archivio documenti



Protocolli d'intesa

PROTOCOLLO D'INTESA - a.s 2002-2003
PROTOCOLLO D'INTESA - a.s 2003-2006
PROTOCOLLO D'INTESA -a.s 2007- 2010 versione testuale scaricabile
PROTOCOLLO D’INTESA -a.s 2010-2013 versione testuale scaricabile


PROTOCOLLO D’INTESA  -  a. s.  2010 -2013

1- NORME DI RIFERIMENTO

Il presente protocollo tiene conto della legge 15 marzo 1997, n°59 e del regolamento in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche di cui al D.P.R. 8 marzo 1999, n°275.

2- PERIODO DI VALIDITA’

Il presente accordo ha validità per il triennio  2010/2012.

3- FINALITA’  E OBIETTIVI

Le istituzioni scolastiche firmatarie del presente Protocollo 

    • considerate le esperienze positive maturate negli anni precedenti
    • considerato l’attuale quadro delle riforme che comporta una più ampia integrazione fra ordini e gradi di scuola per garantire orientamento e continuità nel percorso formativo degli alunni

dichiarano di aderire alla “Rete di scuole del XIV e XV distretto” e di condividere le finalità e gli obiettivi di seguito riportati e di approvare il suo Regolamento:

  Finalità 

    • realizzare l’autonomia in modo solidale, promuovendo scambi e sinergie di tipo organizzativo, amministrativo e didattico
    • arricchire la   capacità di analisi e di rappresentazione dei bisogni formativi territoriali 
    • intrattenere rapporti interistituzionali con gli altri soggetti e servizi aventi competenze in materia di formazione   ed interessi coerenti con le finalità istituzionali delle scuole, come l’ASAL

 Obiettivi

    • confrontarsi con altre scuole e realtà, condividendo e divulgando buone pratiche, realizzando progetti
    • sviluppare e potenziare la cultura di rete sensibilizzando, coinvolgendo e corresponsabilizzando tutti i soggetti - dirigenti scolastici, d.s.g.a. , collegi dei docenti, personale A.T.A. - nella programmazione e attuazione dei progetti di rete
    • valorizzare le competenze, le risorse, le esperienze positive delle singole scuole
    • favorire e sostenere la ricerca educativa e l’innovazione sui problemi dell’orientamento scolastico e dell’obbligo formativo, dell’educazione permanente, del disagio scolastico, dell’integrazione degli alunni stranieri, della continuità, dei nuovi curricoli, degli standard formativi e dei processi di autovalutazione d’istituto, nel quadro delle riforme e in collaborazione con gli Enti locali, l’Università ed altri Enti di ricerca
    • favorire la documentazione e la comunicazione di ricerche, esperienze, informazioni, anche mediante la utilizzazione di un sito telematico e la costituzione di banche dati territoriali
    • ottimizzare l’uso delle risorse strutturali, professionali e finanziarie destinate alla ricerca, alla sperimentazione, all’aggiornamento e formazione in servizio del personale docente e A.T.A. (sinergie, microreti)
    • costituire un efficace partenariato con gli Enti Locali ed altri Enti, pubblici e privati, per la “messa in rete” dei servizi scolastici ed extrascolastici e delle risorse territoriali
    • attuare momenti di confronto e approfondimento, anche con la presenza di esperti, su tematiche dell’attualità scolastica al fine di assumere atteggiamenti e procedure più efficaci e omogenee sul piano organizzativo e amministrativo.

4. CAMPI DI INTERVENTO
I campi privilegiati di intervento della rete sono così individuati:

  • Formazione/aggiornamento e ricerca  metodologico-didattica e disciplinare
  •  Orientamento scolastico – obbligo formativo – continuità – educazione permanente
  • Intercultura – Ambiente – Diritti   
  • Integrazione degli alunni stranieri
  • Disagio – disabilità
  • Processi di autovalutazione di istituto
  • Educazione alla sicurezza (D.Lvo 81) e  decreto legislativo 196/03 (Privacy)
  • Rapporti di rete con il territorio e gli Enti Locali
  • Diffusione delle Nuove Tecnologie
  • Supporto e formazione  per i DS, i DSGA, i Docenti e gli ATA
  • Realizzazione di progetti coerenti con le finalità istituzionali

 5. IMPEGNI  DELLE SCUOLE FIRMATARIE
Le scuole che aderiscono alla Rete e sottoscrivono il presente Protocollo di  Intesa  si impegnano a:

