archivio documenti

Verbali delle riunioni dei DDSS-anni scolastici 2007-2010


Verbali delle riunioni dei DDSS.-anno scolastico 2010-2011
Verbali delle riunioni dei docenti referenti di rete
Verbali delle riunioni dei DSGA
Verbali anni precedenti

Verbale del giorno 08/10/2009
Verbale del giorno 10/09/2009
Verbale del giorno 04/06/2009
Verbale del giorno 02/04/2009
Verbale del giorno 27/02/2009
Verbale del giorno 05/02/2009
Verbale del giorno 15/01/2009
Verbale del giorno 18/09/2008


Verbale del giorno 11/12/2008
Verbale del giorno 06/03/2008
 Verbale del giorno 07/02/2008
Verbale del giorno 10/01//2008
Verbale del giorno 08/01/2008
Verbale del giorno 08/11/2007
Verbale del giorno 04/01/2007


VERBALE DELLA RIUNIONE DI RETE DEL GIORNO 8/2/2010

Il giorno 8/2/2010 in via Ferraironi si tiene l'incontro della rete di scuole dei distretti XIV e XV con il seguente odg:

  1. comunicazioni sull'incontro dell'ASAL
  2. situazione finanziaria delle Scuole-Piano annuale
  3. bilancio della rete
  4. eventuali e varie

PUNTO 1 ALL'O.D.G. “comunicazioni incontro ASAL”

CARONI riferisce della riunione ASAL.

Queste le principali riflessioni condivise:

•  sembra che non vi sarà alcun rimando da parte del Ministero per l' approvazione del Piano annuale

•  l'ASAL sconsiglia le scuole dal non approvare il Piano e dal farsi commissariare

•  non è opportuno inserire i residui attivi nell'aggregato zeta, come “consiglia” il Ministero. Di fatto non sono risorse disponibili e accantonate. Considerarle tali potrebbe essere l'anticamera della radiazione.

•  nell'aggregato zeta saranno inseriti solo eventuali somme effettivamente disponibili, dopo che siano stati effettuati gli impegni di spesa essenziali.

•  L'ASAL chiederà un incontro al Ministero, prima di intraprendere nuove iniziative (conferenza stampa e probabile nuova lettera ai genitori)

Sul problema dei tagli alla Multiservizi, ci si aspettava solo l'azzeramento dell'extracanone, invece il taglio per quest'ultima voce pesa solo per il 10% . L'ASAL ha scritto all'Assessore Di Stefano per un possibile intervento integrativo della Regione (diretto alle Scuole o alla ditta per garantire i lavoratori).

Multiservizi garantisce standard alti fino ad aprile, poi si vedrà, scuola per scuola, se passare allo standard medio, almeno fino a settembre.

Si consiglia alle scuole di aspettare per decidere insieme, visto che Multiservizi si sta consultando con l'ASAL.

Comunque, poiché i DDSS saranno direttamente responsabili del non rispetto del contratto, Multiservizi potrebbe decidere unilateralmente di ridurre il servizio.

PUNTO 2 ALL'O.D.G. “situazione finanziaria scuole”

PINTUS propone di scrivere una lettera ai genitori su tutte le tematiche oggetto dell'attuale tensione nelle scuole: situazione finanziaria, contratto Multiservizi, iscrizione alle scuole Superiori in presenza di una riforma che non ha completato l'iter e sulla quale gravano incertezze,tetto agli alunni stranieri.

Propone di dichiarare la indisponibilità dei DDSS a rispondere presso le famiglie delle improvvisazioni del Ministero, della disinformazione e dei ritardi nelle disposizioni e di aggiungere la indisponibilità dei DDSS ad attenuare le ansie della famiglie.

I presenti incaricano Pintus di scrivere una lettera aperta al Ministro sui temi sollevati. Il testo verrà inviato alle scuole della Rete entro il 10 febbraio, per eventuali integrazioni, poi verrà spedito, affisso agli albi delle scuole e inviato agli organi di stampa.

SANTORO comunica che ha pubblicato sul sito della Rete il documento delle Giunte Esecutive delle scuole del Municipio XVIII, con le modifiche condivise nell'incontro di Rete fra DDSS e DSGA. Dopo aver discusso si delibera che il documento costituisca la base per le delibere di Giunta e di Consiglio delle scuole della Rete. Entro il 20 febbraio le Scuole che avranno deliberato seguendo l'impianto della suddetta delibera ne daranno comunicazione a Santoro, così che la stessa potrà comunicare ufficialmente al Ministero il numero delle scuole della Rete che hanno deliberato sostanzialmente come da testo allegato e la data della delibera.

Ovviamente alcune differenze, se vi saranno, potranno essere legate a situazioni specifiche delle singole scuole (es. adeguamento del servizio di pulizia, esternalizzazioni per sevizi di refezione ecc.)

PUNTO 3 ALL'O.D.G. “bilancio di Rete”

SANTORO comunica che la sua scuola non prenderà la gestione finanziaria della Rete se non riceverà dal DSGA della scuola”Manzi” il trasferimento delle risorse.

Gli attuali residui attivi permettono soltanto di pagare Valentina Talamonti per la gestione del sito per l'a.s. 2008 (non per il 2009).

Risultano mancanti € 4.500, a causa di scuole inadempienti (4 Secondarie, 7 Primarie, 4 Secondarie di primo grado).

Per il 2010, se tutte le scuole pagheranno il dovuto, si potrà pareggiare il bilancio, coprendo le spese previste (€ 2.000 per i docenti coordinatori dei due distretti, € 1.000 per la gestione amministrativa, € 345 per facile consumo, €2.000 per compensare Talamonti, € 155 per pagare lo spazio del sito)

Santoro aggiunge quanto segue:

•  chiudiamo il protocollo triennale con il presente a.s. 2010, saldando i debiti e senza portarci dietro passività

•  saldiamo prima i debiti con i soggetti esterni alle scuole della rete

•  come indica il Protocollo, la quota annuale va pagata entro giugno,ma è opportuno anticipare il pagamento entro maggio

•  la quota di partecipazione è stata ridotta , per il presente a.s. a € 200

•  il sito è fondamentale per l'esistenza e il funzionamento della rete

PUNTO 4 ALL'O.D.G. “eventuali e varie”

FRASCA riferisce sul progetto “Leonardo” che coinvolge scuole di diverse Regioni e ha come obiettivo la lotta alla dispersione scolastica. La nostra Rete partecipa per il segmento che riguarda la sperimentazione di un curricolo verticale. La prima fase della ricerca , fase che si sta per concludere, ha riguardato le buone pratiche e la percezione che della Rete e della sua storia hanno docenti e dirigenti.

Conferma che la nostra Rete, attraverso la ricerca, avrà una grande visibilità e che il percorso sarà comunque utile alle scuole, perché si potranno condividere materiali e prodotti , anche in relazione alle competenze e alle modalità di certificazione delle stesse.

Ricorda che il giorno 15 febbraio vi sarà un incontro con l'Ispettore Alberto Alberti sul curricolo verticale.

SALACONE sottolinea che negli anni e con il rinnovarsi di dirigenti e docenti, il percorso della Rete può essersi appannato. I due Progetti attualmente più importanti che la rete sta realizzando, il Progetto “Leonardo” e quello relativo alla istituzione di un “Osservatorio per la disabilità” sostanzieranno, per il futuro, in maniera molto forte la continuità dell'impegno di Rete.

AGLIRA' chiede che vengano maggiormente rispettati i tempi degli impegni che i Progetti di rete assumono . Porta ad esempio i tempi per lo scambio sul tema delle competenze.

FRASCA risponde che la ricerca sul curricolo è appena iniziata e che ha i tempi di una ricerca complessa.

SALACONE propone di mettere all'o.d.g. di un incontro successivo il tema della riforma della scuola Secondaria di secondo grado e di affidare la descrizione dei provvedimenti ad un DS di scuola secondaria della Rete.

SANTORO chiede che chi abbia proposte interessanti riguardanti l'aggiornamento sul tema della sicurezza lo comunichi nel prossimo incontro.

Propone che l'incontro di marzo si tenga non il giorno 4 ma il giorno 11. I presenti approvano

La riunione si chiude alle ore 14

Ha verbalizzato Simonetta Salacone

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL 21 GENNAIO 2010

Il giorno 21 gennaio 2010, alle ore 9.00, i DD.SS. della Rete del XIV-XV distretto si sono riuniti presso il 126° C.D., in Via Ferraironi 38, per discutere il seguente o.d.g.:
1. decreto Legislativo 150 del 27 ottobre 2009
ore 11.30
2. osservatorio integrato sulla disabilità: incontro avvenuto presso l’USR con il Direttore Novelli
3. iscrizioni a.s. 2010-2011
4. linee guida della rete per l’accoglimento delle iscrizioni
5. progetto di Educazione stradale
6. adesione rete alle iniziative di Gioventù Digitale
solo per le scuole del VI Municipio
7. definizione membri consulta del VI Municipio


Sono presenti alla prima parte della riunione, dedicata ad un momento di autoformazione dei DD.SS. della Rete sulle innovazioni previste dal D.L.vo 150/2009:
A. Caroni (21°C.D.); F. Conte (77°C.D.); A.M.Giuliani (I.C. “Via Tor de’ Schiavi – ex ”S.M.S. “Massaia”); N. Marciano (4° C.D.); M.Pintus (S.M.S. San Benedetto); F. Longhi insieme al referente della scuola prof. C. Salvatore (S.M.S. “Pavoni”); T.Santoro (34° C.D.);
Sono presenti inoltre i delegati delle scuole: Toti, Marconi, Pirotta, Iqbal Masih (DSGA)
Il D.S. Andrea Caroni, già delegato a tale compito dai DD.SS. nell’ultima riunione di rete, presenta una analisi dettagliata del Decreto Legislativo 150/2009, meglio noto come decreto Brunetta, soffermandosi in particolare sulle parti che interessano le scuole. I presenti discutono ampiamente e si confrontano in merito all’applicazione di tale decreto.
Si chiede al D.S. Caroni la pubblicazione sul sito della rete delle slides da lui preparate oggetto della riflessione odierna.
Alle 11.15 si procede ad una breve pausa-caffè.

Alle 11.30 la riunione prosegue con la trattazione degli altri 6 punti all’o.d.g.
Sono presenti:
Caroni (21°C.D.); F. Conte (77°C.D.); M.Frasca (S.M.S. “Toniolo”); W.Giacobini (81° C.D.); A.M.Giuliani (S.M.S. “Massaia”); E. Labasi (S.M.S. “Parri”); N. Marciano (4° C.D.); G.Mercurio (80° C.D.); M.Pintus (S.M.S. San Benedetto); F. Longhi insieme al referente della scuola prof. C. Salvatore (S.M.S. “Pavoni”); T.Santoro (34° C.D.); A.Simonelli (I.C. A.Manzi)
i docenti referenti di Rete: Marilena Cortellesi dell’I.C. “Manzi” e Carmela Falsetti del 21° C.D.
Sono presenti inoltre i delegati delle scuole: Toti, Marconi, Pirotta, Iqbal Masih (DSGA), Liceo Classico “Benedetto da Norcia”

