizzativi che ogni scuola ha adottato e sulle difficoltà che il personale di segreteria si troverà a dover affrontare. Infine si discute sui criteri adottati dalle scuole per l’eventuale compilazione di una graduatoria per l’accoglimento delle domande.

Si passa al punto tre all’o.d.g.
Sono in fase di erogazione i contributi del MIUR per l’attuazione dei processi di dematerializzazione. Le scuole si confrontano sui fondi ricevuti (5000-6000 euro circa per ogni scuola) e sull’utilizzo che se ne intende fare.
Le diverse scuole si trovano attualmente in fasi diverse. Le scuole superiori stanno già sperimentando registri e pagelle on-line; le altre scuole sono in una fase o di parziale sperimentazione o di analisi dei pacchetti esistenti.
Si concorda che la somma ricevuta potrà essere utilizzata principalmente per l’acquisto di strumenti di base (PC per sale docenti e/o segreterie) e di pacchetti operativi per l’attuazione, in primis, delle pagelle on-line e dei registri personali. Le scuole in tal senso si scambiano le loro esperienze individuando i punti di forza e le criticità. Si concorda inoltre che la fase più critica è sicuramente quella del registro di classe in quanto necessiterebbe di scuole cablate e di strumentazioni in ogni classe (tablet, pc, notebook ed altro). Inoltre i docenti potrebbero avere difficoltà per la diversa preparazione che ognuno di loro possiede nell’uso delle strumentazioni informatiche. I fondi destinati dal MIUR non riescono presumibilmente a coprire tutte le spese necessarie nelle scuole, in particolare nelle scuole primarie. Si concorda pertanto quanto segue:
i fondi verranno utilizzati in primis per l’attuazione della dematerializzazione relativa a: scrutini in formato elettronico, pagelle on-line, registri personali, nonché per il pagamento delle Connessioni Internet delle scuole che avevano aderito al “Progetto SPC Scuole” ed alle quali è stata comunicata la dismissione delle linee internet, come da nota del MIUR (prot. AOODPPR n.64 del 10 gennaio 2013). Successivamente, in base anche ad ulteriori finanziamenti del MIUR, si potrà pensare all’acquisto, anche con una gara di rete, dei supporti informatici necessari per ogni classe al fine di completare il processo di dematerializzazione nonché per gli eventuali cablaggi nelle scuole che ne fossero prive. Viene sollevato in alcune scuole il problema dell’aggravio di lavoro per docenti ed ATA: si riflette sul fatto che tale aggravio potrebbe esserci esclusivamente in una fase di avvio poiché successivamente ci si attende una semplificazione del lavoro; si rimanda ad altra riunione di rete una discussione in merito.

Si passa infine alla discussione del punto 4.
            La discussione verte principalmente sul problema del pagamento delle ferie per i supplenti.
            Dopo ampia discussione e lettura delle diverse posizioni, anche sindacali, si concorda di attendere istruzioni operative da parte del MIUR e i previsti chiarimenti in merito. In ogni caso i presenti non ritengono opportuno procedere all’assegnazione di ferie di ufficio al personale supplente in quanto si è anche in attesa di una interpretazione normativa per il comparto scuola relativa all’attuazione della legge: se a partire dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale o se a partire dall’a.s. 2013-2014, come ipotizzato da alcune fonti sindacali.

            In chiusura di riunione il DS Cataneo comunica che il Direttore Novelli ha risposto in merito alla richiesta presentata come rete relativa alla formazione obbligatoria del personale dirigente scolastico D.L.vo 81/08; nella risposta il Direttore ha concordato con la necessità della suddetta formazione impegnandosi a organizzarla quanto prima anche a seguito del reperimento dei fondi necessari. Tale risposta verrà trasmessa a tutti i DD.SS. della rete.

La riunione termina alle ore 12.00
Ha verbalizzato il DS Santoro

Inizio pagina