  • Rispettare il Regolamento interno che è parte integrante del protocollo di intesa
  • destinare e versare anticipatamente entro il mese di Novembre di ogni anno scolastico, fino al 2012,  la quota di € 125,00 (comprensivo della quota di adesione all’Asal) dal proprio bilancio quale contributo agli impegni di spesa previsti per l’attuazione del Piano annuale delle attività. Tale contributo, vincolato alle sole esigenze di funzionamento,  sarà utilizzato ad esclusivo vantaggio delle scuole firmatarie.  Solo a Novembre 2010 si dovrà versare 200,00€ (comprensivo della quota di adesione all’Asal) per formare un fondo di riserva.
  • concorrere alla realizzazione di specifiche azioni progettuali di rete anche con proprie risorse finanziarie
  • adottare comportamenti collaborativi
  • utilizzare in maniera concordata le risorse finanziarie a disposizione
  • mettere a disposizione delle scuole della rete – se possibile – le proprie attrezzature e risorse professionali
  • utilizzare efficacemente e potenziare l’utilizzo del sito web della rete  “www.retescuole14-15.it “ sia per la circolazione delle comunicazioni che per il dibattito e la riflessione comune
  • fare riferimento nei propri P.O.F. alla progettualità della Rete
  • individuare all’interno delle proprie scuole uno o due docenti referenti di rete, con compiti di  raccordo e collegamento con le altre scuole e la scuola e la rete .
  • Detti docenti referenti si faranno portavoce delle esigenze rilevate e di eventuali proposte; eleggeranno due docenti tra loro che parteciperanno alle riunioni con i DS.


6. PIANO DELLE ATTIVITÀ  ANNUALE

Il Piano delle attività viene definito  ogni anno  in apposite riunioni dei Dirigenti Scolastici, sentite   le proposte emerse nelle riunioni dei docenti referenti di rete, e presentato nella Conferenza di Servizio di apertura dell’anno scolastico da tenersi entro il mese di dicembre. Dopo tale data il Piano annuale  viene allegato al Protocollo triennale.

7. ORGANIZZAZIONE
Al fine di rendere più efficace ed efficiente l’organizzazione della rete di scuole, gli Istituti firmatari del presente protocollo d’intesa:

  • aderiscono all’ASAL
  • designano come Scuola Polo per gli aspetti amministrativo-finanziari generali il 34° CIRCOLO DIDATTICO al cui bilancio afferiranno i fondi della Rete.
  • individuano come responsabile della gestione amministrativo-finanziaria il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi del 34° Circolo didattico dott. ssa Rita Crialesi .
  • affidano alla scuola polo il compito di pagare per tutti la quota di adesione all’Asal riservata alle reti di scuole
  • affidano la gestione del sito web della rete – individuato quale strumento   prioritario sia per  la circolazione delle comunicazioni che per il dibattito e la riflessione comune – a V. T. del Gruppo Nazionale Informatica del Movimento di Cooperazione Educativa.
  • Individuano, di volta in volta, la scuola capofila per i singoli progetti, distribuendo in modo equo i carichi di lavoro.
  • affidano il   coordinamento della rete  a n. 5 DD.SS. : A. Caroni, A. Cataneo, M. Pintus, A. Simonelli (con ruolo di referente per il XIV distretto) e T. Santoro (con ruolo di coordinatore e referente per il XV distretto), rinnovabile annualmente
  • I suddetti DDSS si distribuiranno i seguenti compiti: 
  • indire e presiedere l’Assemblea dei Dirigenti, definendone l ’ordine del  giorno  concordato
  • pianificare e organizzare le diverse attività nell’ottica della valorizzazione  e ottimizzazione delle risorse professionali
  • garantire la circolazione delle comunicazioni fra la rete e le scuole ad essa aderenti anche attraverso l’utilizzo del sito web della rete
  • favorire le relazioni fra la rete, l’U.S.R. Lazio,  gli EE.LL.,  le Associazioni  e le Università

8.  PIANO FINANZIARIO
Si concordano i seguenti impegni di spesa:


gestione amministrativo-finanziaria

D.S.G.A. 34° Circolo Didattico 

€  500,00

gestione del sito web della rete

V. T. 

€  2000,00

Affitto hosting

 

€    155,00

Materiale di facile consumo

 

€  345,00

Iscrizione all’ASAL

  25,00€ ogni scuola

---------------

La somma restante costituirà fondo di riserva per eventuali ulteriori necessità della rete, il cui utilizzo verrà concordato in apposite riunioni.
Alla fine dell’anno scolastico  a ciascun istituto firmatario del presente Protocollo di Intesa verrà comunicato il resoconto  delle entrate e delle spese.