In apertura di seduta il D.S. Santoro riferisce due brevi comunicazione del D.S. Salacone che non ha potuto partecipare alla riunione odierna.
Si concorda di aderire come rete ai progetti dell’associazione Ermes che riguardano l’integrazione degli stranieri. Verranno successivamente pubblicati sul sito di rete i dettagli al fine di consentire poi alle scuole di esaminare i progetti ed aderire a livello di singola scuola. Il D.S. Pintus ricorda che nelle schede finanziarie dei progetti di rete è opportuno inserire sempre una quota che garantisca il funzionamento della rete stessa (sito web, referenti, ecc.).
Si discute brevemente sulle problematiche relative alla predisposizione del Programma Annuale 2010. Dal momento che Lunedì 25 gennaio i DSGA della rete si incontreranno per discutere tale argomento e che sono state pubblicate delle linee guida dell’Asal relative alla stesura del programma Annuale, si concorda di mettere all’o.d.g. della prossima riunione di rete tale argomento al fine di assumere posizioni comuni anche eventualmente di protesta e di denuncia pubblica dello stato disastroso nel quale versano i bilanci delle scuole che, in mancanza di disponibilità di cassa e con ingenti crediti nei confronti del Ministero, sono realisticamente tutti in passivo.
L’insegnante Falsetti chiede la parola per riferire due proposte emerse dalla riunione dei docenti di rete: partecipare alla piattaforma etwinning e aderire come rete a progetti Comenius.
Mentre per la prima proposta non si evidenziano problematiche in quanto facilmente attuabile dalle singole scuole (alcune hanno già aderito), per i progetti Comenius il D.S. Santoro, che ne ha esperienza diretta, esprime alcune perplessità nella adesione come rete, pur ritenendola una proposta interessante; ricorda che i bandi sono molto impegnativi e che prevedono la candidatura delle singole scuole; dal momento che i progetti Comenius già presentano di per sé una notevole complessità di realizzazione e gestione ritiene che sia complesso attuarli a livello di rete. Dopo una breve discussione il D.S. Pintus propone di riesaminare la proposta quando sarà pubblicato un nuovo bando europeo al fine di valutare la possibilità di una candidatura di rete. I presenti sono tutti d’accordo.
Per il secondo punto all’o.d.g. riferisce l’insegnante Roberto Zarra, referente dell’Osservatorio della rete. Durante l’incontro, avvenuto alla presenza del D.S. Salacone e dell’insegnante Maria Mencarelli, il Direttore M.M.Novelli ha manifestato interesse ed apprezzamento per il Progetto, proponendo anche un eventuale futuro coinvolgimento nel costituendo G.L.I. regionale coordinato dall’Ispettore Murano; valutando la possibilità di reperimento di ulteriori fondi ha invitato i presenti a rapportarsi con il dott. Sapia che, ovviamente, non ha potuto impegnarsi a riguardo poiché al momento non ci sono risorse disponibili; Zarra riferisce che la regione Lazio ha dato un riconoscimento per l’anno in corso all’osservatorio quale centro territoriale per l’integrazione scolastica; la provincia ha invece richiesto la pubblicazione degli atti del Convegno svoltosi nel mese di Giugno 2009; questi potranno essere presentati durante il Convegno che si intende organizzare nel corrente anno scolastico e che presumibilmente si svolgerà in due giornate del mese di maggio (venerdì e sabato- 7/8 maggio oppure 28/29 maggio); le date sono vincolate ad una serie di necessità relative anche alla partecipazione della ASL e degli specialisti che fanno parte dell’osservatorio; durante il convegno verranno presentati inoltre i risultati del progetto ABC che ha coinvolto numerose scuole della Rete e del progetto dell’AID (Associazione italiana dislessia) che si sta svolgendo presso la scuola Ungaretti.

Si passa quindi alla discussione del punto 3.
L’orientamento delle scuole presenti è quello di mantenere con i genitori la medesima offerta formativa dell’anno in corso; la maggior parte delle scuole elementari ha previsto per il tempo normale di proporre ai genitori le 27 ore, compatibili con l’organico assegnato; le scuole medie lamentano la probabile scomparsa del tempo prolungato in quanto gli organici non ne consentiranno più l’attuazione così come organizzata negli anni scolastici precedenti; le scuole superiori sono in attesa di verificare la portata della riforma sugli organici; solamente il liceo classico sembra che non sarà ‘toccato’ dai tagli. I DD.SS. presenti manifestano stupore per la mancanza di movimenti di protesta da parte dei docenti delle superiori in quanto l’attuazione della riforma porterà a profondi mutamenti in particolare negli ex istituti tecnici e professionali.
Le scuole medie si accordano con le scuole elementari sulla modalità di distribuzione dei moduli per le domande di iscrizione; durante le riunioni alle scuole medie verranno distribuiti i moduli di iscrizione che i genitori compileranno e consegneranno alle scuole elementari per la loro trasmissione d’ufficio; le scuole elementari eviteranno il più possibile di utilizzare il modulo generico allegato alla circolare acquisendo i modelli delle scuole territorialmente vicine o invitando i genitori a utilizzare il modulo consegnato dalla scuola media alla quale intendono iscrivere il figlio.
Si concorda nella opportunità che tutte le scuole inizino le iscrizioni nella medesima data e si indica il primo febbraio; solamente le iscrizioni alla scuola dell’infanzia si apriranno prima in quanto la scuola materna comunale ha scadenze diverse ed ha già iniziato le iscrizioni.

Punto 4. Si dà lettera del documento predisposto dai colleghi Pintus e Giuliani; si approva all’unanimità e si allega al presente verbale.

Punto 5. Su richiesta dell’I.I.S. Di Vittorio-Lattanzio il D.S. Santoro informa che Venerdì 29 gennaio si svolgerà una riunione, per le scuole interessate, relativa al progetto di ed. stradale di cui il Di Vittorio-Lattanzio è capofila; verrà data comunicazione per email.

Punto 6.
La rete aderisce alle iniziative di Gioventù Digitale.

Punto 7.
Vengono individuati i DD.SS. membri della Consulta del VI Municipio: Frasca, Marciano, Simonelli

La prossima riunione di rete si svolgerà il giorno: 4 febbraio 2010 alle ore 11.30.


La riunione termina alle ore 13.50 Ha verbalizzato il D.S. Tiziana Santoro


Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL5 NOVEMBRE 2009

Il giorno 5 novembre 2009, alle ore 11.30, i DD.SS. della Rete del XIV-XV distretto si sono riuniti presso il 126° C.D., in Via Ferraironi 38, per discutere il seguente o.d.g.:

1. Valutazione degli alunni e certificazione delle competenze
   2. Proposta di definizione di modalità condivise nell’accoglimento delle richieste di iscrizione in corso d’anno
   3. Definizione piano di lavoro protocollo di intesa con l’Università La Sapienza, cattedra di Lucisano
   4. Proposta formazione utilizzo TIC nelle scuole da parte del consorzio Gioventù Digitale
   5. Richiesta Comune di Roma pagamento pasti docenti
   6. Contratto Multiservizi: utilizzo dell’extracanone

Sono presenti: T.Santoro (34° C.D.), M.Frasca (S.M.S. Toniolo), M.Greco (19° C.D.), A. Caroni (21°C.D.), F.Conte (77°C.D.), docente referente (117°C.D.), A. Bellu e B. Vallefuoco (Di Vittorio – Lattanzio), N.Marciano (4° C.D.), A.Simonelli (I.C. A.Manzi), M.L.Ciferri (82° C.D.), A.M.Aglirà (16°C.D.), M.Pintus (S.M.S. San Benedetto), Corrado Salvatore (S.M.S. L.Pavoni), M.M.Colabianchi (132° C.D.), A.M. Giuliani (I.C. Tor de Schiavi), G. Mercurio (80° C.D.)

1. Valutazione degli alunni e certificazione delle competenze
Le posizioni dei collegi risultano diverse, in particolare per le modalità di comunicazione di eventuali carenze in presenza di voti di consiglio. Si concorda sui seguenti punti:
- la scheda di valutazione quadrimestrale sarà deliberata dai singoli collegi docenti anche preso atto delle norme indicate nel Regolamento sulla Valutazione (D.P.R.122/09) non essendo stato possibile già negli anni precedenti arrivare ad un documento comune a tutte le scuole
- sulla scheda, secondo la norma, il voto andrà indicato sia in lettere che con il numero
- la nota integrativa sarà utilizzata dalle scuole o come documento a parte o inserita insieme alla scheda
- per la scuola primaria si concorda che non è obbligatorio esprimere un voto numerico sulle verifiche effettuate dai docenti
Si ritiene opportuno elaborare un documento comune alle scuole per la certificazione delle competenze; tale argomento verrà discusso nuovamente nella riunione di rete del mese di Dicembre durante la quale si prenderanno in esame i modelli elaborati dalle singole istituzioni scolastiche; si indirizzerà il lavoro del gruppo di rete dei docenti in tale direzione

2. Proposta di definizione di modalità condivise nell’accoglimento delle richieste di iscrizione in corso d’anno
Si discute ampiamente sulla problematica ed in particolare viene evidenziata la difficoltà che si presenta in alcuni istituti ‘accoglienti’ là dove altre scuole del distretto non accettano iscrizioni di alunni stranieri; per le scuole superiori emerge la problematica relativa alla valutazione che in alcune scuole medie viene comunicata per le vie brevi ai genitori all’atto dell’iscrizione consigliando o sconsigliando gli istituti superiori in base ad una valutazione soggettiva.
Vallefuoco propone che in tal senso venga rafforzata la struttura della rete; dopo ampia discussione si concorda sull’elaborazione di un protocollo d’intesa sulle iscrizioni per l’elaborazione del quale si assumono l’incarico i DD.SS. Pintus e Giuliani. Detto protocollo, sentite le proposte emerse durante la riunione, verrà portato successivamente a discussione e firma delle scuole della rete.

3. Definizione piano di lavoro protocollo di intesa con l’Università La Sapienza, cattedra di Lucisano

Il D.S. Frasca ricorda ai presenti che la prima riunione si terrà il giorno 9 novembre presso il 126° C.D. ed invita alla partecipazione tutti i DD.SS. che hanno firmato il protocollo insieme a due docenti per ogni istituto. Esplicita le modalità operative con le quali il progetto di ricerca verrà attuato.

4. Proposta formazione utilizzo TIC nelle scuole da parte del consorzio Gioventù Digitale

Il 4 punto all’o.d.g. non viene discusso non essendo pervenute notizie in merito.

5. Richiesta Comune di Roma pagamento pasti docenti

6. Contratto Multiservizi: utilizzo dell’extracanone
Il D.S. Caroni riferisce in merito alle posizioni dell’ ASAL, della quale fa parte la rete del XIV-XV distretto, e ricorda che le medesime sono pubblicate sul sito dell’Asal. Invita le scuole, là dove possibile, a soprassedere per il momento all’utilizzo dell’extra-canone in quanto l’Asal ha richiesto un incontro pubblico fra tutti i soggetti interessati per la discussione di tale problematica.
Rispetto alla richiesta del Comune di Roma per il pagamento dei pasti docenti informa che la posizione del Comune non è così rigida come appare dalla nota inviata alle scuole poiché sono stati forniti alcuni chiarimenti in merito al Comune stesso; le scuole che hanno fondi destinati devono pagare, per le altre il comune è consapevole che le istituzioni scolastiche non possono fare anticipi di cassa in assenza di finanziamenti del Ministero; l’Asal ha predisposto una comunicazione da inviare al Comune che si può adattare alle situazioni delle singole scuole.
Il D.S. Caroni riferisce anche dell’incontro avvenuto tra rappresentanti dell’Asal e il dott. Filesetti del MIUR in merito alla situazione finanziaria delle scuole.

Il prof. Vallefuco informa che ha avuto notizia in merito alla concessione del finanziamento del progetto di Ed. stradale; pertanto, non appena ci sarà la comunicazione dei fondi assegnati, verrà fatta comunicazione sul sito della rete delle modalità di attuazione del progetto.
Comunica inoltre che è in via di pubblicazione un nuovo bando per le lavagne multimediali indirizzato a scuole superiori e primarie; dopo breve discussione viene individuato l’istituto Lattanzio quale capofila; verrà organizzata una dimostrazione per tutte le scuole alla quale saranno invitate anche le scuole medie che hanno già avuto accesso al finanziamento in questione.

La riunione termina alle ore 14.00

Ha verbalizzato Tiziana Santoro

Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DI RETE DEL GIORNO 8/10/09


Il giorno 8/10/09 si è tenuto l’incontro di Rete con il seguente odg:

Presenti i DDSS delle seguenti scuole:
• Circoli didattici: 4°, 19°, 21°,34°, 77°, 80°,107°, 117°, 126°,
• Istituti Comprensivi: Manzi
• Scuole secondarie di I grado: Parri, Toniolo
• Scuole secondarie di II grado: LC . B.da Norcia, L.C. Kant

Sono presenti: la docente referente della Rete per il distretto XV Falsetti e la docente referente per i, progetto “Osservatorio sulla disabilità” Mencarelli

Prima di entrare nell’odg il DS Lambiase informa che il Municipio VII ha rivisto il proprio parere, relativamente alla Scuola Media “Baracca”, sezione staccata della SM “Massaia”, sita in territorio del Municipio VI.
Per tale scuola lo scorso a.s. era stato proposto il passaggio al Circolo didattico 126°, che sarebbe diventato Istituto Comprensivo. Tale proposta era stata ratificata dal Consiglio del Municipio VI e dai Consigli di Circolo e di Istituto delle scuole “Massaia” e “I. Masih”.
Con la nuova e recente delibera, invece, il Municipio VII e l’ IC via Tor de’ Schiavi, ripropongono la conservazione dell’attuale situazione, con il mantenimento della scuola “Baracca” come sezione staccata dell’IC Tor de’ Schiavi.

Salacone introduce il punto 1 all’odg “Osservatorio sulla disabilità”, dando la parola all’insegnante Mencarelli

Mencarelli ricorda che il progetto è stato uno dei più qualificanti della Rete.
Il percorso progettuale, nelle sue diverse fasi( i due anni di rilevazione, gli incontri costanti fra docenti ed operatori socio-sanitari, la stesura di una relazione condivisa di lettura dei dati raccolti con la rilevazione, i due Convegni tenuti nel 2007 e nel 2009 ) ha permesso :

• di avviare una collaborazione intensa e paritaria con i SMI delle due ASL a cui afferiscono le scuole della Rete
• di costruire una sede in cui scuole e operatori hanno potuto parlare di disabilità, non affrontando i singoli casi, ma trattando tematiche più generali quali la raccolta dei dati, la definizione di procedure, l’individuazione e la diffusione di repertori e pratiche didattiche
• di avviare una serie di importanti rapporti con facoltà di Università italiane. Esperti e ricercatori
• di consolidare i rapporti con la Provincia di Roma, in particolare con Assessorato alle Politiche sociali e l’ufficio della delegata all’handicap

Il lavoro comune ha rilanciato il senso profondo dell’interistituzionalità .
Nel corso del triennio si è consolidato il rapporto con le ASL e con gli operatori dei Servizi Materno Infantili dei due distretti della Rete.
Non tutte le scuole e i DDSS, invece , sono stati ugualmente interessati al percorso dell’Osservatorio e presenti al Convegno del giugno 2009.
L’USR del Lazio, che pure ha erogato un significativo finanziamento per la realizzazione del Progetto, ha brillato, nel 2009, per l’assenza al Convegno, mentre era stata attivamente presente in quello del 2007.
Altrettanto debole è stata, quest’anno, la partecipazione dei Municipi.
Straordinario, invece, l’interesse di molti docenti delle scuole di Rete, che hanno partecipato al Convegno, nonostante si sia svolto in date difficili, perché schiacciate fra la fine delle lezioni e l’inizio degli esami di scuola media, e molto gratificante la partecipazione di docenti di diverse Università italiane ed esperti di associazioni e di EELL, intervenuti come relatori, i quali hanno espresso giudizi molto positivi sulla qualità del Convegno e sulla partecipazione.
La Provincia di Roma, Assessorato ai Servizi Sociali e Sanitari , dopo una audizione presso la Commissione alla quale la Rete è stata invitata, ha deciso di riconoscere l’Osservatorio fra le strutture territoriali da riconoscere e sostenere, anche con supporto finanziario, e ha, intanto, comunicato che pubblicherà gli atti del convegno di giugno.
In particolare è stata apprezzata per quantità e qualità dei dati, la rilevazione sui disabili inseriti nelle scuole.

E’ necessario, per continuare, che ogni scuola :
• riconfermi la propria volontà di lavorare sul percorso che farà nascere l’Osservatorio
• indichi un docente referente responsabile dei futuri rapporti con l’Osservatorio

Sarà inoltre necessario rinnovare il gruppo di coordinamento e redistribuire compiti e responsabilità fra docenti e dirigenti interessati.
Infine comunica che è stato richiesto e verrà sicuramente ottenuto, un appuntamento con il Direttore dell’USR Lazio, affinché venga confermato il prioritario sostegno dell’Amministrazione scolastica al percorso che darà vita all’Osservatorio.

Falsetti propone che si firmi un accordo di programma, che formalizzi la volontà delle scuole a partecipare e ci permetta di contarci e di consolidare i risultati fino ad oggi ottenuti.
Santoro ricorda che anche l’adesione alla Rete dovrà essere riconfermata, perché l’attuale protocollo scade nel 2010.
Mencarelli ripete che è importante riacquisire la motivazione dei Collegi e dei DDSS.

Santoro introduce il punto 2 all’odg: progetto sul curricolo verticale, proposto dalla cattedra di pedagogia de “La Sapienza” e dà la parola alla prof.ssa Guglielmi, ricercatrice con il prof. Lucisano.

Guglielmi ricorda che ha presentato il progetto di ricerca sul curricolo a questa Rete di scuole che, differenza di molte altre esistenti sul territorio, è una realtà consolidata, che esiste ed opera ormai da decenni
.Illustra poi il Progetto che prevede una prima valutazione dell’esistente (i punti di forza della Rete). In questa fase si terranno non più di 5 incontri, anche con il coinvolgimento di eventuali Funzioni Strumentali delle scuole della Rete, durante i quali sarà decritto il disegno della ricerca e verranno indicate le competenze che l’università potrà mettere a disposizione delle scuole.
Il progetto di ricerca godrà anche di parte di un finanziamento europeo ottenuto dall’Università e dall’ISFOL nell’ambito dell’ azione Leonardo.

Dopo varie riflessioni i presenti esprimono:
• il parere positivo sulla ricerca di un curricolo verticale che si ponga l’obiettivo di realizzare competenze di tipo scientifico e sociale e che è in linea con analoghi percorsi già svolti da scuole della Rete
• l’interesse per un percorso che possa includere la ricerca di strumenti e modalità pertinenti di valutazione

Vengono così definiti i tempi della ricerca:

• 1° anno: valutazione della rete e degli strumenti già elaborati dalle scuole per l’autovalutazione (Salacone ricorda che la Rete ha anche investito risorse sul bilancio sociale, che è stato realizzato nel 2006)
• 2° anno: avvio del lavoro sul curricolo

Caroni ricorda la necessità di formare i docenti sin dal primo anno .
Falsetti propone che si formi un gruppo di rete sul tema “curricolo”, in continuità con l’esperienza già svolta in anni precedenti “dalla scuola delle discipline a quella del curricolo”, interrottasi per il venir meno degli esperti che avevano guidato i gruppi di lavoro.

Aderiscono al Progetto le seguenti scuole:
Circoli didattici 4°, 19°, 21°, 34°, 77°, 80°,107°, 117°, 126°, 132°;
le Scuole secondarie di I grado: Toniolo ;
l’Istituto comprensivo Manzi;
il Liceo classico Benedetto da Norcia

Si auspica l’adesione anche di scuole secondarie oggi assenti,
Le stesse indicano come scuola capofila la secondaria di primo grado “Toniolo”


Inizio pagina


VERBALE DELLA RIUNIONE DI RETE DEL 10/09/09


PRESENTI:

Circoli Didattici: 4, 16, 21, 19, 34, 77, 80, 117, 126, 132.
Scuole Secondarie di I grado: Parri, Massaia, San Benedetto,
I.C. Manzi
Scuole Secondarie di II grado: LC Kant, LC Benedetto da Norcia.
ITC Di Vittorio-ITIS Lattanzio.

O.d.g.
1. Piano annuale delle attività
2. Progetto “ Osservatorio integrato sulla disabilità”
3. Varie

La prima parte dell’incontro si svolge presenti sia i DD SS che i Docenti referenti di Rete,
la seconda parte con la sola presenza dei DDSS

Introduce la DS Santoro la quale comunica che essendo questo l’ultimo anno di durata del protocollo di Rete, le Scuole dovranno lavorare anche nell’ottica della eventuale rimotivazione e riconferma della volontà di lavorare in Rete.
Comunica poi che gran parte delle Scuole aderenti non ha pagato la quota contributiva per l’as 2008/09 .
Comunica inoltre che si potranno fare ulteriori risparmi, considerata la situazione di grande difficoltà economica in cui versano le scuole, riducendo il compenso al DSGA che si occuperà del bilancio di rete (tale incarico passerà, con il consenso degli interessati dal DSGA della scuola Manzi al DSGA della scuola M.Teresa di Calcutta) .
Allo stesso modo la Prof. ssa Talamonti ha accettato che sia ridotto il proprio compenso per la gestione del sito.
Tutti convengono che, per continuare a sopravvivere, sarà necessario che in ogni progetto richiesto e ottenuto in Rete, una modestissima parte sia destinata a spese di realizzazione e di segreteria, che compensino le attività svolte dalla Rete.
La DS Salacone esprime i motivi per i quali, a suo parere, la Rete è particolarmente necessaria, in un momento di forte crisi della Scuola nel suo complesso e di transizione e rinnovamento generazionale del personale docente e dirigente.

Il Prof. Natalini della scuola S. Benedetto ricorda l’incontro tenutosi presso il LC Kant, nel marzo dello scorso a.s. , durante il quale i DDSS, alla presenza di molti presidenti di Consiglio di circolo/Istituto, delle autorità amministrative e di molti docenti, hanno dichiarato l’interesse di ciascuno e della Rete ad essere consultati dall’USR e dal Ministero, soprattutto quando si varano riforme significative per tutta la Scuola.
Riferisce quanto discusso nel Collegio della sua scuola, relativamente all’interesse per le attività di Rete e al ruolo della Rete rispetto alle riforme.

Sulla base dei temi introdotti da Natalini, si decide di proseguire intervenendo tutti su:

A - Contenuti dell’attività di Rete per l'a.s. 2009/010
· B - Modalità di lavoro della Rete per l'a.s. 2009/010

Il dibattito, ampio e ricco, grazie all’apporto di tutti i presenti, si riassume come segue.

· A – CONTENUTI.:


1. Riforme
2. Integrazione e disabilità .
Su tale argomento vengono individuate già alcune macroareee che saranno oggetto
dell’Osservatorio sulla disabilità:
* rapporti con i servizi territoriali

* uscita dal percorso scolastico dei
disabili
3. Intercultura e alfabetizzazione culturale


4. Ricerche di Rete (con l’ Università o altri Enti territoriali) .
Su tale contenuto esistono già attività che si stanno avviando:

* ricerca sul curricolo verticale, con la
Cattedra del Prof, Lucisano
dell'università “La Sapienza"

* ricerca sulla percezione della disabilità
fra gli alunni della scuola superiore,
con la cattedra della Prof.ssa Grasselli
della Terza Università di Roma

5. Edilizia e Sicurezza, a cominciare dal tema della sicurezza degli attraversamenti stradali (anche in riferimento all’incidente mortale avvenuto ad un alunna della scuola S. Benedetto lo scorso a.s.)

6. Valutazione: finalità, modalità, strumenti, prove INVALSI

7. Aggiornamento
Su tale contenuto è già stato approvato e finanziato il seguente percorso:

* Dislessia (scuola polo Circ. did. 25°)

Realizzazione di Progetti con finanziamento europeo o di enti locali (Regione, Provincia) Su tale contenuto sono già stati approvati i seguenti Progetti:

* Integrazione alunni stranieri (con
l’Associazione “Kel’Lam” )
* Progetto ABC (Istituto Sante De
Santis , ASL RM C e B, Municipi VI e
VII)

8. Rapporti con le risorse del territorio (nel Municipio VI, su questo argomento, è nata la
Consulta della Scuola, organo del Consiglio Municipale)

9. Convenzioni per acquisti e servizi (già avviata lo scorso a.s. la formazione del personale
sulla sicurezza, con notevole risparmio ed efficacia)

B – MODALITÀ


1. Migliorare la comunicazione di rete : * creare finestra di comunicazione obbligata in ogni
incontro di Collegio e costituire uno spazio
di comunicazione delle attività di Rete
nella bacheca di ogni scuola, con l’affissione dei
verbali degli incontri
* utilizzare mainlig - liste
* utilizzare meglio i Forum di rete e aprirne di nuovi
* visitare periodicamente il sito di Rete e aggiornarlo
* rendere più costante in ogni scuola il rapporto fra
DS e docente Referente di Rete

2. Incentivare la verifica dei percorsi di Rete che si sono già realizzati e prevederla per quelli
che si avvieranno

3. Utilizzare meglio la programmazione (mese di settembre) e la verifica (mese di maggio)

4. Ricercare risorse sia all’esterno che all’interno delle scuole. Prevedere un utilizzo di parte
del Fondo di Istituto per i/le docenti che saranno impegnati/e in attività di Rete. Impegnare
in questa direzione anche una delle Funzioni Strumentali di Istituto

1. Elaborare ed utilizzare una modulistica comune alle scuole di Rete (ad esempio sulla
segnalazione della disabilità, sulla valutazione, sulla segnalazione dei bisogni all’ Ente
Locale..)