    •  CALENDARIO RIUNIONI

L’assemblea plenaria dei Dirigenti Scolastici delle scuole della rete è fissata,  di norma,  per il primo giovedì di ogni mese alle ore 9.00 presso la scuola S.M.S. “San Benedetto” in Via dei Sesami n. 20
L’assemblea plenaria dei docenti referenti delle scuole della rete si terrà mensilmente l’ultimo mercoledì del mese.

L’assemblea plenaria dei DSGA delle scuole della rete è fissata, di norma, il 3° mercoledì di ogni mese alle ore 9.30 presso la S.M.S. Toniolo o la scuola primaria Trilussa.
Comunicazione di tutte le riunioni e i verbali delle stesse verranno pubblicati sul sito della rete.
torna su Inizio pagina


PROTOCOLLO D'INTESA - a.s 2002-2003

1. Il presente protocollo ha validità per l'anno scolastico 2002/2003
2. Le istituzioni scolastiche aderenti alla rete di scuole del XIV e XV distretto, sulla base dell'accordo di programma 2000-2003 sottoscrivono il presente protocollo d'intesa previa delibera del Consiglio d'Istituto /di Circolo.
3. Le istituzioni scolastiche firmatarie del presente protocollo di Intesa dichiarano di:
-confermare l'accordo di programma 2000-2003, inserito nei POF delle scuole aderenti
-condividere le finalità e gli obiettivi già esposti nell'accordo di programma 2000/2003 e di seguito riportati.

FINALITA'
realizzare l'autonomia in modo solidale, promuovendo scambi e sinergie di tipo organizzativo, amministrativo e didattico e rafforzando la loro capacità di analisi e di rappresentazione dei bisogni formativi territoriali e dei necessari servizi di supporto, nei rapporti interistituzionali con gli altri soggetti aventi competenze in materia

OBIETTIVI
sviluppare e potenziare la cultura di rete sensibilizzando, coinvolgendo e corresponsabilizzando tutti i soggetti - dirigenti scolastici, direttori s.g.a. e collegi dei docenti - nella programmazione e attuazione dei progetti di rete
valorizzare le competenze, le risorse, le esperienze positive delle singole scuole
favorire e sostenere la ricerca educativa e l'innovazione sui problemi dell'orientamento scolastico e dell'obbligo formativo, dell'educazione permanente, del disagio scolastico, dell'integrazione degli alunni stranieri, della continuità, dei nuovi curricoli, degli standard formativi e dei processi di autovalutazione d'istituto, anche in collaborazione con l'Università ed altri enti
favorire la documentazione e la comunicazione di ricerche, esperienze, informazioni, anche mediante la utilizzazione di un sito telematico e la costituzione di banche dati territoriali
ottimizzare l'uso delle risorse strutturali, professionali e finanziarie destinate alla ricerca, alla sperimentazione, all'aggiornamento e formazione in servizio del personale docente e A.T.A. (sinergie, microreti)
costituire un vero partenariato con gli enti locali ed altri enti, pubblici e privati, per la "messa in rete" dei servizi scolastici ed extrascolastici e delle risorse territoriali
attuare momenti di confronto e approfondimento, anche con la presenza di esperti, su tematiche dell'attualità scolastica al fine di assumere atteggiamenti e procedure più efficaci e omogenee sul piano organizzativo e amministrativo.

4. Le scuole firmatarie del presente protocollo si impegnano a destinare entro il mese di novembre di ciascun anno finanziario la quota di € 258,23 dal proprio bilancio quale contributo agli impegni di spesa previsti per l'attuazione del Piano annuale delle attività.

5. Gli Istituti Scolastici si impegnano a:
utilizzare in maniera concordata le risorse finanziarie a disposizione
mettere a disposizione delle scuole della rete le proprie attrezzature e risorse professionali
concorrere alla realizzazione delle attività di rete anche con proprie risorse finanziarie
attivare un sito web della rete di scuole del XIV e XV distretto.