2. Coinvolgere i Municipi in attività che diano visibilità alle attività delle scuole in Rete (ad
esempio chiedere che promuovano a fine a.s. una “Festa delle scuole in Rete”, in cui ciascuna scuola possa godere di spazi espositivi per i propri lavori più significativi e durante la quale si possano svolgere saggi e dimostrazioni di attività. Tale festa dovrebbe diventare un appuntamento ricorrente per tutte le scuole della Rete e invogliare alla partecipazione anche le altre scuole del territorio che fino ad oggi hanno percepito di meno la utilità della struttura di Rete)


PROPOSTE DI PERCORSI COMUNI PER L’A.S. 2009/10


1. Per presentare proposte di percorsi comuni per l’a.s. che inizia, viene data la parola al prof. Alessi il quale invita a leggere le “linee guida per l’educazione motoria e fisica” emanate dal Ministero
Invita la rete a stimolare l’USR del Lazio (fino ad oggi sordo) a costituire il Comitato Sportivo Scolastico previsto come condizione perché siano erogati alle scuole i fondi di avviamento della pratica sportiva.

Mette a disposizione delle scuole della rete il super attrezzato impianto sportivo realizzato nella scuola di via Beccadelli con il contributo di 250.000 euro da parte del Comune di Roma . Se ne può concordare con la scuola Pavoni l’utilizzo sia in orario scolastico che extra scolastico, da parte di altre scuole della Rete. L’utilizzo che già ne viene fatto riguarda in particolare l’integrazione degli alunni disabili.

Il prof, Alessi descrive poi il progetto “La scuola di Piccolo Circo” che già si realizza in via Beccadelli, su un progetto finanziato dalla provincia di Roma per l’integrazione di bambini ADHD e il lavoro comune con i normodotati. Sono stati attivati due gruppi di alunni di età di scuola elementare e media e si lavora con l’apporto di Associazioni, con lo IUSM e con la Facoltà di Scienze Motorie di Tor Vergata, con l’Assessorato alle politiche sociali della Provincia di Roma e con l’Istituto Sante de Santis.

2. Ugo Poce comunica che l’associazione Ke’Lam ha ottenuto il finanziamento per il progetto di integrazione e cittadinanza, al quale avevano aderito alcune scuole della rete.
Le attività di Cineforum, proiezione di CD, festa interculturale finale potranno essere aperte a tutte le scuole della Rete.
Teodoro Jock ‘Ngana , mediatore e responsabile del progetto, comunica che le attività di aggiornamento dei docenti e quella con le classi, essendo stato ridotto della metà il finanziamento richiesto, riguarderanno 30 ore per 2 classi per 7 scuole. Chiarisce che l’integrazione non riguarda solo gli alunni di famiglie migranti, ma tutti e che il progetto non è rivolto solo alle scuole , ma al quartiere.
Le scuole potranno riadattare il progetto con gli operatori
Una parte del finanziamento resterà alle scuole sotto forma di materiali didattici pertinenti ai percorsi.
L’aggiornamento dei docenti potrà essere sostituito con la consulenza relativa alla realizzazione del progetto o da momenti di confronto fra i/le docenti e i mediatori sul tema, fermo restando il limite del finanziamento ottenuto.

Il testo del Progetto sarà pubblicato sul sito di rete.

3. L’insegnante Lucarelli, del Circolo didattico 126° illustra il progetto del sistema delle Biblioteche del comune di Roma relativo all’adozione di biblioteche in Paesi del mondo afflitti da guerre o da povertà.
Con il coordinamento del sistema delle Biblioteche, alcune Associazioni e Istituzioni hanno già adottato 14 biblioteche in Asia, in Africa, in America Latina, effettuando sostegno a distanza e finanziando le attività con risorse proprie ricavate da feste, donazioni, autotassazione ecc. che confluiscono in una unica cassa comune e che vengono ripartite fra le biblioteche dei 14 paesi (in futuro potranno esserlo anche fra le eventuali nuove biblioteche)
I finanziamenti garantiscono le dotazioni, gli arredi, il compenso per il personale (tutto locale) che gestisce le attività delle biblioteche.
Il Progetto non gode di finanziamenti pubblici.
La responsabile del progetto, dott.ssa Silvia Bazzocchi, è disponibile a illustrarlo a quelle scuole che decidessero di partecipare.
Salacone fa notare che le scuole dovrebbero essere particolarmente sensibili a questa forma di solidarietà e di costruzione di percorsi di pacificazione attraverso la cultura, la narrazione, l’incontro di bambini e giovani con i libri e con figure adulte di mediazione appartenenti alla propria realtà sociale .

Alle ore 13 i docenti referenti di rete lasciano la riunione , che prosegue con i soli DDSS.

Santoro illustra la situazione finanziaria della Rete.

Si propone di ridurre le spese come segue:
¨ DSGA responsabile del bilancio di Rete euro 1.000 (l'incarico, per accordo con gli interessati, passerà dal DSGA del IC Manzi Varchetta alla DSGA della scuola Madre Teresa di Calcutta, Crialesi).
¨ Docenti coordinatori di distretto: euro 2.000 (1.000 per ciascun docente)
¨ gestione sito web: euro 2.000 (con l'accordo della prof.ssa Talamonti)
¨ Hosting e FC: euro 500.

Totale delle spese: euro 5.5000.
Se tutte le 27 scuole aderenti alla Rete pagheranno, il contributo di ogni scuola potrebbe essere ridotto a euro 200.
Per il presente a.s. di solleciteranno le Scuole che non abbiano ancora pagato la quota contributiva a farlo e si verificherà se il mancato pagamento è effettivamente legato a problemi finanziari.
Solo dopo questa verifica si proporrà una diminuzione del contributo.

Pintus legge la mozione di solidarietà con i precari deliberata dal Collegio della scuola San Benedetto.
Chiede che, come Rete, sollecitiamo l'amministrazione ad assegnare alle singole scuole i finanziamenti dovuti.
Caroni comunica che scriverà una lettera ai genitori per comunicare le carenze di finanziamento e di organico.
I DDSS presenti chiedono di poter ricevere il testo della nota.
I DDSS presenti decidono di rimandare all'incontro successivo il punto 2 all'odg (Osservatorio sulla disabilità) e concludono la riunione con le seguenti decisioni:

¨ sollecitare i Collegi ad esprimere solidarietà ai precari
¨ Informare i genitori sulla situazione dei tagli agli organici e del ritardo nell'assegnazione dei finanziamenti
¨ Mettere sul sito di Rete eventuali documenti di Collegio e Consiglio sulla situazione della Scuola, dopo la Riforma

I DDSS della Scuola primaria decidono di incontrarsi il giorno 24/09/09 in via Ferraironi, alle ore 11,30 per discutere dell' utilizzo delle ore di contemporaneità e della copertura delle supplenze sui docenti assenti.

La riunione si chiude alle ore 14,30.

Ha verbalizzato Simonetta Salacone
Inizio pagina

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL4 GIUGNO 2009

Il giorno 4 giugno 2009, alle ore 11.30, i DD.SS. della Rete del XIV-XV distretto si sono riuniti presso il 126° C.D., in Via Ferraironi 38, per discutere il seguente o.d.g.:
1. Osservatorio sulla disabilità e formazione sull’integrazione scolastica: Convegno del 15 e 16 Giugno
2. Verifica e valutazione delle attività di rete e prospettive per l’a.s. 2009/2010
3. Bilancio di rete
4. Certificazione delle competenze
5. Esami di terza media

Sono presenti: T.Santoro (34° C.D.), W.Giacomini (81° C.D.), M.Frasca (S.M.S. Toniolo), A.M.Dema (19° C.D.), A. Caroni (21°C.D.), B. Vallefuoco (Di Vittorio – Lattanzio), A.Simonelli (I.C. A.Manzi), A.M.Aglirà (16°C.D.), M.Pintus (S.M.S. San Benedetto), L.Latini (docente 25° C.D.), Giuliani (S.M.S. Massaia), F.Conte (77°C.D.), M.M.Colabianchi (132° C.D.)

1. Il D.S. Santoro comunica a tutti i DD.SS. presenti gli aspetti organizzativi del Convegno previsto per il 15 e 16 giugno; il programma è stato inviato per mail a tutte le scuole; sono in stampa gli inviti che verranno distribuiti non appena pronti; si raccomanda affinché sia data la massima disponibilità nel concedere i permessi ai docenti e che si favorisca la partecipazione più ampia possibile data l’alto valore formativo del convegno; rispetto alle scuole impegnate negli esami di terza media chiede che siano mandati i docenti che non hanno esami al fine di socializzare il più possibile l’evento.
2. L’insegnante C.Falsetti, in qualità di referente per la rete, ha informato il D.S. Santoro telefonicamente della richiesta dei docenti referenti di un incontro congiunto fra docenti e dirigenti scolastici al fine di rilanciare le attività della rete all’interno dei singoli collegi. Dopo ampia discussione si decide che, non essendo possibile questo incontro per la fine di Giugno così come richiesto dati gli impegni connessi con gli esami di stato, si rimanda questo incontro al giorno giovedì 10 settembre alle ore 10.30; i DD.SS. ritengono però opportuno che prima di questo incontri i docenti referenti possano confrontarsi con i rispettivi collegi al fine di portare proposte concrete durante la riunione; questo confronto potrà avvenire durante i primi giorni di settembre in uno spazio che ogni singola scuola deciderà rispetto ala sua organizzazione interna.
In merito alla verifica delle attività della rete il D.S. Giuliani propone di creare due reti, una per distretto, in quanto ritiene che la grandezza della rete su due distretti penalizzi gli aspetti legati alla progettualità ed alla concretezza delle iniziative. Riferisce che in anni precedenti ha fatto parte di una rete molto più piccola che funzionava benissimo perché le decisioni venivano prese in tempi più rapidi. Santoro e Caroni ritengono che la forza della rete del XIV e XV distretto sia dovuta proprio alla sua ampiezza; sicuramente è opportuno continuare a elaborare progetti a livello di microreti come fatto fino adesso, lasciando invece a spazi più ampi l’assunzione di posizioni comuni rispetto alle diverse problematiche del mondo della scuola.

Inizio pagina

VERBALE DELL’INCONTRO DEI DDSS DELLA  RETE DEL 6/3/2008

                        ordine del giorno:

  • resoconto situazione finanziaria
  • prosecuzione progetti di rete
  • incontri sulle nuove indicazioni
  • proposta istituzione gl dei dsga della rete
  • eventuali e varie

Sono presenti i DDSS delle seguenti scuole:
Circoli didattici: 4°,126°,80°,25°,132°,16°,77°,21;
SMS Manzi, Pavoni;
Scuole superiori:  Itis Giovanni XIII,  L.C. B. da Norcia, L.S.  Levi Civita, Iti Di Vittorio- Lattanzio, Ipsia  Europa.

Punto 1 all’odg

Il DSGA dell’IC Manzi illustra la situazione finanziaria .
La ricerca-azione “dalla didattica delle discipline alla didattica delle competenze” nel primo anno è costata circa 1.000 euro in più rispetto al finanziamento disponibile (probabilmente nella previsione di spesa i compensi dei/delle docenti erano stati considerati al netto delle ritenute)
 Per quanto riguarda il percorso di ricerca-azione sul Portfolio verranno pagati, come si era convenuto  solo i/le  docenti che avranno partecipato per più di 8 ore. La somma destinata copre quanto serve a liquidare gli aventi diritto.
 Per la liquidazione dei compensi dei due progetti su indicati  il DSGA chiede che gli/le interessati/e inviino le nuove coordinate bancarie alla scuola Manzi.
Spiega infine,  che i ritardi nel pagamento sono dovuti ai ritardi con cui le somme, comunicate, sono poi effettivamente arrivate nel bilancio della scuola.
I corsi per la legge 626 sono stati regolarmente liquidati ad Euservice: tutte le scuola, tranne una, hanno regolarmente versato le quote dovute nel bilancio di rete.
Attualmente ci sono in bilancio solo le somme che ogni scuola della rete versa come autofinanziamento.