6. Gli Istituti designano come Scuola Polo il C.D. 81 Marco Polo al cui bilancio afferiranno i fondi della Rete e individuano come responsabili della gestione amministrativo-finanziaria il Dirigente Scolastico Gianfranco Cesarini del C.D. 81

7. Al fine di rendere più efficace ed efficiente l'organizzazione della rete di scuole, gli Istituti , individuate le aree di intervento prioritarie, designano :
D.S. Claudia Pacher (I.C. Via de' Magistris), coordinatore delle scuole rete e responsabile dell'area DOCUMENTAZIONE
D.S. Luisa Colcerasa (C.D. 19) e D.S. Loreta Ermili (S.M.S. Parri) responsabili rispettivamente per il XIV e il XV Distretto della COMUNICAZIONE fra le scuole della Rete e fra le scuole e il territorio
D.S. Marina Del Re (Scuola Media "via Tor de' Schiavi") responsabile dell'area SPERIMENTAZIONE
D.S. Domenico Zampaglione (Liceo Scientifico "Levi Civita) responsabile dell'area AGGIORNAMENTO personale docente
D.S. Gianfranco Cesarini (C.D.81) responsabile della FORMAZIONE LEGGE 626
D:S:G.A. Maria Rosaria Tomassi (IPSIA "Europa"). responsabile dell'AGGIORNAMENTO per il personale A.T.A.

8. Gli Istituti individuano quale consulente esterno il dottor Marco Manariti (cattedra di sociologia dell'educazione e della formazione delle risorse umane, Facoltà di Sociologia, "La Sapienza") con il compito di monitorare le attività della rete, supportare il processo di valutazione e realizzare collaborazioni con Università e Istituti di ricerca.
9. I Dirigenti Scolastici e il D.S.G.A.di cui al punto 7 e il dott. Manariti costituiscono il gruppo di coordinamento.
10. Le scuole concordano di individuare come poli telematici della rete l'IPSIA Europa e il XX ITIS (I.S. Via Aquilonia)

11. PIANO DELLE ATTIVITA' 2002/03
a) Attività di formazione per figure sensibili ex D.L.vo 626/94 da attuare con i fondi a disposizione dell'81° circolo "M. Polo" (di seguito indicati fondi Marco Polo), 2 moduli di formazione primo soccorso con i formatori della Croce Rossa della durata di 18 ore ciascuno (costo pro capite € 26,00) e 2 moduli per l'antincendio con la collaborazione degli stessi formatori dei corsi degli anni precedenti.(costo pro capite € 85,00)
E' prevista la partecipazione di 4 unità di personale a scuola,( 2 +2), a carico della Rete
Le scuole interessate alla preparazione di altre unità di personale, a loro volta, potranno fruire dello stesso servizio di formazione con integrazioni a carico del proprio bilancio.

b) Corso di formazione in 10 incontri sulle metodologie (quantitative e qualitative) della ricerca sociale aperta ai docenti delle varie scuole e prioritariamente ai docenti del gruppo autovalutazione dello scorso anno scolastico

c) Percorso di ricerca-azione sulla comunicazione facilitata di durata biennale destinato ai docenti delle scuole con alunni autistici.

d) Percorso di formazione sulle culture altre attuato con i mediatori culturali del CIES in cui oltre agli aspetti educativi e formativi delle altre culture, si sviluppino tematiche culturali e storiche.

e) Percorso di ricerca-azione " Insegnare storia in prospettiva interculturale" in continuazione con il percorso biennale svolto nei precedenti anni scolastici "Per un curricolo verticale di storia" in collaborazione con Università e IRRSAE

f) Corso di formazione su disagio giovanile e bullismo

g) Pubblicazione del lavoro svolto dal gruppo qualità e dal gruppo autovalutazione nello scorso anno scolastico. I costi per la pubblicazione di sono in parte a carico del 6° Municipio in parte a carico della rete, almeno per il pagamento del comitato di redazione
12. Le attività di formazione saranno monitorate attraverso schede strutturate predisposte dal gruppo di coordinamento. I risultati della valutazione saranno diffuse tra le scuole in rete.
13. Si conviene che vengano fissati degli incontri mensili tra i Dirigenti Scolastici di autoformazione su aspetti gestionali e normativi e tra i D.S.G.A su aspetti amministrativo-finanziari
14. Le scuole del XIV e XV distretto convengono inoltre di supportare e collaborare attivamente alla realizzazione delle iniziative proposte dai Municipi 6 e 7 e in particolare dell'iniziativa "Finalmente Aprile" promossa dall'Ufficio Cultura del Municipio 6.
15. Gli Istituti condividono la ripartizione dei fondi come indicato nella scheda allegata al presente protocollo di cui costituisce parte integrante (Allegato 1)
16. Ciascuna istituzione scolastica indicherà un referente di rete, con compiti di raccordo e collegamento con le altre scuole e tra la scuola e la rete.

Inizio pagina


PROTOCOLLO D'INTESA - a.s 2003-2006


1. NORME DI RIFERIMENTO
Il presente Protocollo tiene conto della legge 15 marzo 1997, n. 59 e del regolamento in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche di cui al D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275.

2. PERIODO DI VALIDITÀ
Il presente accordo ha validità triennale per il periodo 2003-2006

3. FINALITA’ E OBIETTIVI
Le istituzioni scolastiche firmatarie del presente Protocollo

considerate le esperienze positive maturate negli anni precedenti
considerato l’attuale quadro delle riforme che comporta una più ampia integrazione fra ordini e gradi di scuola per garantire orientamento e continuità nel percorso formativo degli alunni

dichiarano di condividere le finalità e gli obiettivi di seguito riportati:

Finalità

realizzare l’autonomia in modo solidale, promuovendo scambi e sinergie di tipo organizzativo, amministrativo e didattico
arricchire la capacità di analisi e di rappresentazione dei bisogni formativi territoriali
intrattenere rapporti interistituzionali con gli altri soggetti e servizi aventi competenze in materia di formazione

Obiettivi

sviluppare e potenziare la cultura di rete sensibilizzando, coinvolgendo e corresponsabilizzando tutti i soggetti - dirigenti scolastici, direttori s.g.a. e collegi dei docenti - nella programmazione e attuazione dei progetti di rete
valorizzare le competenze, le risorse, le esperienze positive delle singole scuole
favorire e sostenere la ricerca educativa e l’innovazione sui problemi dell’orientamento scolastico e dell’obbligo formativo, dell’educazione permanente, del disagio scolastico, dell’integrazione degli alunni stranieri, della continuità, dei nuovi curricoli, degli standard formativi e dei processi di autovalutazione d’istituto, nel quadro delle riforme e in collaborazione con gli Enti locali, l’Università ed altri Enti di ricerca
favorire la documentazione e la comunicazione di ricerche, esperienze, informazioni, anche mediante la utilizzazione di un sito telematico e la costituzione di banche dati territoriali
ottimizzare l’uso delle risorse strutturali, professionali e finanziarie destinate alla ricerca, alla sperimentazione, all’aggiornamento e formazione in servizio del personale docente e A.T.A. (sinergie, microreti)
costituire un efficace partenariato con gli Enti Locali ed altri Enti, pubblici e privati, per la “messa in rete” dei servizi scolastici ed extrascolastici e delle risorse territoriali
attuare momenti di confronto e approfondimento, anche con la presenza di esperti, su tematiche dell’attualità scolastica al fine di assumere atteggiamenti e procedure più efficaci e omogenee sul piano organizzativo e amministrativo

4. ORGANIZZAZIONE
Gli Istituti designano come Scuola Polo il C.D. 81 Marco Polo al cui bilancio afferiranno i fondi della Rete e individuano come responsabili della gestione amministrativo-finanziaria il Dirigente Scolastico Gianfranco Cesarini del C.D. 81
Al fine di rendere più efficace ed efficiente l’organizzazione della rete di scuole, gli Istituti , individuate le aree di intervento prioritarie, designano :


D.S. Claudia Pacher (I.C. Via de’ Magistris), coordinatore delle scuole rete e responsabile dell’area DOCUMENTAZIONE
D.S. Luisa Colcerasa (C.D. 19) e D.S. Loreta Ermili (S.M.S. Parri) responsabili rispettivamente per il XIV e il XV Distretto della COMUNICAZIONE fra le scuole della Rete e fra le scuole e il territorio
D.S. Armando Sestilli (C.D. 21) responsabile dell’area SPERIMENTAZIONE
D.S. Domenico Zampaglione (Liceo Scientifico “Levi Civita) responsabile dell’area AGGIORNAMENTO personale docente
D.S. Gianfranco Cesarini (C.D.81) responsabile della FORMAZIONE LEGGE 626
D.S.G.A. Maria Rosaria Tomassi (IPSIA “Europa”). responsabile dell’AGGIORNAMENTO per il personale A.T.A.
D.S.G.A. Giancarlo Varchetta (I.C. Via de’ Magistris), coordinatore per le riunioni e la comunicazione del personale A.T.A.