Prima che Varchetta abbandoni la riunione, Salacone chiede di anticipare il punto 4 all’odg “proposta di istituzione di un coordinamento di rete dei DSGA” Tale coordinamento, che ha funzionato in passato per un breve periodo, è proposto oggi da alcuni DSGA e sarebbe particolarmente utile, considerata l’attuale  complessità della gestione delle scuole e le non sempre chiare indicazioni di legge.  Si indica come  referente dei DSGA la dott.ssa Rita Crialesi, che si è dichiarata disponibile. Varchetta, insieme a tutti i presenti, si dichiarano favorevoli. La proposta verrà formalizzata e trasmessa a tutti i DSGA delle scuole di rete.

Punto 2 all’odg:

Progetto di rete “educare alle emozioni”
 Salacone,  in riferimento al finanziamento del progetto di  rete sulla “educazione alle emozioni – raccontare per educare”, (capofila il 126° Circolo didattico) che è stato concesso, ma in misura  notevolmente ridotta rispetto alla richiesta (€ 9.496,00 contro i 43.00 richiesti per le 11 scuole che avevano aderito) ;
considerata la richiesta del LS Levi Civita e dell’IT Lattanzio  di poter ottenere parte dei fondi per realizzare lo sportello psicologico, previsto fra le altre attività, nel progetto;
considerato che tre pacchetti  del finanziamento  sono stati già destinati per il percorso sul teatro rispettivamente al LC Kant e all’IC Via Valente ( € 3.000,00) e che un pacchetto sul “raccontare fiabe” si sta utilizzando  presso il 126° Circolo didattico, che ha aperto l’iniziativa alle scuole di rete interessate ( € 2.160);
considerato che la cifra destinata al Convegno sul “raccontare  per educare”  prevista nel Progetto è stata risparmiata, perché lo stesso è stato realizzato con finanziamento del Municipio VI;
propone che la somma restante (€4.336,00) venga così utilizzata: €736,00 per tre incontri su tematiche relative all’adolescenza , offerti a docenti e genitori di scuole medie e superiori della rete, €1.800,00 per lo sportello psicologico al Levi Civita e € 1.800,00 per lo sportello al Lattanzio.
Per quanto riguarda le scuole che non hanno potuto usufruire quest’anno del percorso, le stesse verranno privilegiate nella destinazione di risorse, per eventuali progetti di natura similare che la rete vorrà presentare e per i quali si ottenessero finanziamenti dall’USR:
Zuccaro lamenta che la scuola secondaria latiti quando si fanno iniziative o gruppi di studio.
Salacone ricorda la frattura causata dall’impianto della riforma Moratti e si augura che il rinnovato interesse  dei DDSS di secondaria del presente a.s. si allarghi anche a gruppi di docenti. L’attuale  disponibilità  della rete nel destinare i (pochi!) fondi disponibili dei progetti stilati, presentati, portati avanti per lo più dalle scuole primarie e medie,  anche alla secondaria possa  segnare  una fase di ripresa dei  rapporti.
I presenti approvano la proposta di Salacone.

Ricerca-azione  “dalla didattica delle discipline alla didattica delle competenze”
Palma  Zuccaro riporta l’esigenza delle/degli insegnanti impegnati lo scorso a.s. nella ricerca- azione sulle competenze di continuare il percorso, incrementando i gruppi con la presenza di alcuni docenti di scuola secondaria, in considerazione dell’innalzamento dell’obbligo. Le docenti che lo scorso anno hanno prodotto materiali per testare le abilità all’uscita e all’ingresso di segmenti scolastici diversi sono interessate ad utilizzarli nelle classi.
Riferisce poi che il clima generale, legato anche al momento politico, è di  perplessità e disaffezione: si teme che un nuovo cambiamento del Ministero promuova una ulteriore modifica delle proposte innovative, con il risultato che diventino ancora una volta superati gli sforzi di lettura e conoscenza del testo delle  Innovazioni.
I DDDSS confermano tale clima.
Zuccaro riporta la proposta pervenuta dal Gruppo che, poiché nel testo sulle nuove Indicazioni vi è un vuoto  fra la Premessa e le competenze di arrivo e poiché un eccesso di discrezionalità lasciato alle scuole potrebbe rivelarsi controproducente, si chiede di condividere e sperimentare un curricolo comune di rete, a partire da quello che le singole scuole andranno sperimentando.
La DS Longhi esprime la grande difficoltà di incontro fra SM e S Superiore, proprio in relazione alla continuità del curricolo : molte delle scuole superiori da lei sentite non  hanno neanche la FS Orientamento, o Continuità.
Il DS del LS Levi Civita riferisce che all’inizio dell’a.s. nel Collegio si è esaminato il nodo delle competenze in uscita/ingresso, ma che successivamente tutto l’impegno del Collegio è stato concentrato sul problema del recupero. Hanno appena ripreso a discutere nei Dipartimenti, ma è molto complesso passare dalle discipline agli assi culturali.
Il DS del 21° Circolo didattico fa notare che c’è anche il problema delle certificazioni in  uscita d
La ds dell’IC Manzi comunica che su tali tematiche il Collegio della sua scuola si incontrerà il 6 aprile con il Prof. Ambel, anche per affrontare il tema del curricolo verticale.

Si decide quanto segue:

  • I DDSS solleciteranno i Collegi a produrre entro aprile le riflessioni richieste dalla rete
  • Un gruppo ridotto di DDSS e le insegnanti referenti  faranno una sintesi degli argomenti più interessanti e dei punti più controversi
  • Il gruppo di progetto sulla didattica delle competenze continuerà il proprio lavoro, sulle competenze in lingua e in matematica, riducendo il numero dei partecipanti e   utilizzando 6.000 euro che verranno destinati dal bilancio della rete, ricorrendo, per ora, ai fondi dell’autofinanziamento
  • Le riflessioni dei Collegi, la sintesi operata dal gruppo ristretto, le conclusioni e i materiali prodotti dal  gruppo di ricerca-azione verranno presentati in due incontri di rete che si terranno fra maggio e giugno con esperti dell’associazionismo professionale.(ha già dato la disponibilità il Prof. Ambel del Cidi Nazionale)

 Progetto di formazione  e ricerca – azione “verso la costituzione di Osservatori d’area sulla disabilità
Salacone riferisce che il progetto ” non ha avuto, per cause legate anche al momento politico, né l’atteso finanziamento da parte della Provincia né la  committenza da parte dell’USR (Salacone e Santoro sono ancora in attesa di essere convocate dal dott. Sanzo, dopo un appuntamento andato a vuoto per imprevisti occorsi al Direttore Sanzo)La somma di € 5.041, assegnata per il presente a.s. è del tutto insufficiente per le previsioni di lavoro. Salacone riporta il parere del gruppo che ha lavorato nel precedente a.s. alla ricerca-azione sull’h, quella cioè di utilizzare la suddetta cifra per realizzare la ricerca dati nelle scuola che lo scorso  a.s. non avevano risposto, ovvero di integrarla nelle scuole in cui si siano avute modifiche sostanziali dei dati.Su tale argomento non si prende ancora alcuna decisione, in attesa che il Direttore Sanzo convochi Salacone e Santoro.

Progetto “educazione stradale” (scuola polo  Pavoni)
La DS  Longhi  comunica  che sono  quasi esaurite le azioni e i finanziamenti previsti per il 2006/07.
      
     Progetto di formazione sulla disabilità: “i disturbi del comportamento”
 Il DS della scuola capofila  Gesmundo comunica che il percorso di formazione si è concluso con soddisfazione e che il 7 giugno , presso la scuola stessa si terrà un Convegno sulla tematica, in cui verranno anche riferiti i risultati conseguiti. Il Convegno, di cui verrà comunicato in rete il programma, sarà aperto a tutti i docenti della rete.

Per le eventuali e varie:

  • Una docente della scuola “C. Pisacane”, in rappresentanza della DS, oggi  assente, comunica che dal 5 al 12 maggio presso la Scuola “C:Pisacane”  si terrà  una mostra con materiale dell’Associazione buddista “Soka Gakkai”, sul tema dello sviluppo sostenibile e dell’educazione alla pace. Durante la mostra potranno essere proiettati anche video girati nelle scuole della rete che avranno voluto  aderire all’iniziativa, svolgendo con proprie classi tematiche  inerenti l’oggetto della mostra. L’Associazione “Soka Gakkai”  è disponibile a fornire materiali e collaborazione di esperti. Le scuole della rete interessate a realizzare i laboratori potranno mettersi in diretto contatto con la Scuola  “C: Pisacane”
  • La dott.ssa Aloisi, già assessore alla cultura e alla scuola nel Municipio VII, interviene per descrivere le finalità dell’Associazione “Parco di Centocelle”, la quale chiede di aderire alla rete al fine di  valorizzare il Parco anche nelle potenzialità educativo – culturale.

Ricorda come una promozione del Parco  sia già in parte stata realizzata, presso le scuole secondarie dei Municipi di confine.
Propone, per Aprile, di  promuovere negli spazi del Parco, una rassegna di lavori delle Scuole.

                       La riunione si chiude alle ore 14
                        Ha verbalizzato Salacone

           

  Inizio pagina


VERBALE DELL’INCONTRO DI RETE DEL GIORNO 7/2/08

            Il giorno 7 febbraio 2008, alle ore 11,30,  presso al scuola “I- Masih” si è tenuto l’incontro mensile dei DDSS delle scuole della Rete dei distretti XIV e XV.
            Presenti i DDSS delle seguenti scuole:
C.D. 4, 34, 117, 80°, 132°, 21°, 4°, 77°, 126°, 81°, 19°,16°;   S.M.S. Piranesi, Toniolo, Pavoni;  S. Superiori: L.C B: da Norcia, E. Kant; L; S. Levi Civita; I.T. Lattanzio-Di Vittorio; IPSIA Europa.
            Partecipa alla riunione l’insegnante  coordinatrice del gruppo di referenti del XIV distretto P Zuccaro
            Ordine del giorno:

  1. resoconto bilancio della Rete
  2. andamento iscrizioni
  3. Sperimentazione delle nuove Indicazioni
  4. iscrizione alla rete ASAL
  5. eventuali e varie

per il punto 1 Santoro legge la relazione fornita dal DSGA della scuola Manzi, a cui la Rete ha affidato anche nel presente a.s. la gestione del bilancio di Rete.
Sulla base dei problemi che emergono nella discussione e da quelli  emersi nel gruppo dei docenti referenti delle scuole della Rete, riferiti dall’insegnante Zuccaro,  si decide di sollecitare il DSGA a fornire il rendiconto dei singoli progetti e  si chiede che ciascuna scuola invii, se già non lo ha fatto, l’elenco di tutti i docenti che hanno partecipato alla formazione  prevista dalla legge 626, per verificare che tutte le quote siano state versate nel bilancio di Rete, dal quale sono  state liquidate le cifre dovute ad Euservice.

Per il punto 2 ciascun DS riferisce sull’andamento delle iscrizioni, che si mantiene sostanzialmente stabile, anche se in alcune zone  si assiste ad un  probabile  lieve incremento di natalità ( Sc di Tor Tre Teste, Madre T- di Calcutta, Toti ).
In alcune scuola aumenta la richiesta di Tempo Pieno nella scuola elementare.
Si decide di inviare all’USR la richiesta che venga riutilizzata nelle scuola della  Rete l’eventuale quota di TP soppressa in altre scuole della stessa Rete, per diminuzione di iscrizioni e quindi  per riduzione di organico.

Nel caso della scuola Pisacane, ove, a fronte di  un lieve aumento di iscrizioni,  si dovrebbe comunque  produrre una  riduzione di organico, la Rete decide di appoggiare presso l’USR  la richiesta della DS di mantenere   inalterato il numero delle classi I nel plesso Mancini e di aumentare di una sezione le classi I nel plesso Pisacane, in considerazione dell’anomala situazione che vede la percentuale di alunni stranieri  superare  l’80% nella centrale e il 40% nel plesso Mancini.

Si solleva il grave problema delle certificazioni relative ad alcune tipologie di handicap,che l’ASL RMB produce senza codici . La posizione della Rete è la seguente: in assenza di direttive certe nel merito, nelle certificazioni comunque prodotte dai SMI  in cui sia indicata la disabilità, ma non il codice le scuole aggiungeranno direttamente i codici relativi, chiaramente individuabili nelle tabelle di  riferimento utilizzate per la rilevazione dagli Uffici scolastici .