Gli Istituti individuano quale consulente esterno il dottor Marco Manariti (cattedra di sociologia dell’educazione e della formazione delle risorse umane, Facoltà di Sociologia, “La Sapienza”) con il compito di monitorare le attività della rete, supportare il processo di valutazione e realizzare collaborazioni con Università e Istituti di ricerca.
I Dirigenti Scolastici, i Direttori S.G.A. sopra indicati e il dott. Manariti costituiscono il gruppo di coordinamento.
Saranno costituiti specifici gruppi di lavoro con risorse professionali interne alla scuole e con esperti esterni, secondo intese definite annualmente.


5. CAMPI DI INTERVENTO

I campi privilegiati di intervento della rete sono così individuati:


1. Formazione/aggiornamento metodologico-didattico e disciplinare, in relazione ai nodi culturali e ai contenuti della riforma, ai nuovi curricoli, agli standard formativi
2. Orientamento scolastico – obbligo formativo – continuità – educazione permanente
3. Intercultura – Ambiente – Diritti con particolare attenzione all’attenzione all’integrazione degli alunni stranieri
4. Disagio – disabilità
5. Processi di autovalutazione di istituto
6. Educazione alla sicurezza (L.626)
7. Rapporti di rete con il territorio e gli Enti Locali

6. PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA’

Il presente Protocollo viene annualmente integrato dal Piano delle attività che dettaglia i percorsi progettuali e le risorse professionali e finanziarie investite

Il Piano delle attività viene definito in apposite riunioni a seguito della Conferenza di Servizio di apertura dell’anno scolastico

Sono previsti momenti di verifica periodica e finale delle attività svolte.

7. SCUOLE ADERENTI
Le scuole firmatarie del presente protocollo si impegnano a destinare entro il mese di giugno di ciascun anno finanziario la quota di € 258,23 dal proprio bilancio quale contributo agli impegni di spesa previsti per l’attuazione del Piano annuale delle attività.
Le scuole si impegnano altresì a fare riferimento nei propri P.O.F. alla progettualità della Rete
Gli Istituti Scolastici si impegnano a:


utilizzare in maniera concordata le risorse finanziarie a disposizione
mettere a disposizione delle scuole della rete le proprie attrezzature e risorse professionali
concorrere alla realizzazione delle attività di rete anche con proprie risorse finanziarie
utilizzare efficacemente il sito web della rete di scuole del XIV e XV distretto: www.retescuole14-15.it sia per la comunicazione che per il dibattito e la riflessione comune


Ciascuna istituzione scolastica indicherà un referente di rete, con compiti di raccordo e collegamento con le altre scuole e la scuola e la rete
I Dirigenti delle istituzioni scolastiche aderenti alla rete di scuole del XIV e XV distretto sottoscrivono il presente protocollo d’intesa su delega dei rispettivi Consigli d’Istituto/di Circolo.


FIRMATO PER ADESIONE PROTOCOLLO DI INTESA 2003/06

EE MARCO POLO IC VIA VALENTE
EE PISACANE MM S. BENEDETTO
EE TRILUSSA MM
EE ENRICO TOTI MM V. TOR DE' SCHIAVI
EE CECCONI MM PIRANESI
EE VESPUCCI MM V. ANAGNI
EE VIA OLCESE LC IMMANUEL KANT
EE BELLI LS
EE GESMUNDO LS TULLIO LEVI CIVITA
EE MARCONI IS V. AQUILONIA, 50
EE GIULIO CESARE IPSIA EUROPA
EE V. FERRAIRONI S.M. FERRUCCIO PARRI
EE V. R. PIROTTA
IC V. DE MAGISTRIS
IST. PROFESSIONALE VIRGINIA WOOLF
LICEO CLASSICO BENEDETTO DA NORCIA



Roma, 29.10.2003

Inizio pagina


PROTOCOLLO D’INTESA - a.s 2007 -2010

1- NORME DI RIFERIMENTO

Il presente protocollo tiene conto della legge 15 marzo 1997, n°59 e del regolamento in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche di cui al D.P.R. 8 marzo 1999, n°275.

2- PERIODO DI VALIDITA’

Il presente accordo ha validità per il triennio  2007/2010.

3- FINALITA’  E OBIETTIVI

Le istituzioni scolastiche firmatarie del presente Protocollo 

    • considerate le esperienze positive maturate negli anni precedenti
    • considerato l’attuale quadro delle riforme che comporta una più ampia integrazione fra ordini e gradi di scuola per garantire orientamento e continuità nel percorso formativo degli alunni

dichiarano di aderire alla Rete di scuole del XIV e XV distretto e di condividere le finalità e gli obiettivi di seguito riportati:
 pallinorosso Finalità 

    • realizzare l’autonomia in modo solidale, promuovendo scambi e sinergie di tipo organizzativo, amministrativo e didattico
    • arricchire la   capacità di analisi e di rappresentazione dei bisogni formativi territoriali 
    • intrattenere rapporti interistituzionali con gli altri soggetti e servizi aventi competenze in materia di formazione  

pallinorosso Obiettivi

    • sviluppare e potenziare la cultura di rete sensibilizzando, coinvolgendo e corresponsabilizzando tutti i soggetti - dirigenti scolastici, d.s.g.a. , collegi dei docenti, personale A.T.A. - nella programmazione e attuazione dei progetti di rete
    • valorizzare le competenze, le risorse, le esperienze positive delle singole scuole
    • favorire e sostenere la ricerca educativa e l’innovazione sui problemi dell’orientamento scolastico e dell’obbligo formativo, dell’educazione permanente, del disagio scolastico, dell’integrazione degli alunni stranieri, della continuità, dei nuovi curricoli, degli standard formativi e dei processi di autovalutazione d’istituto, nel quadro delle riforme e in collaborazione con gli Enti locali, l’Università ed altri Enti di ricerca
    • favorire la documentazione e la comunicazione di ricerche, esperienze, informazioni, anche mediante la utilizzazione di un sito telematico e la costituzione di banche dati territoriali
    • ottimizzare l’uso delle risorse strutturali, professionali e finanziarie destinate alla ricerca, alla sperimentazione, all’aggiornamento e formazione in servizio del personale docente e A.T.A. (sinergie, microreti)
    • costituire un efficace partenariato con gli Enti Locali ed altri Enti, pubblici e privati, per la “messa in rete” dei servizi scolastici ed extrascolastici e delle risorse territoriali
    • attuare momenti di confronto e approfondimento, anche con la presenza di esperti, su tematiche dell’attualità scolastica al fine di assumere atteggiamenti e procedure più efficaci e omogenee sul piano organizzativo e amministrativo.

4. CAMPI DI INTERVENTO
I campi privilegiati di intervento della rete sono così individuati:

  • Formazione/aggiornamento e ricerca  metodologico-didattica e disciplinare
  •  Orientamento scolastico – obbligo formativo – continuità – educazione permanente
  • Intercultura – Ambiente – Diritti   
  • Integrazione degli alunni stranieri
  • Disagio – disabilità
  • Processi di autovalutazione di istituto
  • Educazione alla sicurezza (L.626) e  decreto legislativo 196/03 (Privacy)
  • Rapporti di rete con il territorio e gli Enti Locali
  • Diffusione delle Nuove Tecnologie
  • Supporto e formazione  per i DS, i DSGA, i Docenti

 5. IMPEGNI  DELLE SCUOLE FIRMATARIE
Le scuole che aderiscono alla Rete e sottoscrivono il presente Protocollo di  Intesa  si impegnano a:

  • a destinare entro il mese di giugno di ogni anno finanziario, fino al 2010,  la quota di € 300,00 dal proprio bilancio quale contributo agli impegni di spesa previsti per l’attuazione del Piano annuale delle attività.Tale contributo, vincolato alle sole esigenze di funzionamento,  sarà utilizzato ad esclusivo vantaggio delle scuole firmatarie.
  • concorrere alla realizzazione di specifiche azioni progettuali di rete anche con proprie risorse finanziarie
  • adottare comportamenti collaborativi
  • utilizzare in maniera concordata le risorse finanziarie a disposizione
  • mettere a disposizione delle scuole della rete – se possibile - le proprie attrezzature e risorse professionali
  • utilizzare efficacemente e potenziare l’utilizzo del sito web della rete  “www.retescuole14-15.it “ sia per la circolazione delle comunicazioni che per il dibattito e la riflessione comune
  • fare riferimento nei propri P.O.F. alla progettualità della Rete
  •  individuare uno o due docenti referenti di rete, con compiti di  raccordo e collegamento con le altre scuole e la scuola e la rete


6. PIANO DELLE ATTIVITA’  ANNUALE
Il Piano delle attività viene definito  ogni anno  in apposite riunioni dei Dirigenti Scolastici, sentite   le proposte emerse nelle riunioni dei docenti referenti di rete, e presentato   nella Conferenza di Servizio di apertura dell’anno scolastico da tenersi entro il mese di dicembre. Dopo tale data il Piano annuale  viene allegato al Protocollo triennale.