Nelle SMS e negli IC  si ha una complessiva , lieve riduzione  delle iscrizioni  presso la Toniolo e  la Piranesi, e un incremento  presso la Parri, che corrisponde ad un trend in crescita anche nella scuola elementare di riferimento.

Le Scuole Superiori dichiarano una sostanziale stabilità delle iscrizioni, con lieve crescita nei Licei
Si solleva il problema dei corsi di recupero estivi, che  l’USR  invita a concludere entro luglio, così da sottoporre gli alunni alle verifiche entro il mese di agosto: A parte le difficoltà dei docenti a rendersi disponibili nel mese di agosto,  si denuncia il rischio  di possibili ricorsi, poiché agli alunni verrebbe tolto  un mese di studio, agosto,  utile per il recupero. I Collegi del Kant,  del B- da Norcia, del Levi Civita, dell’IPSIA Europa hanno deliberato ( o sono orientati a deliberare)  di terminare i corsi entro luglio e di svolgere prove di verifica entro la prima settimana di settembre.
Si decide di prendere una possibile posizione comune, dopo aver consultato la Scuola polo, il V. Woolf.

La DS dell’IPSIA Europa comunica che, ai fini dell’orientamento, ha  trovato utili  ed efficaci gli incontri fra gli studenti e  gli operatori del Centro per l’Impiego che ha sede  a Torre Angela, i quali si sono dichiarati disponibili a replicare gli incontri in altre Scuole  Superiori della nostra Rete.

  Per il punto 4  Santoro denuncia l’attuale situazione di incertezza, legata anche al quadro ministeriale che rischia di cambiare ancora una volta prima del termine naturale della legislatura : i Collegi sembrano restii a impegnarsi in una seria sperimentazione, nel timore che le stesse Indicazioni possano cambiare o essere svuotate  di senso da una eventuale nuova Amministrazione.
Lambiase  organizzerà in aprile un seminario sulle Indicazioni nella sua scuola. Conferma lo stato di incertezza diffuso fra i docenti.
Marciano  esprime  il parere, condiviso dai presenti che si impegnano a   trasmetterlo  presso i Collegi, che il lavoro sulle competenze vada comunque continuato, in rapporto alle raccomandazioni dell’Europa, che  sta comunque affrontando e proponendo tale problema a tutti i sistemi formativi degli Stati membri.

Per il punto 5  Salacone riferisce dell’incontro organizzato dall’ASAL e tenutosi presso il Galilei  , durante il quale si è affrontato il problema del nuovo contratto di pulizia siglato fra l’USR Lazio e la Soc. Multiservizi. Senza entrare nel merito della complessa lettura e gestione  del contratto , Salacone  ritiene che in questa fase, di fronte a problemi complessi quale quello su indicato, ma anche in relazione a contenziosi che si stanno aprendo, per esempio sull’utilizzo degli  spazi scolastici da parte di terzi e dei relativi contratti e del ruolo dell’EL in materia, sul tema delle autogestioni di alcuni servizi, quale la refezione ecc. convenga che ciascuna scuola 

Inizio pagina


VERBALE DELL’INCONTRO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLA RETE DELLE SCUOLE DEI DISTRETTI XIV E XV DEL 10/1/2008

Alle ore 11,30   in via Ferraironi,  si apre l’incontro  dei DDSS della Rete con il seguente odg:

  1. Iscrizioni 2008/09
  2. Nuove  Indicazioni per il curricolo
  3. Bilancio finanziario della rete e impegni di spesa per il 2007/08
  4. Progetto “Verso un osservatorio integrato sulle disabilità” – Prosecuzione del progetto
  5. Eventuali e varie

Sono presenti i DDSS delle seguenti Scuole:
Circoli didattici: “I. Masih”, “E. Toti”, “G. Belli”, “Gesmundo”, “C: Pisacane”, “Cecconi”,  “ Via Pirotta”, “Vespucci”, “Madre Teresa di Calcutta”,    “Marco Polo”, “La Rustica”.
I.Comprensivi : “A. Manzi”, “Via Valente”.
S:M:S: : “”Toniolo”, “ Massaia”, “S: Benedetto”, “Piranesi”, “Parri”, “L: Pavoni”.
Scuole Superiori: “Lattanzio”, “Kant”, “Levi Civita”, “Giorgi”,” Benedetto da  Norcia”,“Europa”.
Prima di trattare i punti all’odg si da la parola al dott. Santoro, coordinatore della Fondazione  “Mondo digitale” il quale ripropone alle scuole della Rete la firma di un Protocollo, come già  è avvenuto negli anni precedenti, per sottolineare la collaborazione fra la Rete e la Fondazione.
La collaborazione consisterà nell’adesione da parte di  alcune delle scuole della rete alle iniziative della Fondazione e nella  valorizzazione da parte della Fondazione dei lavori , delle buone pratiche e della progettualità delle scuole della Rete.
Santoro illustra le  proposte di “mondo digitale” che stanno riscuotendo particolare consenso e che possono essere utili alle scuole della Rete:

  • Nonni su Internet (radica le scuole sul territorio, favorisce i rapporti fra generazioni diverse, prevede un finanziamento per le scuole che aderiscono)
  • Ausili informatici per i disabili: la Fondazione fa da tramite fra le offerte sul mercato e i bisogni delle singole scuole
  • “I Care”. progetto di scuola a distanza per alunni lungodegenti (costi a completo carico della Fondazione, compresa la fornitura della postazione informatica per l’alunno malato)

Punto 1 all’odg: Iscrizioni

      Salacone introduce l’argomento con alcune domande:

  • Come si profila l’andamento degli organici nelle diverse scuole ?
  • Quanta richiesta di TP si ha  e quanta rischia di non essere soddisfatta?
  • E’ pensabile chiedere all’USR una compensazione territoriale fra sezioni di TP che si chiudono in alcune scuole per decremento e altrettante nuove che ne vengano richieste in altre scuole della Rete ?
  • Quali informazioni stiamo dando sul biennio obbligatorio nelle scuole medie della rete?
  • A chiusura delle iscrizione saremo in grado di dare una valutazione sull’andamento  degli ultimi due  anni, con  possibili proiezioni per i prossimi almeno due anni? Sulla base di tali dati siamo in grado di fornire  agli EELL competenti  eventuali proposte per il  futuro dimensionamento?

Si apre il dibattito.
      Si sollecita l’invio alle scuole elementari dei moduli, npn  ancora pervenuti,  da parte delle scuole Medie.
      Per esaminare  gli elenchi di iscritti alle scuole dell’infanzia,  al termine delle iscrizioni,  insieme al personale dei Municipi, al fine di individuare le doppie iscrizioni, si da mandato a Salacone per il Municipio VI e a Santoro per il Municipio VII.
      Si comunicano le iniziative di apertura delle Scuole Medie alle visite di alunni e genitori.
      Le scuole dell’infanzia ed elementari descrivono le proprie iniziative di apertura e di accoglienza dei potenziali nuovi iscritti.
      Alcune delle  scuole Superiori presenti descrivono le modalità con le quali pubblicizzano sul territorio le proprie offerte formative e le potenzialità legate ai percorsi scolastici offerti per il successivo inserimento nel mondo del lavoro o per la successiva formazione universitaria.
      Vallefuoco fa notare che molti  alunni vengono indirizzati dalle scuole medie del territorio in scuole superiori fuori distretto, con il risultato di impoverire le scuole della rete e  di mortificare e far morire proposte di ottimo livello delle scuole superiori del nostro territorio.
      Proietti esprime il parere che   molti genitori abbiano  già precisi pareri sulle scuole superiori  da far frequentare ai propri figli e non si affidino alle indicazioni di orientamento fornite dalla scuole media
      Santoro, Venticelli, Salacone, fanno notare come spesso (e scorrettamente!)   i docenti di ordini precedenti  diano indicazioni sulle scuole dell’ordine successivo ai genitori  sulla base di “voci” e presunti giudizi di qualità: sarebbe opportuno conoscersi meglio fra scuole della rete, essere informati, magari attraverso materiale illustrativo e sintesi dei POF,  dei  contenuti  e dei percorsi  offerti dalle nostre scuole superiori e delle possibilità di successivo inserimento lavorativo o  di successivi, possibili, percorso di  formazione tecnica superiore  o universitaria  .
      Alcuni DDSS  osservano  come in questi ultimi anni  il tentativo della riforma Moratti di separare in maniera rigida   i percorsi di  secondaria fra   quelli   propedeutici alla formazione universitaria e quelli  di alternanza scuola- lavoro e di avvio diretto al lavoro abbiano  messo in crisi le scuole secondarie, provocando l’ingorgo di iscrizioni nei licei e impoverendo di iscritti  gli istituti tecnici e professionali.
      In molti si fa notare che anche in questo campo si tratta di attuare meglio, a livello di Rete,  progetti di Continuità e di Orientamento , per i quali non è sufficiente la sola informazione cartacea.
      Salacone ricorda  che questa Rete scolastica è nata proprio   avendo al centro i  temi della Continuità e della prevenzione della dispersione scolastica.
      Si accoglie la proposta di Vallefuoco  di realizzare,  per  il prossimo a.s , corsi di formazione comuni per i docenti e le docenti  incaricati dell’Orientamento nelle scuole della rete di diverso ordine e grado.
      Marciano fa notare che la continuità è un processo, non è tema da affrontare solo negli anni di passaggio da un ordine all’altro, ma in itinere, a cominciare dalla scuola dell’infanzia  e coinvolgendo, oltre che  i docenti delle diverse scuole,  anche altri soggetti del territorio e del mondo della ricerca.
      Ventricelli  indica come debba essere stretto il rapporto fra gli istituti Professionali e tecnici e le Agenzie del lavoro e come debbano essere  meglio pubblicizzati i dati relativi alle richieste del mercato del lavoro, perché alunni e famiglie siano efficacemente orientati nella scelta del percorso di scuola superiore,
      Salacone propone che, terminate le iscrizioni, si dedichi un incontro di riflessione, con la presenza dei docenti incaricati dell’Orientamento, per riflettere sulle tematiche sollevate.
     
Su invito di Marciano, si affronta il tema dello squilibrio fra scuole in relazione alla percentuale  di alunni migranti iscritti, che in alcune scuole  supera di gran lunga quella indicata come massima dalle circolari ministeriali. Ci si interroga su come si possa riequilibrare la situazione e si propone di studiare il problema, che non può e non deve riguardare solo la scuola,  insieme al Dipartimento XI, all’USR, ai Municipi, affrontandone i diversi aspetti: sociali, culturali,didattici, educativi.
      Santoro invita a ritirare presso il Dipartimento XI l’opuscolo  preparato in collaborazione con il CIDI, per le iscrizioni in tante lingue.  

            Punto 2 all’odg: Nuove indicazioni per il curricolo

             Sentita anche l’insegnante referente Palma Zuccaro  che riferisce dell’interesse del gruppo docente a continuare il percorso sulle competenze, già iniziato lo scorso a.s., che è assolutamente in linea con quanto si propone di sperimentare  rispetto alle nuove Indicazioni, si decide quanto segue:

  • si riattiveranno, con risorse di Rete i gruppi di lavoro  “verticali”che hanno operato nello  scorso a.s., invitando a parteciparvi anche le scuole secondarie, in considerazione dell’elevamento dell’obbligo
  • verranno recuperate le riflessioni che molti  Collegi hanno già avviato
  • si realizzeranno fra marzo e aprile alcuni incontri con esperti dell’associazionismo professionale, sui nodi eventualmente  emersi e indicati dai Collegi o comunque su aspetti centrali e innovativi del testo delle Indicazioni

            Marciano fa notare che anche il tema delle competenze va esaminato, come già stanno facendo i docenti dei gruppi di ricerca-azione, in una ottica di continuità. E’ infatti certo che i risultati diversi nelle prestazioni degli alunni fra i diversi ordini di scuola, rilevati dalle indagini internazionali (vedi la ricerca PISA) sono dovuti alle diverse metodologie  adottate dai docenti dei vari  ordini  di scuola ,  all’approccio  dei docenti  ai Programmi, nonché  alle richieste  che si rivolgono agli alunni   in ordine alle competenze, abilità e capacità,  che cambiano  radicalmente, con il progredire del percorso scolastico.