7. ORGANIZZAZIONE
Al fine di rendere più efficace ed efficiente l’organizzazione della rete di scuole, gli Istituti firmatari del presente protocollo d’intesa:

  •  designano come Scuola Polo per gli aspetti amministrativo-finanziari generali l’Istituto Comprensivo “Alberto Manzi” al cui bilancio afferiranno i fondi della Rete.
  • individuano come responsabile della gestione amministrativo-finanziaria il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi dell’Istituto Comprensivo “Alberto Manzi” signor Giancarlo Varchetta.
  • affidano il   coordinamento della rete  a n. 4  DDSS di ciascuno dei due distretti  (Longhi, Marciano, Salacone, Vallefuoco , per il distretto XIV e Caroni,  Labiase, Giacobini e Santoro per il distretto XV.
  • I suddetti DDSS si distribuiranno i seguenti compiti: 
  • indire e presiedere l’Assemblea dei Dirigenti, definendone l ’ordine del  giorno  concordato
  • pianificare e organizzare le diverse attività nell’ottica della valorizzazione  e ottimizzazione delle risorse professionali
  •  garantire la circolazione delle comunicazioni fra la rete e le scuole ad essa aderenti anche attraverso l’utilizzo del sito web della rete
  • favorire le relazioni fra la rete, l’U.S.R. Lazio,  gli EE.LL.,  le Associazioni  e le Università
  • stabiliscono che - relativamente a specifiche iniziative progettuali   da intraprendere nel corso dell’anno scolastico - vengano istituiti  gruppi di lavoro con risorse professionali interne alla scuole ed eventualmente  con esperti esterni, e che ogni gruppo di lavoro individui al suo interno un responsabile di progetto.
  • individuano i docenti Palma Zuccaro del 126° C.D. e …………………………... quali coordinatori dei docenti referenti di rete e referenti per la comunicazione nei due distretti scolastici
  • individuano   quale consulente esterno l’associazione “Ifitinerariformativi” con il compito di monitorare le attività della rete, supportare il processo di valutazione e realizzare collaborazioni con Università e Istituti di ricerca
  • affidano la gestione del sito web della rete – individuato quale strumento   prioritario sia per  la circolazione delle comunicazioni che per il dibattito e la riflessione comune -  al Gruppo Nazionale Informatica del Movimento di Cooperazione Educativa.

8.  PIANO FINANZIARIO
Considerato il punto 5 a) del presente Protocollo di Intesa  si concordano i seguenti impegni di spesa:


 gestione amministrativo-finanziaria

D.S.G.A. I. C.“Manzi” signor Giancarlo Varchetta

€  1500,00

Invio/ ricezione fax -controllo comunicazioni e tenuta documentazione

Assistenti Amministrativi
I. C.“Manzi”

€   500,00

coordinatori dei docenti referenti di rete e referenti per la comunicazione

docenti Palma Zuccaro - 126° C.D.   e ………………………………..

€  2000,00

gestione del sito web della rete

Gruppo Nazionale Informatica del Movimento di Cooperazione Educativa. 

€  2500,00

Affitto hosting

 

€    100,00

Materiale di facile consumo

 

€  1000,00

La somma restante costituirà fondo di riserva per eventuali ulteriori necessità della rete, il cui utilizzo verrà concordato in apposite riunioni.
Alla fine dell’anno scolastico  a ciascun istituto firmatario del presente Protocollo di Intesa verrà comunicato il resoconto  delle entrate e delle spese.

9.  CALENDARIO RIUNIONI
L’assemblea plenaria dei Dirigenti Scolastici delle scuole della rete è fissata, di norma,  per il primo giovedì di ogni mese alle ore 11,30 presso i locali del Circolo didattico 126° “Iqbal Masih” in via Ferraironi n. 38.
L’assemblea plenaria dei docenti referenti delle scuole della rete si terrà mensilmente nei locali del 126° C.D. in via Ferraironi n. 38.
Comunicazione di tutte le riunioni e i verbali delle stesse verranno pubblicati sul sito della rete www.retescuole14-15.it.

Inizio pagina


inizio pagina torna su
webmaster scrivi al webmaster