            I DDSS, senza alcuna pretesa di indirizzare i Collegi, ma con l’unico intento di creare una base di riflessione comune propongono ai Collegi quanto segue:
            “.Facendo riferimento alle iniziative che i Collegi dei docenti delle diverse scuole stanno già attuando nell’ambito dell’approfondimento delle Indicazioni per il  curricolo, come richiesto dal Ministero della PI, il coordinamento dei dirigenti della Rete, sentite anche le referenti dei docenti, propone una riflessione su alcuni punti che saranno  oggetto di ulteriore riflessione di rete con esperti   delle associazioni professionali.
            Pertanto, ciascun Collegio è invitato ad esprimersi con un breve documento sulle tematiche sotto indicate, che sono certamente già oggetto del lavoro di ciascuna scuola.
            Lettura e riflessione sulle Indicazioni dovrebbero essere correlate alla conoscenza del documento sull’obbligo, pertanto proponiamo che si  pronuncino  su queste tematiche anche i docenti delle  scuole secondarie di II grado della Rete.
            Poiché si prevede di organizzare gli incontri di confronto con gli esperti a partire da questa rilevazione, nel mese di maggio, si prega di far pervenire i contributi entro il 15 aprile.

TEMATICHE PROPOSTE

  • individuazione e descrizione delle relazioni che intercorrono  tra:
    • capacità, conoscenze, abilità, competenze
    • programma e curricolo
  • individuazione  e descrizione di elementi di continuità – discontinuità tra Programmi precedenti  e Indicazioni rispetto ai  seguenti argomenti :
    • la premessa
    • i contenuti disciplinari
    • la valutazione

Punto 3 all’odg: “Bilancio e impegni finanziari per il 2008”

Questo punto viene rimandato a successivo incontro, non essendo ancora   disponibili  i dati finanziari.

Punto 4 all’odg “Verso un Osservatorio integrato sulla disabilità”
            Salacone comunica, per tutti coloro che non erano presenti,  il percorso realizzato lo scorso .
            Per quest’a.s. ha già fissato un appuntamento con il nuovo dirigente dell’USR e con la delegata alle politiche della disabilità della provincia di Roma per  definire le l’interesse delle Istituzioni alla continuazione del percorso e, di conseguenza, per capire di  quante risorse si potrà godere oltre alla cifra, estremamente esigua e non differenziata che l’USR ha assegnato a tutte le scuole che ne hanno fatto richiesta,  per proseguire i percorsi di  aggiornamento sull’handicap per i docenti curricolari  (lo stanziamento del  precedente a.s., ben  più  significativo, aveva  permesso l’avvio della ricerca-azione, conclusasi con il Convegno tenutosi nel mese di ottobre presso il CNR) In assenza di tale dichiarato interesse delle Istituzioni,  la Rete dovrà valutare se e come procedere, per avviare la fase di costruzione della ipotesi di Osservatorio sulla disabilità .

Punto 5 “varie ed eventuali”

  • Adesione alla Rete ASAL :

Salacone  riferisce dell’incontro al quale ha partecipato, a nome della Rete dei distretti XIV e XV. Ritiene ormai improrogabile e necessaria una adesione di tutte le nostre scuole all’ASAL (alcune, come il Circolo didattico IV hanno già aderito in passato come singole scuole).
In particolare trova molto utile il lavoro di approfondimento e proposta che l’ASAL sta conducendo sul quadro normativo relativo ad  alcuni argomenti quali:  il contratto  con Multiservizi, il servizio di refezione autogestita,  la concessione delle palestre e degli spazi scolastici a terzi, il  ruolo delle Scuole nella definizione dei Piani Sociali Integrati di zona ecc.
L’adesione, data come scuole facenti parte di una Rete,  comporta uno sconto nel costo. La stessa va  deliberata nei Consigli di  Circolo e di Istituto delle singole scuole
I presenti decidono di aderire all’ASAL

  • Piano Sociale Integrato di Zona:

Salacone comunica  che il giorno 16/2/08 si terrà il seminario di preparazione del Piano Sociale Integrato di zona nel Municipio VI.  Invita tutti i DDSS delle scuole del Municipio VI a partecipare.
Comunica ancora la  proposta  dell’Assessore alle politiche sociali di introdurre un rappresentante della  Rete nell’Ufficio di Piano, organismo che realizza l’impianto del Piano stesso e ne fa costante monitoraggio.
I presenti  designano per tale compito  la DS Marciano

  •  Proposte per il dimensionamento

Labiase e Santoro comunicano quanto emerso dal primo incontro nel Municipio VII sulle proposte per il futuro  dimensionamento,  relativamente alla situazione delle Scuole  “Massaia”  e “Vespucci”. L’eventuale  diverso accorpamento dei plessi  restituirebbe al Municipio VI il plesso “Baracca”, che è collocato nel territorio del Municipio VI.
I dirigenti del Distretto XV esprimono il loro parere più  favorevole ad accorpamenti orizzontali che alla istituzione di Istituti Comprensivi.

                                                     La riunione termina alle ore 14
                                                       Ha verbalizzato Salacone

Inizio pagina


VERBALE DELLA RIUNIONE DI RETE   DEL GIORNO 8/11/2007
 Sede: 126° Circolo didattico - Via Ferraironi 38

SCUOLE  PRESENTI:

 Scuole  Medie Statali: “ Massaia”, “ San Benedetto”, “Pavoni”, “Parri”,  “Piranesi”, “Toniolo”; Istituti Comprensivi: “via Valente”, “Manzi”; Circoli didattici: 25°, 132°, 21°, 34°, 19°, 81°, 77°, 117°, 126°, 4° ; ITC “Di Vittorio-Lattanzio”.

o.d.g.

  1. Rinnovo e firma del Protocollo di Rete
  2. Individuazione dei DDSS coordinatori per ciascun Distretto
  3. Preparazione della Conferenza di Servizio di Rete
  4. Adesione  della scuole della Rete a Progetti presentati da Associazioni territoriali  al Ministero della Solidarietà Sociale  - Direzione Generale dell’immigrazione (Avviso pubblico n.1/2007) 
  5. Eventuali e varie

 

Punti 1 e 2  all’odg  Rinnovo e firma del  protocollo di rete. Individuazione dei DDSS coordinatori per ciascun Distretto

Pacher e Salacone ricordano brevemente il cammino realizzato dalla rete, fino a raggiungere l’attuale organizzazione. Sottolineano che la rete ha ancora più senso in un regime di autonomia delle scuole.  Fanno rilevare come sia stato positivo il passaggio da “rete dei dirigenti scolastici” a “rete dei docenti”. Ricordano che, negli anni passati, le scuole della rete si sono divisi alcuni compiti e distribuite le aree di attività. Ricordano infine da dove  la Rete ha reperito risorse   (Progetti  finanziati dall’USR, dal CSA, dal Comune, dal Municipio)  e come si autofinanzi per condurre proprie iniziative o per realizzare in modo più economico  formazione e ricerca.

Zuccaro e Muccioli, presenti in rappresentanza del coordinamento dei  docenti della rete, sottolineano come i docenti abbiano sostenuto e sostengano la rete, supplendo talvolta alla scarsa presenza di alcuni Dirigenti . I docenti hanno messo al centro dell’impegno di rete il tema della Continuità educativa  e del rapporto fra insegnanti di diversi  ordini e gradi scolastici. La rete è vissuta anche emotivamente come un valore da salvaguardare: lo scambio fra insegnanti delle diverse scuole ha arricchito tutti e ha fatto crescere competenze e professionalità.

Salacone e Vallefuoco ricordano come negli ultimi anni si sia  affievolito sia  il rapporto delle scuole di altro ordine con la scuola superiore , sia il rapporto  fra le stesse scuole  superiori della rete. Tale fatto è particolarmente grave, poiché dal presente a.s. il biennio superiore è diventato obbligatorio, e questo fatto costringerà a rivedere tutto il tema della Continuità e dell’Orientamento.

Pacher  invita ad individuare i settori di impegno della rete, da distribuire  fra Dirigenti e  Scuole.  

Vengono individuate 4 aree:

  1. Formazione – Aggiornamento
  2. Documentazione  - Monitoraggio
  3. Sperimentazione – Innovazione
  4. Continuità – Orientamento

Si decide di continuare ad affidare ad una scuola polo le funzioni amministrativo-contabili e di scegliere, di volta in volta le scuole poli per le altre progettualità di rete. Previa accettazione della DS e del DSGA, si ripropone come scuola – polo amministrativo l’ IC  “Manzi”.

Vengono individuati  i  DDSS referenti per ciascuno dei due distretti:
Distretto XIV (Municipio VI) : Marciano, Longhi,  Salacone, Vallefuoco
Distretto XV ( Municipio VII): Labiase, Caroni, Giacomini, Santoro

Punto 2 all’odg:Preparazione della Conferenza di servizio  della Rete

Salacone   propone di lavorare per il prossimo triennio sui seguenti temi:

  1. Le “Indicazioni curricolari”; l’innalzamento dell’obbligo  e le competenze per il biennio.
  2. Continuità, Orientamento. Recupero della dispersione scolastica. Esame dell’offerta scolastica territoriale: modifiche e nuove esigenze in vista  del nuovo dimensionamento. Riflessione critica sulla comprensività.   I CTP; il progetto Polis –scuola della seconda opportunità- percorsi scolastici abbreviati.  I progetti  EDA. Il protocollo territoriale EDA
  3. Costituzione di  Osservatori integrati territoriali  per la disabilità (seconda fase della ricerca-azione culminata nel Convegno del 22/23 ottobre 2007)
  4. Azioni per l’integrazione di alunni appartenenti a famiglie migranti; i protocolli di accoglienza;  i percorsi  didattici. Esame e ricerca di soluzioni per le situazioni territoriali più complesse (scuole a concentrazione di alunni migranti più alta della media)
  5. Contributo  alla elaborazione e alla realizzazione del Piano  Regolatore Sociale Integrato in ciascuno dei due Municipi: intreccio fra  politiche scolastiche territoriali e azioni sociali.
  6. Azioni di sostegno e autoformazione per i nuovi Dirigenti Scolastici  e  i nuovi  DSGA

Si decide di tenere la Conferenza di Rete presso l’IPSIA EUROPA, previo accertamento di disponibilità della sede,   il 5 o il 6 dicembre. Se ne affida l’organizzazione ai docenti referenti e ai DDSS  individuati come coordinatori (v. punto precedente).

Punto 3 all’odg Adesione della Rete ai progetti  presentati da Associazioni territoriali al Ministero per la Solidarietà Sociale

 Salacone comunica di aver risposto positivamente alla richiesta di  adesione delle Scuole della Rete
ai Progetti presentati da alcune Associazioni che già operano nei territori di Roma Est per l’integrazione degli alunni migranti e, per assoluta ristrettezza dei termini, di  aver fatto deliberare le singole adesioni dal Consiglio  del 126° Circolo didattico, Istituto da lei diretto.
In particolare sono state espresse adesioni ai  progetti presentati dalle seguenti Associazioni:

  • Opera Nomadi (scolarizzazione di alunni rom residenti in zona Tiburtina)
  • Ruota Libera (laboratori espressivi interculturali)
  • Kel ‘Lam (percorsi di recupero identitario  e formazione per alunni della seconda generazione)
  • Nessun Luogo è lontano (laboratori e attività per l’inserimento  scolastico e sociale)
  • Ermes – Capodarco (attività di sostegno alla scolarizzazione e all’integrazione sociale nei territori di adolescenti. Orientamento al lavoro)
  • Comunità di Sant’Egidio ( attività finalizzate all’inserimento sociale e  allo scambio culturale nei quartieri)

Punto 4 Eventuali e varie

  • Donninelli descrive i percorsi di educazione stradale avviati e in parte già realizzati nelle tre scuole polo: SM “Pavoni”, IC “Manzi” e Circolo didattico 132°. La scuola Pavoni ha già ordinato e distribuirà  alle scuole che hanno aderito al progetto del soft di simulazione di guida; Pavoni Manzi e Via Valente hanno prodotto un audiovisivo; presso il 132° Circ, did. si sta completando la realizzazione di un parco-guida scolastico.

Ripartirà al più presto il percorso, già approvato “pedibus e bicibus”
Una parte della formazione per gli alunni di Scuola Media verrà svolta con l’ausilio dei Vigili Urbani.

  • Donninelli comunica ancora che il secondo Corso di formazione con il CIDIS, già finanziato dalla Provincia,  è partito il 3 ottobre . Il corso, tenuto da docenti esperti, molto competenti del CIDI  di  Roma, si tiene presso il polo Intermundia,  durerà 23 ore e riguarderà “Le parole della scuola” (i linguaggi settoriali delle discipline)
  • L’ultima informazione fornita da Donninelli riguarda la possibile formazione  sui temi dell’intercultura (aspetti affettivi dell’integrazione)  che si terrà presso la scuola Pavoni,  alla quale possono essere inviate le adesioni sia di docenti che di genitori e che sarà tenuta dalla Cooperativa “Matrioska
  • Per l’incontro dei docenti referenti di rete che si terrà il giorno 14/11, Pacher  suggerisce che si individuino docenti referenti per ciascuno dei Progetti che si condurranno in Rete.
  • Suggerisce ancora che eventuali proposte di Progetti che i DDSS ritengano interessanti possano, in questa fase ancora non definita della progettualità di Rete, essere trasmesse al gruppo dei docenti referenti.
  • Sulla base di questa proposta si da mandato  al gruppo dei referenti, integrato con eventuali FFSS “handicap” di elaborare un progetto (o microprogetti) sulla base della Circolare che finanzia interventi per l’integrazione tramite le  nuove tecnologie.
  • Pacher  spiega il ruolo di consulenza svolto nei presedenti aass dal dottor  Manariti,, sociologo dell’educazione, ruolo che per il futuro, considerati gli impegni dello stesso dottor Manariti,  non potrà avere la stessa continuità. Peraltro le  scarse disponibilità di risorse della Rete non    renderanno più  possibile un compenso. La presenza del dottor Manariti sarà quindi strettamente legata a eventuali singoli progetti proposti da lui, dalla sua Associazione o dalla Facoltà di Sociologia.
  • A questo proposito si cita la ricerca che Manariti e altri sociologhi  stanno  conducendo  su di un bando INVALSI . Per tarare i test elaborati,  due scuole non più disponibili saranno sostituite da : 126° Circolo didattico e SMS “S. Benedetto”.
  • Per discutere del dimensionamento, su invito dell’Ass.re del Municipio VII , si individuano i DDSS Santoro e Labiase
  • La DS dell’IC “Manzi” rinvierà la firma del Protocollo con  l’Università “la Sapienza”sull’utilizzo nelle scuole della  Rete di  tirocinanti di lingua cinese, poiché il progetto sarebbe stato fra quelli che avrebbe seguito la Prof.ssa Donninelli,  non  più assegnata   come organico di rete nel presente a.s. dall’USR.
  • Salacone ricorda l’impegno per le scuole del VI Municipio di designare  genitori, alunni (nelle scuole superiore), docenti e dirigenti nella Consulta della Scuola  e dei Servizi educativi che il Municipio Vi sta per istituire.
  • Pacher ricorda che alcune scuole devono ancora saldare i conti relativamente alla quota di partecipazione dei docenti al  corso “dalla didattica per contenuti alla didattica per competenze” e per i percorsi di formazione sulla legge 626.
  • I DDSS  della scuola primaria  e degli IC decidono di rivedersi il giorno 176/11/07 in via Ferraironi, alle ore 10,30 per esaminare le  complesse disposizioni  recenti riguardanti la stipula di contratti a Tempo determinato per le supplenze nelle classi,  per dare interpretazioni univoche ed assumere , di conseguenza, comportamenti comuni nella scuola della Rete.

La riunione si chiude alle ore 14,30
Ha verbalizzato Simonetta Salacone


Inizio pagina



VERBALE  DELLA RIUNIONE DI RETE  DEL GIORNO 4/10/07

Punto 1 all’odg “ Progetto Metro C”
 
Sono presenti  operatori del Dipartimento XI e dirigenti della società che svolge i lavori di ampliamento della Metro C. Dopo una breve illustrazione del progetto relativo all’ampliamento del tratto di Metro che interesserà in particolare alcuni quartieri dei Municipi VI e VII, prende la parola la dott.ssa Gaeta del Dipartimento XI per spiegare come le scuole possono essere coinvolte nel progetto di conoscenza e comunicazione sulle nuove potenzialità del trasporto pubblico a Roma e per indicare come sia di grande interesse per la città che bambini e adolescenti siano educati ad una mobilità più corretta, attraverso l’uso del mezzo pubblico.
L’architetto Morandini, che collabora all’attività di comunicazione per le scuole, illustra le potenzialità che l’apertura dei cantieri offre alle scuole:

  • parlare di mobilità dentro la città,
  •  collegare in un unicum  le periferie e il centro della città,
  •  imparare a muoversi con il mezzo pubblico(oggi  il 35% dei Romani non ha mai avuto esperienza del mezzo pubblico!)
  • recuperare la capacità  di “vedere” la realtà che ci circonda e di utilizzare al meglio spazi verdi e strade che li collegano
  • prendere contatto (per gli alunni più grandi) con  gli aspetti di innovazione  tecnologica, attraverso le visite ai cantieri, compreso quello di Piazza Venezia, dove sono visibili notevoli reperti archeologici e resti importanti della città medievale
  • assumere notizie sulla morfologia del territorio romano 

Le scuole interessate dovranno compilare il modulo di adesione che viene distribuito e partecipare ad una riunione che si terrà il giorno 6/10 presso Città educativa.

Punto 2 all’odg”Comunicazioni”
 
La referente della Rete ,   DS  Pacher, comunica che nel sito della Rete  si può trovare il testo del  Protocollo, che nel precedente periodo ha avuto durata triennale, con adattamenti annuali: invita a riflettere se utilizzare la medesima formula per il futuro.
Il Protocollo verrà firmato durante una iniziativa, da tenersi a fine novembre, in cui verrà anche presentato ufficialmente il Programma  della Rete al territorio (scuole, amministratori  locali, autorità dell’USR e del CSA).
Invita anche, come è avvenuto in passato, a definire e assegnare ruoli e compiti fra alcune scuole dei due distretti e a trovare fra i DDSS di nuovo incarico un referente
Ricorda che tale compito comporta impegno e propone la DS Santoro, che ha memoria storica delle esperienze precedenti.
Interviene Santoro che propone, invece, di affidare il compito di referenza ad un gruppo di DDSS, due per distretto, o uno per ogni ordine di scuola, e di affidarne il coordinamento alla Pacher, se si renderà ancora disponibile.
Riprende la parola Pacher che  aggiungere che sarà  anche necessario individuare  la scuola  incaricata di  gestire i fondi e i finanziamenti per i  progetti di rete (in passato tale compito è stato  diviso fra l’IC Manzi e la Scuola elementare Marco Polo)
Ricorda che molte scuole non hanno ancora versato i contributi dovuti per la Rete e per le iniziative di formazione sulla legge 626 e sul percorso relativo alle competenze: in assenza di tali versamenti è impossibile per il DSGA della scuola “manzi” effettuare il rendiconto finanziario per l’a.s. precedente.
Ricorda infine che i Collegi devono  deliberare l’adesione alla rete,  la cui progettualità  dovrebbe entrare anche nei POF delle scuole,  e designare un  docente referente di scuola per la rete, così che tutti  i referenti, a loro volta, possano designare un referente/coordinatore per ciascun distretto (tale formula ha funzionato in passato e si è ormai consolidata come forma organizzativa efficace)
 
 Punto 3 all’odg: “convegno del 22 e 23 novembre”

La DS Salacone illustra il percorso di rilevazione  condotto da  18  scuole della Rete , su  protocollo condiviso,   sulla situazione dell’handicap in ciascun istituto. Ricorda che sulla lettura approfondita dei  report  e sulle più evidenti problematicità emerse si è realizzato un seminario di due giorni nel mese di giugno, con la preziosa collaborazione dei neuropsichiatri dei due servizi materno-infantili .
Il convegno che si terrà il 22 e 23 ottobre presso il CNR, affronterà, con interventi di esperti,  i temi più  importanti  emersi durante il percorso di rilevazione e di riflessione successiva e lancerà la proposta di costituire due Osservatori per l’integrazione nei due distretti.
Ricorda che l’USR ha dato il patrocinio e ha concesso l’esonero dal servizio per chi parteciperà, ma con il divieto di sostituire i docenti con supplenti.
Personalmente, ritenendo quest’ultima disposizione non legittima (per la formazione- aggiornamento  il Contratto prevede  5 giorni per ciascun docente e mette a carico dei DDSS il problema sostituzione) cercherà di ottenere dall’USR una rettifica.

Punto 4 all’odg:

Pacher  riferisce che il progetto “Orientarsinrete”, ormai giunto a termine, ha avuto una  ottima accoglienza, soprattutto da parte degli alunni, i quali hanno apprezzato lo svolgimento di percorsi di ricerca  e di comunicazione, svolti attraverso classi virtuali e con l’utilizzo della comunicazione informatica.
Da la parola alla prof.ssa Talamonti che ha gestito lo spazio della comunicazione virtuale previsto nel Progetto.
Talamonti, a partire dalla entusiastica risposta degli alunni, propone di realizzare, a spesa delle scuole che vorranno aderire, un nuovo percorso dal titolo “Storie on-line”, differenziando le classi per  fasce di età.
Si tratta di  realizzare  “storie games”, storie a rete, partendo da una mappa che si prepara in classe (l’esperienza è stata già realizzata dagli studenti del “Levi Civita”) prevede esercizi di scrittura, di grafica e approfondimenti disciplinari:
Nella prossima riunione di rete  si verificherà se vi sono scuole interessate.
Comunque è anche necessario decidere che fina far fare al sito di “Orientarsinrete” che contiene tutto il lavoro svolto in questi quattro anni dalle scuole della rete coinvolte . 

Per le varie ed eventuali:

  • Salacone  riferisce che i/le docenti referenti  della rete propongono  di continuare il percorso “dalla scuola delle discipline alla scuola delle competenze”, collegandolo ai percorsi di innovazione e sperimentazione delle Indicazioni per il curricolo previsti dalla direttiva n. 68 e alla proposta per il biennio obbligatorio, che punta proprio sulla individuazione di competenze comuni da raggiungere  in ciascun tipo di scuola, al termine del biennio obbligatorio.
  • Pacher presenta il sociologo Marco Manariti, consulente della rete, il quale descrive il progetto  che, insieme ad un gruppo di ricercatori, sta conducendo per l’INVALSI e che punta a verificare come gli studenti vivono la  propria scuola. E’ stato prodotto uno  strumento di rilevazione condiviso fra esperti, operatori scolastici, ricercatori. Nonostante l’eterogeneità dei soggetti – partner che conducono la ricerca, lo strumento elaborato in prima battuta dagli universitari ha richiesto, dopo il confronto, pochissime modifiche. Chiede comunque di poter testare lo strumento in tre scuole  di ogni ordine della rete, prima di utilizzarlo per  studi di casi in  18 diverse scuole di Roma e Provincia .

Si rendono disponibili :

    1. Toti
    2. Pisacane
    3. Pavoni
    4. Manzi
    5. V. Valente
    6. Kant
    7. Levi Civita
    8. Di Vittorio-Lattanzio
    9. IPSIA Europa
  • Salacone descrive il programma, ancora provvisorio, del Convegno “Raccontare  per educare”, proposta che si inserisce nel percorso sulla “Educazione emozionale”, parzialmente finanziato dal CSA nel mese di giugno. Nel prossimo incontro si definiranno le scuole, fra quelli che hanno aderito, che dovranno svolgere il  percorso.
  • Vallefuoco comunica che il Di Vittorio-Lattanzio ha prenotato uno spazio per il Progetto  Orientagiovani ,  che si terrà a  Roma, al Palazzo della Lottomatica dal 10 al 19 ottobre.Le scuole che intendano rendersi visibili possono inviargli materiali da esporre. La visita agli stand potrà  essere interessante anche per gli alunni della Scuola Media, perché potrà servire da orientamento per le scelte successive.
  • Il Municipio VII chiede che la rete designi un rappresentante che partecipi al tavolo di lavoro municipale, in previsione del  nuovo dimensionamento che la Regione Lazio avvierà con ogni probabilità nel 2008.

La rete designa i DDSS Santoro e Labiase

                                               La riunione termina alle ore 14,30
                                               Ha verbalizzato Salacone
Inizio pagina


inizio pagina torna su
webmaster scrivi al webmaster